Banca Carige: conversione bond in azioni e salvataggio vicinissimi

Banca Carige: conversione bond in azioni e salvataggio vicinissimi

Possibile svolta a giorni per il salvataggio di Banca Carige: ecco le ultime indiscrezioni di stampa sulla conversione bond

CONDIVIDI

Il piano di salvataggio di Banca Carige potrebbe essere questione di giorni. A differenza di quanto avvenuto nelle scorse settimane oggi si respira un certo ottimismo negli ambienti finanziari in merito al salvataggio di CariGenova. Di concreto non c'è nulla ma le ultime indiscrezioni lasciano trapelare la possibilità che già nei prossimi giorni possano esserci delle novità. 

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Come noto il piano di salvataggio di Banca Carige si dovrà poggiare su due pilastri imprescindibili. Il primo pilastro che dovrà fare da base al salvataggio di Carige è la formalizzazione dell'offerta da parte di BlackRock mentre il secondo, anche esso indispensabile, è la conversione del bond Banca Carige in azioni. Proprio su questo secondo punto si sono concentrati gli ultimi rumors di stampa. Secondo alcune voci di corridoio il Fondo Interbancario sarebbe pronto a procedere con la conversione del bond in azioni Banca Carige. L'operazione, sempre stando alle indiscrezioni di stampa, potrebbe avvenire nel giro di 15 giorni. I tempi per una svolta quindi sono stretti, almeno secondo le ipotesi della stampa. Una volta effettuata la conversione del bond Banca Carige, la strada per l'attuazione del piano di salvataggio sarebbe tutta in discesa.

Secondo Il Sole 24 Ore è molto probabile che la questione della conversione del bond venga affrontata il prossimo 6 maggio. Per quella data è infatti previsto un consiglio che, a questo punto, potrebbe essere determinante nel cammino verso la conversione delle obbligazioni. Lo stesso quotidiano di Confindustria ha anche ricordato che la sottoscrizione, avvenuta a suo tempo, del bond da 320 milioni di euro da parte delle banche facenti parte dello Schema volontario del Fondo interbancario di tutela dei depositi (FITD), è stata si importante ma senza conversione in azioni è destinata ad essere poco utile al salvataggio di CariGenova.

L'obiettivo del FITD è quello di restare al di sotto del 50 per cento, evitando così di essere costretto a prendere il controllo della banca. 

Ad ogni modo, come messo in evidenza nella prima parte del post, la conversione del bond in azioni è solo uno dei pilastri del salvataggio di Carige. Affinchè la banca ligure venga messa in sicurezza è necessario che BlackRock formuli la sua offerta. I margini di trattativa sono quasi nulli anche prchè, ad oggi, solo il fondo Usa si è fatto avanti con il Fondo Interbancario. L'incertezza è talmente elevata che la stessa data di presentazione dell'offerta è stata posticipata al 20 maggio prossimo. Intanto le azioni Banca Carige continuano ad essere sospese. 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro