una moneta da un dollaro e nello sfondo alcuni grafici sull'andamento dei prezzi

Il mercato dei cambi esteri, più comunemente conosciuto come forex, è il mercato più scambiato al mondo. Oltre 5 trilioni di dollari di valuta vengono scambiati mediamente in un singolo giorno, superando di gran lunga le centinaia di miliardi negoziati sulle Borse valori di tutto il mondo. Mentre le grandi banche e le società rappresentano la maggior parte degli scambi giornalieri di forex, tutti gli altri partecipanti al mercato scambiano comunque trilioni di dollari di forex ogni giorno.

Ci sono solo due fattori che influenzano il forex: offerta e domanda. A loro volta, entrambi sono influenzati da una sola cosa: il sentiment. Tuttavia, il sentiment viene plasmato da una lista infinita di fattori e l’umore degli investitori è altamente sensibile alla moltitudine di notizie, dati e sviluppi che avvengono in tutto il mondo, soprattutto perché il mercato del forex, in rapido movimento, è aperto 24 ore al giorno.

Tuttavia, gli investitori oggi dispongono di più strumenti che mai per mettere in atto le strategie di trading forex, il che consente loro di attuare una serie di metodologie e approcci diversi per ottenere un vantaggio sul mercato. Ma questo ha reso anche il mercato del forex più competitivo che mai.

Esamineremo quindi i vari strumenti che gli investitori possono utilizzare nel trading forex, così come alcuni approcci diversi che possono essere adottati.

Quale approccio dovrebbero utilizzare gli investitori per prevedere i movimenti del forex?

grafici sull'andamento dei prezzo nel mercato del forex

Prima di decidere quale approccio adottare, gli investitori nel forex devono definire le basi della loro strategia, comprese le coppie di valute su cui operare. La maggior parte dei volumi di trading nel mercato del forex è concentrata sulle principali coppie di valute, come EUR/USD, GBP/USD e USD/JPY, ma alcuni trovano opportunità concentrandosi su altre coppie meno popolari.

Un altro fattore importante che finisce per incidere sulla scelta dell’approccio da adottare è l’orizzonte temporale in cui operare. Molti trader di forex a breve termine inizieranno da capo ogni giorno, chiudendo tutte le loro posizioni prima della fine della giornata (ovunque si trovino) al fine di evitare movimenti di prezzo drastici che potrebbero verificarsi durante la notte, noto come day trading.

Altri cercano di mantenere le posizioni per un periodo leggermente più lungo, di solito tra due e 14 giorni, noto come swing trading. Coloro che operano nel lungo termine utilizzano invece il position trading, che consente loro di mantenere posizioni per mesi o addirittura anni cercando di non reagire a movimenti di prezzo al rialzo o al ribasso nel frattempo.

Non tutti i tipi di trading forex sono proattivi, in cui i trader prevedono la direzione in cui credono che una determinata valuta si stia dirigendo, ma sono reattivi, rispondendo ai movimenti di prezzo.

Abbiamo quindi il momentum trading, quando i trader credono che un movimento significativo di prezzo al rialzo o al ribasso sia l’inizio di una tendenza a lungo termine, o il range trading, quando i trader cercano di individuare i livelli di supporto o resistenza che si sono verificati in passato con l’aspettativa che tali livelli si ripresenteranno. Il range trading viene principalmente utilizzato per le valute che fluttuano al rialzo e al ribasso ma non hanno una chiara tendenza a lungo termine.

Previsioni forex: analisi fondamentale o analisi tecnica?

Per comprendere la direzione in cui si sta dirigendo il mercato del forex e farsi un’opinione su quale coppia di valute negoziare, vengono utilizzati due tipi principali di analisi: fondamentale e tecnica.

  • L’analisi fondamentale comporta la valutazione dei numerosi eventi esterni e delle influenze che incidono sul prezzo delle valute, come lo stato dell’economia e dei mercati finanziari, nonché la politica governativa e monetaria.
  • L’analisi tecnica, d’altra parte, si concentra esclusivamente sul prezzo e sulla previsione dei movimenti futuri nel mercato del forex utilizzando modelli e tendenze identificati da grafici storici dei prezzi e statistiche.

Nel caso dell’analisi fondamentale, come suggerisce il nome, si tratta di analizzare i fondamentali del mercato, prendendo in considerazione tutti i fattori che influenzano i tassi di cambio, dalle politiche monetarie e governative allo stato dei mercati del lavoro e dell’immobiliare.

La convinzione alla base dell’analisi fondamentale è che sia in grado di individuare una valuta che è valutata in modo errato e che alla fine si correggerà. Questo è uno dei motivi per cui l’analisi fondamentale è generalmente più efficace nel prevedere movimenti di prezzo a lungo termine, anche se può essere utile anche per strategie a breve termine.

APRI UN CONTO DEMO GRATIS CON ETORO (SITO UFFICIALE)>>>

Quali sono i principali driver che influenzano il mercato del forex

Sebbene l’elenco sia infinito e alcuni eventi possano essere imprevedibili, come i disastri naturali, ci sono alcuni driver chiave del prezzo delle valute che dovrebbero essere sempre al centro di qualsiasi analisi fondamentale. Questi sono:

  • Crescita economica: lo stato e le performance dell’economia complessiva di un paese, basati su dati come il prodotto interno lordo (PIL), che misura se l’economia sta crescendo o contrarendosi e a quale ritmo. Quando un’economia migliora, ciò di solito si traduce in una valuta più forte, in quanto attira investitori ai propri mercati finanziari, dove i trader devono utilizzare la valuta locale per acquistare azioni o altri strumenti finanziari nel paese.
  • Inflazione: la velocità con cui aumentano i prezzi dei beni e dei servizi influisce sulla politica monetaria di un paese, come la probabilità di un aumento dei tassi di interesse, che a sua volta pesa sui tassi di cambio. I principali indicatori da considerare per l’inflazione sono l’indice dei prezzi al consumo (IPC) e l’indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA).
  • Tassi di interesse: ciò ha una delle maggiori influenze sul mercato del forex. Tassi di interesse più alti generalmente portano a una valuta più forte in quanto attirano investitori a investire i loro soldi in conti di risparmio o altri strumenti per beneficiare dei tassi di risparmio più elevati offerti, aumentando la domanda di valuta locale.
  • Bilance commerciali e dei capitali: con il mercato del forex di natura internazionale, i cambiamenti nella quantità di denaro o commercio che fluisce dentro e fuori da un paese influenzeranno la sua valuta. Ad esempio, la valuta di un paese fortemente dipendente dalle esportazioni diminuirà se tali esportazioni diminuiscono. Per i capitali, qualsiasi segnale che gli investitori e i trader stiano prelevando i loro soldi dal paese potrebbe essere un segnale che il sentiment sta cambiando, o viceversa se il flusso di investimenti sta aumentando.
  • Lavoro e salari: il livello dell’occupazione può essere correlato alla forza complessiva di un’economia, ma il movimento dei salari è altrettanto importante. Sebbene un aumento dell’occupazione indichi che un’economia si sta rafforzando, salari stagnanti possono suggerire che i redditi disponibili e la situazione finanziaria del pubblico non stanno performando bene (o viceversa).
  • Geopolitica: oltre alla vasta gamma di dati economici, gli sviluppi nel mondo politico influiscono anche sul mercato del forex. Con le valute che rappresentano i loro paesi, il tasso di cambio è influenzato dalla politica governativa e dalle relazioni internazionali, scossi dalle perturbazioni dello status quo politico.

Come utilizzare un calendario economico per prevedere il forex

Fortunatamente per i trader di forex, c’è un modo semplice per tenersi aggiornati sugli sviluppi e prepararsi per gli eventi principali che muovono il prezzo delle valute, quelli che sono programmabili almeno.

Un calendario economico è fondamentale per chiunque faccia trading sul forex ed è una guida per i principali eventi economici e politici che probabilmente avranno un effetto, in un modo o nell’altro, sul forex e altri mercati finanziari.

Questo fornisce informazioni su quando verranno pubblicati i principali dati economici e quando si svolgeranno altri eventi importanti, come riunioni politiche internazionali o discorsi programmati da leader mondiali o dai capi delle principali banche centrali, come la Federal Reserve (Fed), la Banca Centrale Europea (BCE), la Banca d’Inghilterra (BoE) e la Banca del Giappone (BoJ).

È importante ricordare che le diverse economie sono guidate da diversi fattori esterni, il che significa che i dati economici considerati importanti in un Paese non lo sono in un altro. Ad esempio, l’economia del Regno Unito è dominata dai servizi, quindi le prestazioni del settore dei servizi nel Regno Unito hanno un’influenza maggiore sul forex rispetto a un paese come la Cina, dove l’economia si basa ancora sulla manifattura.

REGISTRATI GRATIS SU eTORO PER AVERE LA DEMO ILLIMITATA>>>

Utilizzare l’analisi tecnica per prevedere il forex

Mentre l’analisi fondamentale cerca di individuare le ragioni per cui i tassi di cambio si muoveranno in futuro, l’analisi tecnica non si preoccupa di comprendere il motivo per cui i prezzi si muovono. Tutta l’analisi tecnica viene effettuata utilizzando grafici dei prezzi, che mostrano la performance storica di un tasso di cambio.

Il concetto di analisi tecnica ruota attorno all’offerta e alla domanda, utilizzando una varietà di strumenti per individuare tendenze e pattern nel passato, sulla convinzione che questi stessi pattern e tendenze si ripeteranno. Gli analisti tecnici credono che sia possibile ricavare molte informazioni da un semplice grafico, in quanto questi pattern e tendenze segnalano il sentiment del mercato e eventuali cambiamenti. L’obiettivo è identificarli prima che accadano per sfruttare l’opportunità.

L’analisi tecnica viene utilizzata principalmente per strategie a breve termine, come il day trading o lo swing trading. Sebbene ci siano diverse modalità per condurre l’analisi tecnica, ci sono alcuni dati storici che vengono sempre presi in considerazione: il prezzo di apertura, il prezzo più alto, il prezzo più basso e il prezzo di chiusura. Questi possono essere considerati parametri comuni durante l’analisi tecnica.

Quali strumenti tecnici vengono utilizzati per prevedere il forex?

Al fine di prevedere i futuri movimenti dei tassi di cambio utilizzando dati di mercato passati, i trader devono cercare pattern e segnali. I movimenti dei prezzi precedenti portano all’emergere di pattern, che gli analisti tecnici cercano di identificare e che, se corretti, dovrebbero segnalare la direzione futura del tasso di cambio. Ci sono una varietà di strumenti disponibili per i trader per identificare pattern e segnali.

Una serie di pattern si evolve in quello che è noto come una tendenza, o un trend, che suggerisce che l’ultimo movimento del tasso di cambio è l’inizio di una tendenza a lungo termine che si prevede durerà per un certo periodo di tempo basato su come le tendenze si sono sviluppate in precedenza.

I tre tipi che i trader di forex cercano sono tendenze al rialzo, tendenze al ribasso e tendenze laterali, che, come suggerito dai nomi, si riferiscono alla direzione verso cui si sta dirigendo il tasso. Se l’analisi tecnica individua l’inizio di una tendenza al rialzo, significa che il tasso di cambio ha appena iniziato a salire e dovrebbe continuare a salire, ad esempio.

È importante sottolineare che poiché il forex viene scambiato in coppie di valute, l’inizio di una tendenza al rialzo per una valuta corrisponde all’inizio di una tendenza al ribasso per un’altra. Se un investitore sta operando sulla coppia GBP/USD, ad esempio, una sterlina può guadagnare solo a spese del dollaro o viceversa.

Ci sono diversi strumenti che possono essere utilizzati come parte dell’analisi tecnica per identificare le tendenze, ma i più utilizzati si basano soprattutto sulle medie mobili:

Medie mobili: questo è uno degli strumenti più ampiamente utilizzati per individuare le tendenze nel mercato del forex. La media mobile cerca di smussare i dati storici dei prezzi, calcolando il tasso di cambio medio di un determinato periodo di tempo. Ad esempio, la media mobile a 20 giorni rappresenta il tasso medio dei 20 giorni precedenti, e viene ricalcolata ogni giorno. Al giorno 21, il primo giorno viene eliminato dal calcolo. Questo consente ai trader di confrontare il tasso attuale con la media, eliminando movimenti improvvisi o inspiegabili che potrebbero distorcere i dati storici dei prezzi.

Convergenza e divergenza delle medie mobili (Moving Average Convergence Divergence – MACD): questa tecnica utilizza una media mobile su un breve periodo di tempo e una media mobile su un periodo più lungo. I trader cercano il momento in cui la media mobile a breve termine si incrocia con la media mobile a lungo termine. Se la media mobile a breve termine supera la media mobile a lungo termine, generalmente suggerisce che i tassi di cambio stanno salendo.

Testare la solidità e la stabilità delle tendenze nella previsione del forex

Identificare le tendenze è sicuramente importante, ma gli investitori dovrebbero compiere ulteriori passi per ottenere una migliore comprensione della situazione. Ciò può essere fatto utilizzando strumenti aggiuntivi che testano la solidità della tendenza o quanto essa sia suscettibile alla volatilità, ad esempio.

Alcuni degli strumenti più utilizzati sono:

Ichimoku: la Nuvola di Ichimoku, nota anche come Ichimoku Kinko Hyo, è un indicatore che non solo identifica le tendenze, ma definisce anche dove si trovano i livelli di supporto e resistenza per testare la solidità o il momentum della tendenza stessa. Questo indicatore coinvolge una serie di calcoli che, a differenza di altri indicatori, non solo prevedono i livelli attuali di supporto e resistenza, ma anche dove si verificheranno in futuro, rendendolo uno strumento prezioso per i trader di forex.

Indice di forza relativa (RSI): questo indice è un indicatore di momentum che confronta la media dei guadagni realizzati quando un tasso di cambio è aumentato nel corso di un determinato periodo di tempo (ad esempio 14 giorni) con le perdite medie registrate nello stesso periodo. Questo fornisce un’idea se una valuta sia destinata a essere sopravvalutata o sottovalutata nel prossimo futuro.

Average true range (ATR): l’ATR misura la volatilità di una tendenza, ma non identifica le tendenze stesse. L’ATR è un tipo di media mobile che confronta i massimi e minimi di un tasso di cambio nel corso di un determinato periodo di tempo con il prezzo di chiusura più recente, producendo l'”intervallo vero” per i cinque giorni di negoziazione più recenti, che viene poi mediato per ottenere l’ATR.

Deviazione standard: la deviazione standard è un modo per misurare la dimensione delle variazioni di prezzo al fine di identificare se i movimenti futuri saranno più o meno volatili. Anche in questo caso, non si identificano le tendenze, ma si valuta se la volatilità aumenterà o diminuirà in futuro.

Bollinger Bands: questo strumento definisce un intervallo all’interno del quale il tasso di cambio si muove generalmente, con la dimensione dell’intervallo che si allarga o si restringe in base alla volatilità recente. Quando il tasso si sposta al di fuori dell’intervallo, suggerisce che sta per rompere al rialzo o al ribasso.

PROVA A FARE TRADING FOREX CON UN CONTO DEMO GRATIS SU eTORO>>>

Utilizzare un approccio econometrico per prevedere il forex

Anche se i trader dispongono di una varietà di strumenti per migliorare la propria analisi tecnica, ognuno di essi ha scopi diversi e limitazioni specifiche. È per questo che devono essere utilizzati insieme al fine di ottenere un quadro chiaro e completo.

Un approccio econometrico al forex è uno dei più tecnici che si possano seguire. I modelli econometrici variano da strategia a strategia, poiché ogni trader sceglie quali fattori influenzano maggiormente i mercati valutari. Questi fattori vengono considerati le variabili chiave che influenzano il tasso di cambio di una determinata valuta e vengono quindi inseriti in un calcolo generico per generare una previsione sui futuri movimenti del mercato.

Questo modello è particolarmente efficace considerando che le variabili principali che incidono su una valuta sono diverse da quelle che influiscono su un’altra e che la relazione tra le coppie di valute varia. Ad esempio, un trader che cerca di calcolare l’andamento del tasso di cambio USD/CAD nel tempo potrebbe considerare fattori come la differenziale dei tassi di interesse tra i due paesi, il loro PIL o i tassi di crescita dei redditi.

Simulatore Trading eToro

Utilizzare l’approccio relativo alla forza economica per prevedere i movimenti del forex

Gran parte dei dati economici che possono scatenare i movimenti più bruschi nel mercato forex sono interconnessi. Lo stato del PIL, dell’inflazione e della crescita dei salari influisce sulle decisioni delle banche centrali in materia di politica monetaria, ad esempio, e la politica governativa può essere incentrata sul commercio o sui flussi di capitale (la guerra commerciale del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, con la Cina e il resto del mondo ne è un esempio).

Prevedere in quale direzione si stanno dirigendo i tassi di cambio, dipingendo un quadro della salute complessiva di un’economia, è chiamato approccio relativo alla forza economica. Questo non prevede quale dovrebbe essere il tasso di cambio, ma consente ai trader di decidere se ritengono che si stia dirigendo verso l’alto o verso il basso.

