etoro

Istat, diffuso il dato definitivo sull’inflazione di agosto: + 2%

macro

L'inflazione di agosto viene leggermente limata rispetto ai dati provvisori, pur rappresentando il record da gennaio 2013.

L’Istat ha appena diffuso il dato definitivo sull’inflazione del mese di agosto, con una piccola limatura dal 2,1% al 2%. Si tratta comunque del massimo livello dell’inflazione dal 2013 a questa parte, considerato che a gennaio 2013, precedente record, l’aumento fu del 2,2%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

L’accelerazione, afferma l’istituto, è stata influenzata soprattutto dai prezzi dei beni energetici, che continuano a registrare uno sviluppo particolarmente ampio sia sul fronte della componente regolamentata che di quella non regolamentata. Inoltre, pur incrementando il livello sotto il punto percentuale, ad accelerare sono anche i prezzi dei beni alimentari e, soprattutto, quelli non lavorati. Ne deriva che i prezzi per i beni alimentari, per la cura della casa e della persona (ovvero, il c.d. carrello della spesa), crescono ora complessivamente dello 0,6%, contro lo 0% di luglio. I prezzi dei prodotti ad elevata frequenza di acquisto accelerano invece dal 2% al 2,4%.

Ancora, l’Istat sottolinea come l’inflazione di fondo (al netto di energetici e alimentari freschi) sia stabile allo 0,6%, mentre quella al netto dei soli beni energetici accelera da 0,4% a 0,5%. L’inflazione acquisita per il 2021 è pari all’1,7% sull’indice generale e allo 0,9% per la componente di fondo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS