Azioni Unicredit e ipotesi fusione (ma con chi): di certo sarà catalizzatore di lungo termine per i prezzi

Azioni Unicredit e ipotesi fusione (ma con chi): di certo sarà catalizzatore di lungo termine per i prezzi
© iStockPhoto

Tornano le ipotesi di fusione per Unicredit e il 2019 viene indicato come un anno clou per gli scenari di integrazione tra banche europee

CONDIVIDI

Di certo c'è solo che le ipotesi di fusione che vedono al centro Unicredit avranno un impatto positivo sull'andamento del titolo della banca guidata da Mustier su Borsa Italiana. Per il resto è tutto avvolto nel mistero vale a dire che, ad oggi, non si sa con certezza con quale altra banca Unicredit potrebbe fondersi. Le ipotesi di integrazione non sono nuove per piazza Gae Aulenti e, come certamente ricorderai se sei solito investrire in azioni Unicredit anche attraverso il trading di CFD, ogni qual volta si è parlato di possibile fusione, il prezzo delle azioni Unicredit ha immediatamente registrato variazioni anche molto consistenti. Un articolo di approfondimento sulla questione che è apparso sul giornale economico Il Sole 24 Ore, ha affermato che, con tutta probabilità, il 2019 sarà un anno denso di novità per quello che riguarda l'ipotesi fusione. Ovviamente questo non significa che il prossimo anno Unicredit si fonderà con un'altra banca ma più semplicemente che nel 2019 piazza Gae Aulenti potrebbe essere molto attiva su questo fronte. 

Secondo il pezzo de Il Sole 24 Ore, il 2019 potrebbe essere l'anno "della grande fusione che accentui il profilo paneuropeo del gruppo, riducendo il peso relativo dell’Italia". Unicredit, secondo il quotidiano economico-finanziario degli industriali, quindi, guarderà a partire dall'anno prossimo sempre più verso l'europa. Di nomi sul partner della banca di Mustier se ne sono fatti tanti in questi mesi (mai confermati dal management della stessa banca) ma in nessun caso si è trattato di nomi italiani. Se ci sarà una fusione con al centro Unicredit, essa riguarderà solo ed esclusivamente una banca europea. Nei mesi scorsi si era parlato di due scenari molto arditi. Il primo faceva riferimento a una fusione tra Unicredit e Commerzbank e il secondo a una possibile fusione tra Unicredit e la francese Societe Generale SocGen. Ebbene l'ipotesi integrazione tra Unicredit e la tedesca Commerzbank dovrebbe essere definitivamente tramontata visto che la seconda appare essere destinata ad una fusione con la connazionale Deutsche Bank. Per quello che riguarda invece la strada che porta a Parigi e quindi a una ipotesi fusione con SocGen, gli ostacoli sul cammino sarebbero così numerosi dallo scoraggiare i rispettivi management. Più fattibile (ma parlo sempre a livello di ipotesi), la strada che porta ad una integrazione con la banca inglese Lloyds Bank o con l’olandese Abn Amro o l’altra olandese Ing.

Cero è solo che ci saranno delle novità il prossimo anno anche perchè era stato lo stesso Mustier in occasione della presentazione dei conti del primo semestre ad affermare che "nel prossimo piano a fine 2019 saranno valutate anche le opzioni di crescita esterna".

Operativamente parlando, le ipotesi di fusione sono uno spunto nitido per investire in azioni Unicredit nel lungo termine. Certamente c'è bisogno di tanta pazienza per approfittare di un assist di questo tipo. La quotazione Unicredit su Borsa Italiana oggi riparte da 14,19 euro. Andando a guardare ai grafici puoi notare come nell'ultimo mese il valore di Unicredita abbia subito un apprezzamento dell'8,5 per cento mentre su base annua il prezzo delle azioni è calato del 19,55 per cento. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro