PIL Italia, Ref stima crescita economica al 5%

macro

Anche Ref sembra scommettere sulla crescita economica italiana, stimando un PIL + 5% nel 2021.

Ref ha annunciato di stimare il PIL italiano in crescita del 5% nel 2021, con un rapporto tra deficit e PIL pari al 10,7%. Stando al centro studi, comunque, la crescita economica dovrà affrontare una vera e propria corsa a ostacoli, con uno sviluppo del PIL che scenderà al 3,7% nel corso del 2022 e si assesterà al 2% nel 2023. Il deficit, intanto, scenderà rispettivamente al 5,1% e al 3,6% del Prodotto Interno Lordo.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Secondo la nota di Ref, da qualche mese l’economia italiana sta provando a ripartire, mostrando diversi segnali di rafforzamento. Nonostante ciò, prosegue il comunicato, è indubbio che vi siano numerose incertezze sulla propagazione del Covid-19, e come le varianti del coronavirus potrebbero mettere a serio rischio la tenuta del ritmo di ripresa attualmente in corso.

Per quanto concerne gli altri dati, il debito/PIL è visto al 157,9% nel corso di quest’anno, al 154,8% nel 2022 e al 154% nel 2023. Sul fronte del mercato del lavoro, il tasso di disoccupazione salirà al 10,4%, per scendere poi al 9,4% l’anno prossimo e al 9% nel 2023. L’inflazione dovrebbe invece attestarsi all’1,4% nel 2021, per scendere all’1% nel 2022 e rimanere sul punto percentuale anche nel 2023.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS