Investire nel tech dei Paesi emergenti: le aziende su cui puntare nel 2021

Il 2021 dovrebbe essere un anno di importante rilancio per gli investimenti finanziari e, tra di essi, per quelli in tecnologia.

D’altronde, la pandemia da Covid-19 che abbiamo subito nel 2020 ha reso chiaro quanto sia importante l’approccio digital in qualsiasi ambito della propria vita, e non è certamente un caso che moltissime compagnie tech si siano sviluppate con ritmi di crescita impressionanti nel corso degli scorsi mesi.

Ma quali saranno i prossimi cavalli su cui puntare? In che modo investire nel tech dei Paesi emergenti?

Per cercare di rispondere a questa domanda Boston Consulting ha creato la sua Bcg Big Tech Challengers, che è esattamente ciò che si intuisce dal suo nome: una lista di aziende tecnologiche in forte crescita, il cui focus è proprio sui mercati emergenti, dall’America Latina all’Africa.

Chi sono le ambiziose società tech emergenti

La lista è composta da 100 società che hanno una valutazione media di mercato di 6,3 miliardi di dollari, e un fatturato di circa 2 miliardi di dollari. Numeri che – rispetto a Apple o Facebook – possono sembrare ben poca cosa, ma che in realtà sembrano promettere molto bene, considerato che si stanno sviluppando con tassi di crescita molto superiori alle big (anche del 70% di sviluppo dei ricavi su base annua).

In questo cluster spuntano dei nomi che potrebbero dire molto poco anche ai più attenti, come la QuintoAndar (Brasile), o la PolicyBazaar (India), ma che già oggi potrebbero costituire un approdo privilegiato per poter diversificare al meglio i propri investimenti.

Dove si trovano le tech challenger

Queste aziende di così rosee speranze si trovano in 14 diversi Paesi emergenti e sono oggi in grado di abbracciare tutte le principali macro regioni del mondo.

Naturalmente, in prima linea troviamo la Cina (40 aziende), davanti a India (17), Israele (9), Corea del Sud (8), Sud Est Asiatico (8), e ancora America Latina (6), ex Paesi URSS (6) e Africa (3). Ma ci sono anche Turchia (2) e Emirati Arabi Uniti (1), a conferma della distribuzione globale di queste compagnie.

Insomma, un recinto molto appetibile dal quale attingere!

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Mercati Emergenti

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.