Nothing, la startup di Carl Pei – cofondatore del produttore cinese di telefoni cellulari OnePlus – è in trattative con alcuni vettori americani per il lancio di un nuovo smartphone negli Stati Uniti. Ad affermarlo è lo stesso Carl Pei, secondo cui “il motivo per cui non abbiamo lanciato lo smartphone negli Stati Uniti è che è necessario un supporto tecnico aggiuntivo per supportare tutti i vettori e le loro personalizzazioni uniche da apportare ad Android“, ma che “ora stiamo discutendo con alcuni vettori negli Stati Uniti per lanciare potenzialmente un prodotto futuro“.

Certo è che lo scoglio da affrontare è tutt’altro che limitato: aziende del calibro di Apple e Samsung hanno infatti rapporti di lunga data con i principali operatori statunitensi, rendendo così molto più difficile la concorrenza per le aziende più piccole.

Tuttavia, Pei è sufficientemente ottimista del proprio futuro negli USA, dove peraltro proviene già un terzo delle vendite delle sue cuffie Ear. “È sicuramente un mercato in cui c’è già molto interesse per i nostri prodotti. E se lanceremo i nostri smartphone in questo mercato, sono sicuro che potremo ottenere una crescita significativa“, ha dichiarato.

L’azienda stima inoltre di decuplicare il proprio fatturato nel 2022, passando dai circa 20 milioni di dollari del 2021 ai 250 milioni di dollari stimati per quest’anno. Inoltre, ha più che raddoppiato i suoi dipendenti, diventati oltre 400. Nonostante ciò, la società è ancora in perdita. “L’obiettivo è essere redditizi nel 2024“, ha dichiarato Pei. “Al momento non siamo redditizi. E quest’anno è stato ancora più difficile a causa del cambio della valuta estera. Paghiamo gran parte del nostro COGS (costo del venduto) in dollari USA, ma guadagniamo in sterline, euro, rupie indiane, quindi tutto si è svalutato rispetto al dollaro USA”.

Infine, Pei ha dichiarato di simpatizzare con Elon Musk che – in qualità di nuovo CEO di Twitter – ha esercitato pressioni su Apple per le restrizioni dell’App Store e la tassa del 30% imposta sugli acquisti in-app. Ha aggiunto che, tra un paio d’anni, Nothing potrebbe dover “riflettere seriamente su questo problema e su come affrontarlo” perché “creerà un tetto alla nostra crescita“.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.