Skin ADV

Banco BPM brilla: c’è ancora spazio per ulteriori rialzi dei prezzi?

Banco BPM brilla: c’è ancora spazio per ulteriori rialzi dei prezzi?
© Shutterstock

Prosegue anche oggi l'apprezzamento delle azioni Banco BPM provocato dai buoni conti del primo semestre 2019

I dati trimestrali di Banco BPM, usciti nel tardo pomeriggio di martedì, hanno sorpreso analisti ed investitori.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Il mercato ha apprezzato i risultati finanziari dell’istituto di credito e nella giornata di ieri il titolo di BPM è stato caratterizzato da una forte espansione di volatilità; gli scambi hanno portato BPM a chiudere a quota 1,774, con un rialzo del 4,72%.

L’utile netto della banca, nei primi sei mesi del 2019 è stato pari a 593,13 milioni di euro, in rialzo del 68,2% su base annua.

L’utile netto del secondo trimestre dell’anno si attesta invece a 443 milioni di euro, mentre il consensus segnalava 415 milioni di euro.

I proventi operativi hanno però fatto registrare un calo passando da 1,06 miliardi di euro a 1,02 miliardi di euro su base trimestrale.

Per conoscere tutti i conti semestrali di Banco BPM l'articolo cui fare riferimento è questo

Dopo l’uscita dei dati, gli analisti del grande gruppo bancario HSBC hanno alzato il target price a 2,3 euro e segnalato la raccomandazione "buy".

Analisi del titolo a cura di EXANTE

I rialzi su Banco BPM proseguono anche nella seduta di oggi 8 agosto con il titolo che apre positivo e scambia a +1.30% dopo i primi minuti di contrattazione.

A livello tecnico osserviamo però come il mercato verta ancora in una fase di debolezza e stia ora scambiando a ridosso dell’area di resistenza di 1.80 euro.

Se il rally dovesse proseguire nella seduta odierna è lecito attendersi un’estensione dei rialzi fino a quota 1.87 euro, dove tuttavia troviamo un livello di resistenza significativo che potrebbe calamitare nuove vendite sul titolo.

Soltanto una chiusura giornaliera sopra quota 2 euro verrebbe interpretata come un vero segnale di forza, mentre dal lato opposto una mossa al di sotto del supporto basico a 1.60 incrementerebbe ulteriormente la pressione in vendita.

iQOption
Matteo Oddi di EXANTE ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro