Borsa Italiana: quali sono le azioni più shortate e chi shorta di più?

Quali sono le azioni più shortate su Borsa Italiana? Questa domanda non è solo frutto di curiosità ma anche di uan esigenza di tipo prettamente operativo. Sapere su quali azioni i grandi fondi hanno attive posizioni short significa farsi un’idea di quelle che sono le strategie di investimento dei grandi e magari prendere spunto nella personale operativià trading. Conoscere le posizioni short attive non è un’impresa. E’ la stessa Consob, infatti, che fornisce con cadenza quasi giornaliera quelli che sono gli aggiornamenti sulle posizioni corte. Secondo i dati riepilogativi del mese di luglio, i fondi che vantano maggiori posizioni corte attive sulle società di Borsa Italiana (Ftse Mib) sono: AQR, Marshall Wace e Kairos. AQR ha il 12,39% di capitale impiegato per lo short e 8 posizioni corte attive; Marshall Wace ha il 9,88% di capitale impegnato nello short e 8 posizioni nette ribassiste e, per finire, Kairos ha il 4,08% di capitale impiegato in posizioni corte con 3 posizioni short attive. I fondi più attivi quindi sono i tre citati. Ovviamente questa è solo una informazione accessoria. La vera informazione utile per fare trading online sulle azioni è quella relativa alle azioni che sono più shortate sul Ftse Mib.

Secondo le rilevazioni Consob del 10 agosto scorso, ultimo dato dispobile e aggiornato, le azioni Azimut sono in assoluto quelle più shortate con ben 8 operazioni short nette aperte per una quota di capitale complessiva che ammonta all’8,91%. In questa particolare classifica, a collocarsi alle spalle di Azimut è poi Banco BPM (banca nata dalla fusione tra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano) e quindi BPER Banca (ex Banca Popolare dell’Emilia Romagna). Banca BPM è la seconda più shortata dai fondi e vanta un totale di 7 posizioni nette corte aperte e un capitale impiegato da parte degli hedge fund del 7,50%. BPER Banca, invece, vanta 7 posizioni nette ribassiste e il 6,43% del capitale. 

Rispetto alle posizioni ribassiste nette precedenti, ci sono state delle variazioni nella classifica delle azioni più shortate sul Ftse Mib. L’esposizione dei fondi su Azimut è infatti scivolata dal 9,53% all’8,91% attuale, quella su BPER Banca è invece passata dal 7,56% al 7,15%. In aumento invece l’esposizione short sul Banco BPM che è passata dal 6,57% al 7,4% attuale. 

Il fatto che le tre azioni più shortate di Borsa Italiana siano quelle di tre società finanziarie non è casuale. Da tempo, infatti, sono proprio le azioni delle banche ad essere le più shortate sul Ftse Mib. Questa tendenza riguarda anche le banche che non sono quotate sul principale indice azionario della borsa di Milano. Posizioni short sono infatti attive anche su Banca Monte dei Paschi di Siena e Banca Carige. 

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading