Banca Carige salvata in 10 minuti: ecco cosa prevede il decreto di salvataggio

Banca Carige salvata in 10 minuti: ecco cosa prevede il decreto di salvataggio

Il governo scende in campo per il salvataggio di Banca Carige con un decreto ad hoc che ricorda quelli di Renzi

CONDIVIDI

La risposta definitiva alla crisi di Banca Carige, le cui azioni e i cui bond sono sospesi a tempo indeterminato su Borsa Italiana, è alla fine arrivata dal governo Lega 5 Stelle. Quei partiti che per tutta la campagna elettorale avevano rivolto pesanti accuse al Partito Democratico affermando che mai e poi mai sarebbero più stati dati soldi alle banche, sono stati costretti a prendere atto della gravita della situazione e a scendere in campo in modo diretto. Il salvataggio di Banca Carige si confira, quindi, come la più classica delle operazioni di supporto da parte dello Stato ad una banca non solo in grave difficolta ma addirittura sull'orlo del precipizio. Probabilmente senza l'intervento del governo, i tempi del salvataggio di Banca Carige si sarebbero allungati e non è detto che si sarebbe arrivati ad una soluzione. 

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Fatta questa premessa, cosa prevede il decreto del governo su Banca Carige? Anzitutto va chiarito che solo i più sprovveduti poteva pensare che CariGenova sarebbe stata lasciata da sola. Le ultime, pesanti, evoluzioni della crisi di Banca Carige, infatti, avevano reso indispensabile un intervento deciso del governo italiano. Il decreto per il salvataggio di Banca Carige da parte dello Stato ha l'esaustivo titolo di "Disposizioni urgenti per la tutela del risparmio nel settore creditizio" ed è stato approvato dall'esecutivo ieri sera alle ore 21 nel corso di un consiglio dei ministri che è durato appena 10 minuti!

I punti cardine del decreto salva Banca Carige sono essenzialmente due. Da un lato c'è il via libera della garanzia da parte dello stato all'emissione dei nuovi bond da parte della banca con conseuente possibilità di un auemento di capitale a carico del Tesoro. In pratica lo Stato aiuterà Banca Carige a fare quello che da sola non è stata in grado di fare. In tal senso sembra essere molto accreditata la possibilità di intervento della SGA ossia la ex ’bad bank’ del Banco di Napoli per procedere con l'acquisizione di una parte della mole di crediti deteriorati che Banca Carige ha in pancia. L'ex Banco di Napoli è oggi in mano al Tesoro. 

Queste le due linee di intervento che sembrano trasparire dal comunicato stampa diffuso al termine del consiglio dei ministri di ieri sera dove si può leggere che "in considerazione degli esiti del recente esercizio di stress cui la banca è stata sottoposta, viene prevista la possibilità per Carige di accedere - attraverso una richiesta specifica - a una ricapitalizzazione pubblica a scopo precauzionale, volta a preservare il rispetto di tutti gli indici di patrimonializzazione anche in scenari ipotetici di particolare severità e altamente improbabili”.

A questo punto non sono in pochi a ritenere che il salvataggio di Banca Carige sarà una riedizione di quello fatto a suo tempo su Banca MPS

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro