Unicredit: azioni indifferenti ad accesso non autorizzato ai dati di 3 milioni di correntisti

Correntisti Unicredit nel mirino di soggetti non identificati. Il gruppo che si occupa della sicurezza informatica in Unicredit ha reso noto di aver individuato un caso di accesso non autorizzato su un file che era stato generato nel 2015. Lo staff sicurezza ha precisato che il file che ha subito l’accesso non autorizzato conteneva conteneva informazioni su ben 3 milioni di clienti residenti in Italia della banca.

I tre milioni di records presentavano la seguente composizione: nomi, città, numeri di telefono e indirizzi e-mail.  Lo staff sicurezza, per tranquillizzare i correntisti Unicredit, ha poi precisato che non sono state comunque compromesse le coordinate bancarie dei singoli clienti. In pratica chi ha effettuato l’accesso non autorizzato non è stato comuque capace di entrare neiu conti. Di conseguenza, non sono state neppure effettuate transazioni non autorizzate.

In relazione all’accesso non autorizzato ai dati di 3 milioni di clienti, piazza Gae Aulenti ha fatto sapere di aver immediatamente avviato un’indagine interna. Unicredit ha anche informato tutte le autorità competenti, compresa la polizia. La banca, inoltre, ha già avviato le procedure per contattare, esclusivamente tramite posta tradizionale e/o notifiche via online banking, tutti i correntisti che hanno subito l’accesso non autorizzato ai loro dati anagrafici. L’istituto bancario ha inoltre reso noto che tutti i clienti interessati ad avere maggiori informazioni su quanto avvenuto possono contattare il servizio clienti di UniCredit o chiamare il numero verde 800 323285.

Nonostante notizie come questa solitamente causino un certo nervosismo da parte degli investitori, il titolo Unicredit su Borsa Italiana oggi non registra oscillazioni di prezzo significative. Mentre è in corso la scrittura del post, il prezzo delle azioni Unicredit segna una flessione frazionale dello 0,03 per cento a quota 11,53 euro. Grazie a questa variazione così sottile, la banca guidata da Mustier si muove praticamente in linea al Ftse Mib (+0,03 per cento il dato provvisorio del principale indice azionario di Borsa Italiana) e non si lascia trascinare dal vento ribassista che invece caratterizza altri titoli del settore bancario come ad esempio Banco BPM (-1,1 per cento) e UBI Banca che segna un calo dell’1,33 per cento.

Dal punto di vista tecnico, la performance di Unicredit nel corso dell’ultimo mese è stata positiva per il 7 per cento. Colore verde anche per la performance a un anno. Su base annua, infatti, il prezzo delle azioni Unicredit ha segnato un apprezzamento del 5,23 per cento. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.