La crescita mondiale rallenta, ecco l’unica via di uscita per T. Rowe Price

Stando a quanto elabora Ken Orchard, gestore del fondo T. Rowe Price Funds SICAV – Diversified Income Bond, l’economia globale sta attraversando una fase piuttosto delicata, con i due protagonisti principali, gli Stati Uniti e la Cina, che sono impegnati in una dura guerra commerciae che, unitamente ad altri fattori (come la scia delle passate politiche restrittive) sta facendo rallentare le rispettive economie. Per il gestore, si sta attualmente formando un circolo vizioso tra la crescita minore e la fiducia più debole, che finisce per amplificare entrambi gli aspetti.

Per l’esperto, il principale problema è legato al fatto che nel momento in cui occorre dare una spinta alla crescita economica globale, tutte le strade sembrano portare alla Federal Reserve, perché non esiste nessuna altra istituzione che abbia la disponibilità e la capacità di stimolare l’economia globale, come la banca federale statunitense. La Cina sta certamente implementando alcuni stimoli, ma solo per stabilizzare la crescita domestica che, peraltro, difficilmente nel prossimo futuro sarà della stessa entità oggi sperimentata.

Detto ciò, l’analista rammenta come l’esperienza degli ultimi tempi sembra suggerire che le principali economie crescono ad un ritmo ragionevole solamente quando vengono stimolate, e l’assenza di altri candidati oltre alla Federal Reserve in grado di implementare lo stimolo necessario è chiaramente un problema. Sembra peraltro probabile che la crescita e l’inflazione continueranno a rimanere basse fino a quando i policy maker non prenderanno l’iniziativa, e che sono inevitabili un rallentamento profondo e, forse, anche una piccola recessione. Non sembra invece probabile una recessione lunga e profonda, considerato che non vi sono, al momento, gli squilibri “necessari”.

Dunque, l’attenzione si può spostare semplicemente su quel che potrebbe avvenire ora.

Per T. Rowe Price i mercati stanno prezzando due possibili scenari, con due esiti molto diversi. Il primo è che vi sia un allentamento moderato da parte della Fed con due tagli ulteriori: un atteggiamento che non sembra essere in grado di far ripartire la crescita globale. Il secondo approccio, che però è meno probabile, è che la Fed si imbarchi in un ciclo di allentamento più significativo, con tassi vicino allo zero. Un approccio che, per l’esperto, potrebbe effettivamente donare nuova linfa alla crescita… quale strada prevarrà?

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Forex

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.