Dividendo Poste Italiane 2020: c’è l’acconto. Attesa per performance azioni su Borsa Italiana oggi

Sarà l’acconto sul dividendo Poste Italiane 2020, relativo all’esercizio 2019, uno degli argomenti clou della seduta di oggi di Borsa Italiana. La decisione della società gialla di riconoscere un acconto sulla cedola relativa all’esercizio in corso non potrà che trovare il favore di azionisti e investitori. Di conseguenza è logico attendersi una reazione sulle azioni Poste Italiane oggi fin dall’apertura delle negoziazioni a piazza affari.

Le delibere in merito ai dividendi Poste Italiane sono state adottate nell’ambito dell’approvazione dei conti del primo semestre e dei risultati relativi al secondo trimestre 2019 della società gialla. Partiamo però proprio dall’ammontare della cedola. 

Il management della società ha deciso di riconoscere agli azionisti un acconto sul dividendo 2020 il cui ammontare sarà successivamente stabilito. L’impegno a staccare una cedola a titolo di acconto, comunque, c’è e questo è dimostrato dal fatto che il vertice della società abbia già fisssato la data di stacco dell’acconto sul dividendo: il 20 novembre 2019. 

Per quello che riguarda la semestrale Poste Italiane, la società ha chiuso il primo semestre dell’anno in corso con un aumento dell’utile, dei ricavi e del risultato operativo. Più nel dettaglio, i ricavi di Poste Italiane sono stati pari a 5,52 miliardi con una progressione dell’1,7 per cento nel confronto con il primo semestre 2018. Balzo in avanti anche per la voce relativa ai ricavi normalizzati che si è attestata a quota 5,24 miliardi di euro facendo registrare una crescita del 4,5 per cento su base annua. Si ricorda che i ricavi normalizzati non includono le poste straordianarie. 

Il segno verde ha caratterizzato anche il risultato operativo Poste Italiane che, alla fine del primo semestre 2019, si è attestato su un livello superiore a quota 1 miliardo con la versione normalizzata che è stata pari a 825 milioni di euro con una progressione del 17,6 per cento su base annua.

Per finire, l’utile netto Poste Italiane è stato pari a 570 milioni di euro con un rialzo del 18 per cento su base annua. 

Relativamente al solo secondo trimestre 2019 (i dati sugli ultimi tre mesi del periodo in esame possono essere utili per capire se è meglio comprare o vendere azioni Poste Italiane sul Ftse Mib oggi), la società ha messo a segno ricavi pari a 2,68 miliardi, con un rialzo del 5,3 per cento anno su anno, un risultato operativo pari a 464 milioni di euro, ossia il 32,5 per cento in più su base annua, e un utile netto di 324 milioni di euro in rialzo del 29,9 per cento su base annua. 

ll prezzo delle azioni Poste Italiane sul Ftse Mib oggi riparte da 9,36 euro. Performance ultimo mese positiva per lo 0,84 per cento. 

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.