Azioni Juve e boom debito primo semestre 2018/2019: quale reazione su Borsa Italiana oggi?

Azioni Juve e boom debito primo semestre 2018/2019: quale reazione su Borsa Italiana oggi?

La Juventus ha presentato la semestrale e ha anticipato che l'esercizio 2018/2019 è attualmente previsto in perdita

CONDIVIDI

Le azioni Juventus si candidano di diritto ad essere tra quelle più interessanti nell'ultima di Ottava. La quotazione Juve, infatti, potrebbe subire anche marcate variazioni a seguito della pubblicazione della semestrale. Ieri pomeriggio, in piena fase di negoziazione, Juventus FC ha reso noti i conti del primo semestre 2018/2019. L'appuntamento era molto atteso anche perchè, in un contesto generale caratterizzato da una profonda incertezza legata agli scarsi risultati ottenuti fin qui dai bianconeri in Champions League, proprio la semestrale si era candidata a riportare l'appeal sul titolo. Per capire come conviene posizionarsi sulle azioni Juve su Borsa Italiana oggi è quindi necessario esaminare attentamente i vari risultati semestrali. 

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Il primo dato che balza all'attenzione del lettore guardando i conti del primo semestre della Juventus è rappresentato dai ricavi. Il fatturato semestrale della Juve si è attestato a quota 330,22 milioni di euro con un rialzo del 13,6 per cento rispetto ai 290,59 milioni di euro registrati alla fine del primo semestre dell'esercizio precedente. Attenzione perchè i ricavi Juve sono aumentati nonostante minori proventi della gestione calciatori. Questa voce ha infatti segnato un calo da 76,84 milioni a 58,91 milioni di euro. Variazione negativa per il risultato operativo della Juventus che ha registrato un ribasso da 51,05 milioni a 17,04 milioni di euro. La contrazione del risultato operativo è stata del 66,7 per cento. Ad impattare in modo negativo sono stati i maggiori costi per personale tesserato ma anche i più alti ammortamenti e le più consistenti svalutazioni sui diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori. Molto debole, per finire, anche l'utile semestrale Juventus che è stato pari ad appena 7,46 milioni di euro contro i 43,31 milioni realizzati dalla società al termine del primo semestre 2017/2018. 

Il vero tallone d'achille della società calcistica è rappresentato dal debito Juventus. Alla fine del 2018 l'indebitamento netto aveva segnato un aumento a 384,3 milioni di euro contro i309,8 milioni di inizio esercizio. Il riazlo del debito è stati causato dagli esborsi legati alle campagne trasferimenti. Insomma, come già intuibile da tempo, l'acquisto di Cristiano Ronaldo ha prodotto debito nelle casse dei bianconeri. 

Purtroppo l'esercizio 2018/2019 della Juve (l'anno fiscale si chiude a giugno) è atteso ad oggi in perdita. Il management della società ha però precisato che i numeri finali dipenderanno dall'andamento di risultati in campo e, in modo particolare, da quello che avverrà in Champions League. Se la Juve dovesse uscire agli Ottavi sarebbe una brutta notizia per i conti della società. 

Il prezzo delle azioni Juve sul Ftse Mib oggi parte da 1,2 euro. La seduta di ieri si è chiusa con un nuovo calo che ha portato la performance del titolo su base mensile ad un rosso del 15 per cento. 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro