Azioni Enel oggi “pagano” la multa da 5.5 mln alla controllata Endesa

A causa di comunicazioni ingannevoli ai suoi clienti svolte durante le campagne invernali del 2012-2013 e 2013-2014, la società Endesa, controllata da Enel, è stata multata per 5.5 milioni di euro dalla Consob spagnola.

La notizia ha avuto ripercussioni anche sul titolo Enel, arrivato a cedere lo 0.50% nella tarda mattina della sessione odierna.

La CNMC (Comisión Nacional de los Mercados y la Competencia) sostiene che Endesa abbia utilizzato un “canale di comunicazione privilegiato” e compiuto “azioni ingannevoli” nei confronti dei consumatori domestici, al fine di indirizzarli alla sua offerta di libero mercato.

Secondo la CNMC è stata sfruttata la scarsa conoscenza del consumatore medio sulle differenze tra le offerte.

Mentre sul fronte spagnolo Enel sta affrontando qualche difficoltà, sul fronte americano la società guidata da Francesco Starace prosegue senza ostacoli la campagna espansionistica in Cile e Perù.

Secondo quanto riportato dal quotidiano cileno El Mercurio Inveriones, Enel Americas avrebbe presentato infatti un’offerta non vincolante per acquisire l’83,78% del distributore elettrico peruviano Luz de Sur e il 100% di Chilquinta in Cile.

La notizia era comunque nell’aria, dopo che il 20 maggio scorso l’amministratore delegato di Enel Francesco Starace aveva dichiarato l’interesse del gruppo verso i due asset messi sul mercato in Cile e Perù da parte di Sempra Energy.

Chilquinta è il terzo distributore elettrico in Cile e fornisce elettricità a 2 milioni di consumatori. Luz de Sur è invece la maggiore compagnia elettrica del Perù con quasi 5 milioni di clienti; ha una capitalizzazione di mercato pari a 1,8 miliardi di dollari, con un ebitda atteso per il 2019 di 245 milioni di dollari e un debito netto di 600 milioni di dollari.

L’operazione è stimata in un controvalore pari a circa 2,5 miliardi di dollari.

Analisi titolo ENEL a cura di EXANTE

Il prezzo delle azioni Enel ha tagliato il traguardo della seduta di oggi di Borsa Italiana con un ribasso dello 0,39 per cento a quota 6,201 euro. Nel corso della mattinata il titolo del colosso elettrico ha raggiunto un minimo intrday a 6,19 euro prima di limare il passivo. 

La seduta di ieri si è chiusa in calo dello 0.11% a 6.225 euro.

Il sentiment del mercato su Enel è rialzista ormai dall’autunno scorso, con il mercato che nell’ultimo mese ha fornito un allungo decisivo in chiave rialzista; nel mese di giugno il titolo ha registrato solamente tre sessioni chiuse con il segno negative.

Da inizio anno il valore delle azioni di Enel è salito del 25%, toccando un nuovo massimo a 6.339 euro nella giornata di martedì scorso; tale livello non veniva toccato da 11 anni.

La dinamica attuale del mercato lascia ancora spazio all’apertura di nuove posizioni in acquisto, anche se molto presto non è da escludere che possano arrivare delle prese di beneficio, visti i sostanziali rialzi degli ultimi mesi.

Il quadro tecnico sulle azioni Enel resta favorevole ai compratori e le eventuali correzioni costituiscono occasione per rientrare a mercato in acquisto, specie se il mercato dovesse toccare quota 5.90 euro; lo scenario rimarrebbe immutato a meno che di assistere a chiusure inferiori a 5.4euro,

I prossimi livelli di resistenza sono posizionati a 6.4 e 6.60 euro, mentre più in alto bisogna salire fino a quota 7 euro per trovare il prossimo livello resistivo particolarmente significativo.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.