FED sede

L’evento clou della settimana corrente riguarda la politica monetaria delle banche centrali, da cui, come noto dipende anche l’andamento del mercato valutario (Forex) e l’orientamento delle borse.

A differenza di quanto avviene solitamente, a giugno le riunioni di politica monetaria della Federal Reserve e della Banca Centrale Europea saranno l’una a ridosso dall’altra. Il timing suggerisce alta adrenalina sui mercati. Ad iniziare sarà la FED che riunisce il suo braccio operativo oggi e domani (la decisione ufficiale arriverà domani sera). Neppure un giorno di pausa e il 15 giugno sarà la volta della BCE che riunirà il suo board nella mattinata con conseguente diffusione delle decisioni ufficiali a ridosso del giro di boa delle 13,30 (a seguire poi la conferenza stampa della governatrice Lagarde).

Insomma a partire da oggi 13 giugno e fino al 15 giugno saranno tre bei giorni di fuoco. Vero è che le prime decisioni (quelle della FED) arriveranno domani sera e che oggi sarà fondamentalmente una giornata interlocutoria, tuttavia, e questo chi conosce i mercati lo sa bene, anche le indiscrezioni sono in grado di condizionare gli asset più esposti ai cambi di politica monetaria. Ciò significa che già oggi sarà un impazzare di previsioni e analisi su quelle che saranno le prossime mosse delle banche centrali.

Questo avviene sempre, figuriamoci in un momento molto delicato come quello attuale. Sono infatti settimane che il mercato ragiona sul possibile stop all’aumento del costo del denaro. Si tratta di uno scenario che ha più possibilità di verificarsi in Usa che in Europa. Oltre Oceano, infatti, l’inflazione sembra essere più sotto-controllo rispetto al Vecchio Continente ma soprattutto c’è la questione della crisi delle banche regionali con cui fare i conti. In Europa, invece, l’inflazione è si calata ma è ancora presto per poter cambiare direzione.

Insomma non è solo questione di timing a rendere la settimana potenzialmente frizzante per chi fa trading online ma è la stessa posta in gioco (ossia l’eventuale stop al rialzo del costo del denaro).

Proprio perchè l’appuntamento è così importante, in questo articolo ci occuperemo sia delle previsioni sulla riunione FED (la prima in ordine cronologico) che di quelle sulla riunione BCE.

Prima di scendere nel dettaglio, ricordiamo ai nostri lettori che grazie ai CFD è possibile investire sia sugli indici di borsa (ad esempio sull’S&P 500 della borsa di Wall Street) che sul forex (ad esempio sul cambio Euro Dollaro che, non ci vuole, la sfera di cristallo, sarà il cross più condizionato dalle mosse di FED e BCE).

Per speculare con i Contratti per Differenza è fondamentale usare sono i migliori broker CFD, i più affidabili. Broker come ad esempio eToro (qui la recensione gratuita) che hanno il vantaggio di offrire non solo un conto demo gratuito con cui fare pratica ma anche la possibilità di operare su mercati molto diversi tra loro (ad esempio Forex e indici di borsa) con una sola piattaforma.

–APRI UN CONTO DEMO ETORO GRATUITO E IMPARA A FARE CFD TRADING>>

Simulatore Trading eToro

Riunione FED 13/14 giugno 2023: previsioni

Secondo Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia, a tenere banco tra gli investitori sono l’annuncio sui tassi di interesse FED, il rilascio delle proiezioni economiche e la diffusione del grafico dotplot. Nel comunicato che la Federal Reserve aveva rilasciato dopo la riunione di maggio si era parlato di un’inflazione ancora alta. Il fatto, ha quindi precisato l’analista, è che nonostante i segnali incoraggianti che sono arrivati a maggio in merito ad un possibile leggero allentamento delle pressioni inflazionistiche, l’inflazione core Usa continua a restare troppo persistente e il mercato del lavoro degli States è troppo in salute (l’ultima rilevazione delle farm payrolls ha registrato la cifra più alta in quattro mesi, superando di gran lunga i 190.000 previsti).

In merito all’orientamento sui tassi, l’analista ha evidenziato che a partire da marzo 2022, la Federal Reserve ha sempre aumentato il costo del denaro ad ogni riunione, arrivando a creare un incremento cumulativo record di 500 punti base. Dopo la riunione di maggio, Jerome Powell, ha però aperto la porta alla possibilità che ci possa essere uno stop alla politica perseguita. Secondo l’analista non è da escludere che la pausa possa essere decisa già nel prossimo meeting di politica monetaria in modo tale da procedere ad una valutazione degli effetti delle politiche monetarie restrittive sull’economia degli States.

Quindi pausa nel meeting di giugno (ovvero niente rialzo dei tassi come fin qui avvenuto) e poi ripresa degli aumenti a luglio se le pressioni inflazionistiche non dovessero continuare a scendere. Situazioni in evoluzione ma di una cosa Diodovich è certo: nel 2023 non ci sarà alcun taglio del costo del denaro.

Per vedere questo scenario sarà necessario attendere il 2024.

Sulla stessa scia anche Kevin Thozet, membro del Comitato Investimenti di Carmignac, secondo il quale se da un lato la FED era riuscita a dissipare le aspettative di un taglio dei tassi per il resto dell’anno, dall’altro lato non è possibile ancora affermare che il lavoro dei banchieri centrali sia concluso.

E anche secondo le previsioni di Carmignac, la banca centrale Usa potrebbe sospendere il ciclo di rialzi dei tassi nel meeting di giugno, ma a causa dei “lunghi e variabili lag, tra e decisioni di politica monetaria e i loro esiti ci aspettiamo che la Fed adotti un approccio attendista“. 

La decisione della FED sui tassi potrebbe impattare soprattutto sull’andamento del cambio Euro Dollaro. Per investire il nostro suggerimento è di usare il citato eToro, broker che mette a disposizione anche un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri. In questo articolo abbiamo parlato di come fare trading su Eur/Usd con eToro. Per operare, invece, è sufficiente seguire il link in basso.

–REGISTRATI SU ETORO PER FARE TRADING CFD SU EUR/USD>>

Riunione BCE 15 giugno 2023: ecco le previsioni

Per quello che invece riguarda l’esito della riunione BCE del 15 giugno, l’analista di IG non sembra avere grandi aspettative complica anche la situazione macro dell’Europa.

Per l’esperto l’EuroTower non cambierà il proprio posizionamento hawkish e quindi ci saranno due rialzi di entrambi 25 punti base a giugno e a luglio. Questa impostazione è condivisa anche da Guillermo Felices, Global Investment Strategist di PGIM Fixed Income, per il quale non ci sono dubbi sul rialzo di 25 punti base nella riunione del 15 giugno.

Secondo l’esperto due sono gli sviluppi che mettono a rischio gli asset rischiosi nell’area Euro: un possibile nuovo inasprimento della politica monetaria e l’indebolimento dell’economia nell’area Euro.

Allo stesso tempo, però, c’è meno attenzione sul continuo ritiro della liquidità dal mercato da parte della BCE che comprende operazioni mirate di rifinanziamento a lungo termine (Targeted Longer-Term Refinancing Operations, TLTRO), di prossima scadenza, e ai rischi che l’EuroTower possa decidere di anticipare i piani di riduzione del bilancio (quantitative tightening).

Anche secondo Matteo Ramenghi – Chief Investment Officer UBS WM Italy, UBS Europe SE – le aspettative di mercato sono di un rialzo di 25 punti base, probabilmente seguito da un altro di medesimo ammontare a luglio. Per l’esperto, però, in seno all’EuroTower ci sarebbero versioni eterogenee e non è possibile dire quale sarà il picco dei tassi d’interesse. “Il rischio di rialzi eccessivi, o di tassi mantenuti a un livello elevato troppo a lungo, continua ad aleggiare sull’area euro” ha affermato Ramenghi.

Anche le previsioni sull’esito della riunione BCE sui tassi potrebbero condizionare l’andamento del cross Eur/Usd oltre che delle borse europee.

Con il broker eToro si può investire con i CFD su tantissimi asset operando da una sola piattaforma e con un deposito minimo di soli 50 dollari.

–REGISTRATI SU ETORO E FARE CFD TRADING CON SOLI 50 DOLLARI DI DEPOSITO MINIMO>>

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.