Prevedere i mercati forex utilizzando la parità dei poteri d’acquisto

Mentre l’approccio relativo alla forza economica cerca solo di prevedere la direzione dei tassi di cambio, l’approccio della parità dei poteri d’acquisto (PPP) cerca di prevedere quale dovrebbe essere effettivamente il tasso di cambio. Il PPP si basa sull’assunzione che il prezzo dei beni e dei servizi debba essere livellato tra diversi paesi.

L’infamante indice Big Mac è l’esempio migliore e più semplice. Questo indice misura il prezzo di un Big Mac di McDonald’s in diversi Paesi di tutto il mondo come indicatore delle performance delle valute. L’idea è calcolare quale tasso di cambio sarebbe necessario affinché un Big Mac che costa $5.00 negli Stati Uniti e €4.50 in Europa abbia lo stesso valore.

In questo caso, il tasso di cambio EUR/USD dovrebbe essere $1.11. Se il tasso di cambio attuale è superiore o inferiore a quello, allora, secondo l’approccio del PPP, è possibile che sia sopravvalutato o sottovalutato.

Prevedere il forex utilizzando la parità dei tassi di interesse e i tassi di interesse reali

Il principio della parità dei tassi di interesse (IRP) è lo stesso del PPP, ma invece di valutare il prezzo dei beni in diversi paesi, si concentra sul costo di diversi strumenti finanziari, con l’obiettivo che essi producano tutti gli stessi rendimenti una volta adeguati al tasso di interesse di ciascun paese.

Allo stesso modo, il modello dei tassi di interesse reali (RIR) si basa sul principio che un Paese con tassi di interesse più elevati vedrà la sua valuta apprezzarsi rispetto a una valuta di un Paese con tassi di interesse più bassi, perché i tassi più alti attraggono investimenti esteri e aumentano la domanda per la valuta locale.

Questi due modelli si concentrano sul flusso di scambi e investimenti tra diversi Paesi e su come influenzano i tassi di cambio. Il concetto alla base della teoria dei pagamenti è che la valuta di un paese si deprezzerà se importa più beni e servizi di quelli che esporta, e si apprezzerà quando il saldo commerciale di un paese è in surplus.

Il modello del mercato degli asset è simile, ma si concentra solo sul flusso di investimenti esteri dentro e fuori dai Paesi, assumendo che livelli più elevati di investimenti esteri facciano aumentare il valore della valuta di quel paese, mentre livelli più bassi causano deprezzamento.

APRI UN CONTO DEMO GRATIS CON ETORO – CLICCA QUI>>>

Utilizzare il sentiment per prevedere i movimenti del forex

L’ultimo approccio da considerare si basa sul sentiment, che, come accennato in precedenza, è ciò che determina l’offerta e la domanda che si traducono nei movimenti dei tassi di cambio.

Per altri tipi di trading, come le azioni, i volumi vengono spesso utilizzati per determinare il sentiment del mercato: volumi di trading più bassi possono suggerire un’atmosfera negativa, mentre volumi crescenti possono implicare livelli più alti di interesse e attività.

Tuttavia, il problema del forex in questo senso è che viene scambiato fuori dai mercati regolamentati (OTC), il che rende quasi impossibile tracciare i volumi di trading.

Tuttavia, ci sono modi per aggirare questo problema. Il modo migliore per analizzare il sentiment all’interno del mercato forex in assenza di dati sui volumi è il mercato dei futures forex, che fornisce un’idea di come i trader si sentono riguardo ai tassi di cambio nel futuro anziché nel presente. Se il prezzo dei futures sulle valute è marcatamente diverso dai prezzi spot, potrebbe implicare se il sentiment è rialzista o ribassista.

Lo strumento più ampiamente utilizzato a questo scopo è il rapporto degli operatori commerciali pubblicato dalla Commodity Futures Trading Commission, che dettaglia le posizioni long e short prese dagli investitori sui futures sulle valute.

Mentre il mercato dei futures consente ai trader di valutare il sentiment nel mercato, è importante notare che le dimensioni del mercato dei futures forex sono insignificanti rispetto al mercato spot. Pertanto, l’umore del mercato dei futures non può necessariamente essere considerato come un segnale consolidato di ciò che il mercato più ampio pensa.

logo broker etoro

Tutti i migliori broker CFD consentono di fare trading sul cross Eur/Usd e sulle coppie con il maggior volume di trading forex. Il nostro suggerimento è di usare eToro (qui la recensione), un broker che mette a disposizione anche un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri. In questo articolo abbiamo parlato di come fare trading su Eur/Usd con eToro.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.