Utile trimestrale UBI Banca oltre attese, sprint azioni dopo conti primo trimestre 2019

Rally delle azioni UBI Banca nella seconda parte della seduta di Borsa Italiana in scia alla pubblicazione dei conti del primo trimestre 2019. Mentre è in corso la scruttura del post, la quotazione UBI Banca registra un balzo del 2,25 per cento a quota 2,64 euro e conquista la vetta del paniere di riferimento di piazza affari. Attualmente, quindi, le azioni UBI Banca sono le migliori sul principale indice azionario di Borsa Italiana.

E’ significativo annotare che il rally del titolo ha avuto inizio attorno alle ore 14,10, in scia alla pubblicazione dei conti trimestrali. L’allungo registrato dalla società è il segnale che la trimestrale UBI Banca è piaciuta al mercato. In particolare la sterzata del titolo con successivo rally potrebbe essere ispirata dal dato relativo all’utile netto. Nel dettaglio la banca bergamasca ha chiuso i primi tre mesi dell’esercizio 2019 con un utile netto pari a 82,2 milioni di euro che è risultato inferiore del 30,1 per cento rispetto al dato di un anno fa (esercizio 2018) ma comunque superiore a quelle che erano le attese degli analisti.

L’utile netto trimestrale UBI Banca ha fatto meglio delle previsioni e ovviamente questo ha scatenato gli acquisti che sono ora in corso. Nel complesso sono stati tutti i conti del primo trimestre 2019 di UBI Banca a battere le attese del mercato. 

Sull’andamento dell’utile trimestrale di UBI Banca ha pesato l’avvenuta contabilizzazione di 42,6 milioni netti riguardanti l’accordo sindacale di marzo. Al netto delle poste non ricorrenti l’utile del primo trimestre 2019 di UBI Banca sarebbe stato pari a 124,9 milioni, valore che si raffronta con i 121 milioni del primo trimestre 2018. Per quello che riguarda le altre voci della trimestrale, i proventi operativi non hanno registrato variazioni di rilievo attestandosi a quota 920,6 milioni di euro contro i 895 milioni indicati dalle stime.

In rialzo dell’1,8 per cento a quota 445,6 milioni di euro il margine operativo della banca mentre le commissioni nette si sono attestate a quota 401 milioni con un ribasso dell’1,6 per cento rispetto a un anno e contro un consensus pari a 396 milioni di euro. Variazione negativa per gli oneri operativi trimestrali di UBI Banca che, alla fine del primo trimestre 2019, erano pari a 604,8 milioni con un calo del 2,9% anno su anno. Di conseguenza il rapporto cost/income ha segnato un ribasso al 65,7 pe r cento.

In relazione ai parametri sulla solidità patrimoniale e sulla qualità del credito, gli NPL lordi hanno segnato un calo del 2,7 per cento mentre il coefficiente Cet1 fully loaded si è attestato all’11,47 per cento in rialzo rispetto all’11,34 per cento che era stato comunicato alla fine del 2018. 

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.