4 azioni di Borsa Italiana che faranno meglio del mercato: scopriamole una per una

Le 4 azioni di Borsa Italiana che faranno meglio del mercato di riferimento - BorsaInsids

Inserire in portafoglio azioni che possono avere un andamento migliore del mercato/settore di riferimento è fondamentale se si vuole tratte profitto dal proprio investimento. Del resto proprio questa è una delle strategie che i traders seguono di più. Tuttavia affermare che sia necessario comprare le azioni che faranno meglio del mercato è molto semplice ma trovare questi titoli lo è molto di meno.

Ecco perchè abbiamo pensato ad un articolo che comprende ben 4 azioni che potrebbero battere il settore di riferimento. Ovviamente si tratta di una stima che, tuttavia, non abbiamo elaborato noi ma analisti accreditati. Questo significa che il livello di affidabilità di una simile previsione è molto alto (sempre tenendo conto di un certo margine di rischio).

Ma cosa significa che un titolo farà meglio del settore di riferimento? In realtà quando usiamo una espressione di questo tipo, lo facciamo solo perchè in italiano una parola come “outperform” non può essere tradotta. E outperform è proprio il rating che gli analisti hanno assegnato a questi 4 titolo destinati a battere il mercato.

Prima di fare definitivamente luce su queste 4 azioni (le identificheremo una per una e poi spiegheremo perchè, secondo gli esperti, questi titoli possono battere il mercato) è utile capire cosa si intende con rating outperform.

Cosa è il rating outperform e cosa significa

La denominazione “rating outperform” viene usata nell’analisi finanziaria e nei processi di valutazioni delle azioni e degli investimenti, per indicare che una particolare particolare azione o titolo supererà le prestazioni medie del mercato o di un settore specifico in un certo periodo di tempo. In altre parole, un rating outperform suggerisce che l’investitore dovrebbe considerare l’acquisto o il mantenimento di quella particolare azione o titolo perché si prevede che comporterà rendimenti superiori rispetto alla media.

Ora outperform viene solitamente ritenuto un rating di appena un gradino più basso rispetto a buy che è il massimo. Tuttavia comprare e fare meglio del settore di riferimento/mercato sono raccomandazioni molto assimilabile tra di loro. Infatti è ovvio che se un titolo, stando alle previsioni, dovrebbe fare meglio del mercato, allora, logica vuole, che andrebbe comprato se ancora non lo si ha in portafoglio oppure andrebbe mantenuto in portafoglio se ancora non lo si ha.

Premesso questo possiamo ora vedere quali sono queste 4 azioni con rating outperform. Sono tutti titoli quotati su Borsa Italiana che, nei giorni scorsi, sono finiti sotto la lente di ingrandimento degli analisti di Mediobanca. E vediamo allora cosa hanno detto gli esperti di Piazzetta Cuccia.

Rating outperform per queste 4 azioni di Borsa Italiana

I 4 titoli di Borsa Italiana che hanno incassato il rating outperform dagli analisti di Mediobanca sono:

  • Danieli & C.
  • Luve
  • Iren
  • OVS

Esaminiamo uno per uno:

  • Azioni Danieli & C.: per gli analisti di Mediobanca, le azioni Danieli &C. dovrebbero sovraperformare il mercato. Nel loro report gli esperti di Piazzetta Cuccia hanno rivolto l’attenzione sul nuovo ordine commissionato da Tata Steel che riguarda il miglioramento del sistema di riscaldamento dell’altoforno degli impianti siderurgici indiani di Jamshedpur e Meramandali. Per gli esperti anche se l’ammontare preciso della nuova commessa non è stato stabilito, essa potrebbe portare ad un piccolo al portafoglio ordini della divisione plant-making di Danieli & Co. Da qui la valutazione ouperform.
  • Azioni Luve: LuVe è un’azienda italiana specializzata nella produzione di scambiatori di calore e prodotti correlati che è è diventata un importante player nel settore della climatizzazione, della refrigerazione e della ventilazione. I prodotti di Lu-Ve includono una vasta gamma di scambiatori di calore, come evaporatori, condensatori e radiatori, utilizzati in applicazioni industriali e commerciali per il raffreddamento e il riscaldamento. Il prossimo 7 settembre la quotata pubblicherà i conti trimestrali. Gli analisti di Mediobanca si attendono ricavi pari a 170 milioni di euro e a un utile netto che dovrebbe subire un calo a 8,3 milioni di euro a causa dei maggiori accantonamenti, ammortamenti e oneri finanziari. Scendendo nelle voci del conto economico, l’Ebitda adjusted è visto a 22,9 milioni di euro, mentre la marginalità dovrebbe segnare un miglioramento dal 13,4 per cento al 13,5 per cento.
  • Azioni Iren: in questo caso a giustificare il rating outperform assegnato dagli analisti di Mediobanca sono state le recenti novità nel management. A seguito delle dimissioni presentate il 12 giugno scorso da Gianni Vittorio Armani, il consiglio di amministrazione di Iren ha cooptato Paolo Emilio Signorini, nominandolo quale nuovo Amministratore Delegato e Direttore generale del gruppo emiliano (settore utility).
  • Azioni OVS: e per finire c’è la nota catena retail italiana dell’abbigliamento. La società ha recentemente fornito un aggiornamento del suo piano di acquisto di azioni proprie rendendo noto al mercato che nel periodo compreso tra il 24 e il 30 agosto scorsi, ha acquistato azioni proprie al prezzo medio di 2,2107 euro. Tutta l’operazione ha portato ad esborso complessivo di 375mila euro. Grazie ai nuovi acquisti di azioni proprie, OVS ora ha in mano il 6,9853 per cento del proprio capitale.

Questi 4 titoli (tutti di settori diversi tra loro) dovrebbero fare meglio del settore di riferimento secondo Mediobanca.

Visto che, stando alle previsioni, sono destinati a battere i competitors, c’è un modo per investire su di loro e magari comprare adesso che le valutazioni sono più basse in vista di un loro rialzo? Diciamo subito che si tratta di quotate a media capitalizzazione. Tra le 4 che abbiamo citato non ci sta un solo titolo che è quotato sul Ftse Mib. Questo significa che è impensabile che queste quotate siano presenti nell’offerta delle solite piattaforme di trading. Allora si può pensare di guardare ad una banca italiana come Fineco che offre un’ottica copertura su tutta Borsa Italiana.

azioni FinecoBank

Fineco è la piattaforma NR 1 in Italia e consente di fare trading online su tantissimi mercati. Per quello che riguarda i costi viene applicato un sistema di commissioni che decresce con l’aumentare dei volumi di trading.

E per finire, Fineco, offre anche 50 ORDINI GRATUITI e 12 mesi a zero canone.

Inizia a fare trading con la piattaforma NR 1 in Italia > Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading