L’EUR/USD incontra resistenza al livello chiave di 1.0550 in vista dei dati sul CPI degli USA

L'EUR/USD incontra resistenza sul livello chiave di 1.055 - BorsaInside.com

Nella sessione asiatica di venerdì, l’EUR/USD ha dimostrato una notevole resilienza, ribaltando il trend al rialzo dopo una sessione precedente segnata da andamenti negativi. Il prezzo spot si è mantenuto sopra il livello critico di 1.0540, suggerendo un quadro di forza relativa dell’euro nonostante le avversità incontrate.

Tuttavia, il ritracciamento di questo popolare cambio è stato in parte scatenato da dati economici positivi provenienti dagli Stati Uniti (US).

Momento positivo per il dollaro (USD)

Gli indicatori economici provenienti dagli Stati Uniti hanno contribuito ad alimentare l’ascesa del dollaro statunitense (USD). In particolare, l’Indice dei Prezzi al Consumo (CPI) ha superato le aspettative nel mese di settembre, registrando una solida crescita annuale del 3,7%, leggermente al di sopra delle previsioni del 3,6%. Questo dato ha confermato la robustezza dell’economia statunitense e ha suscitato l’interesse degli investitori verso il dollaro.

Inoltre, le richieste di sussidi di disoccupazione iniziali per la settimana conclusa il 6 ottobre hanno mostrato una tendenza leggermente positiva, con un modesto incremento di 209.000, leggermente al di sotto delle previsioni che si attestavano a 210.000. Questo leggero miglioramento ha contribuito a consolidare l’ottimismo nei confronti dell’economia statunitense.

La notizia più rilevante è stata l’incremento dell**’Indice dei Prezzi al Produttore (PPI)** negli Stati Uniti a settembre su base annua, passando dal 2,0% al 2,2%. Ancora più significativo, il PPI core, che esclude i prezzi dei prodotti alimentari e dell’energia, è salito al 2,7%, superando il previsto ritiro al 2,3%. Questo indicatore ha confermato una pressione inflazionistica sottostante, sollecitando un acceso dibattito sulla politica monetaria della Federal Reserve (Fed).

Clima di incertezza in Europa

Gli indicatori economici positivi hanno infuso nuova complessità nella discussione sull’orientamento futuro della politica monetaria della Fed, generando speculazioni su come l’istituzione potrebbe rispondere a questa situazione. Questi sviluppi offrono una prospettiva interessante per gli operatori di cambio EUR/USD.

Da parte dell’Eurozona, l’atteggiamento resta cauto a causa delle crescenti preoccupazioni relative a una possibile incertezza economica e alla possibilità di una recessione incombente.

Questo clima di incertezza ha innescato un dibattito sulla possibilità di ulteriori aumenti dei tassi d’interesse da parte della Banca Centrale Europea (BCE), con molte voci che suggeriscono che tale eventualità potrebbe essere temporaneamente accantonata. Tale posizione prudente potrebbe indebolire il cambio EUR/USD nei prossimi mesi.

Quali indicatori economici tenere d’occhio

Da notare che gli investitori sono in attesa dei dati sull’Indice di Sentimento dei Consumatori Michigan degli Stati Uniti, previsti per venerdì. Questo indicatore svolge un ruolo cruciale nel fornire insight sulla fiducia dei consumatori, offrendo importanti indicazioni sul sentimento economico generale. L’analisi di questi dati avrà un impatto diretto sulle aspettative e sulle decisioni relative al cambio EUR/USD.

Infine, quanto avverrà sul fronte dell’Eurozona sarà attentamente monitorato, con particolare interesse per i commenti della Presidente della BCE, Christine Lagarde. La sua partecipazione a un panel durante il World Bank Group e all’Annual Meeting del Fondo Monetario Internazionale in Marocco sarà cruciale per comprendere la prospettiva della BCE e le eventuali azioni che potrebbero essere intraprese.

Tutti i migliori broker CFD danno la possibilità di fare trading sul cross Eur/Usd. Noi consigliamo eToro (qui la recensione), dove puoi aprire un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri. Abbiamo anche dedicato un approfondimento su come fare trading su Eur/Usd con eToro.

logo broker etoro

Per fare trading forex con eToro clicca qui, e potrai aprire il conto demo gratis per iniziare senza rischiare.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading