Trimestrale Pirelli e reazione borsa: meglio vendere dopo revisione guidance 2019?

Il gruppo Pirelli ha pubblicato ieri sera, a mercati chiusi, i conti dei primi nove mesi 2019. Alla luce di questo timing è logico che la valutazione da parte del mercato della trimestrale Pirelli non possa esserci che oggi. Di conseguenza il titolo Pirelli sarà tra i più incandescenti in vista dell’opening bell di piazza affari.

Considerando che oltre ad approvare i risultati dei primi nove mesi 2019, il CdA di Pirelli si è espresso anche sulla guidance riferita all’intero esercizio, come è meglio posizionarsi sul titolo della Bicocca oggi? In altre parole è meglio comprare o vendere azioni Pirelli? Per rispondere a queste domande, e quindi definire una opportuna strategia trading, altro non ci può fare che andare ad analizzare i singoli parametri dei conti della società. 

Pirelli ha chiuso i primi nove mesi del 2019 con ricavi pari 4,04 miliardi di euro, in rialzo del 2,8 per cento nel confronto con i 3,93 miliardi di euro mesi a segno nei primi nove mesi 2018. Il balzo del fatturato è stato possibile grazie al rafforzamento registrato sul segmento High Value che oramai rappresenta ben il 67,4 per cento dei ricavi complessivi del gruppo della Bicocca. 

Variazione negativa, invece, per il risultato adjusted che nei primi nove mesi del 2019 si è attestato a quota 685 milioni di euro dai 700,1 milioni di euro di un anno fa. Il ribasso del 2,1 per cento che questo indicatore ha segnato è stato un effetto dell’incremento dei prezzi delle materie prime. Con un risultato adjusted in ribasso anche la marginalità è scesa passando dal 17,8 per cento di un anno fa al 17 attuale. 

Pirelli ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2019 con un utile netto di 385,7 milioni di euro, il 2 per cento in più rispetto ai 378,1 milioni di euro che erano stati contabilizzati alla fine dei primi tre trimestre 2019.

Oltre ad aver approvato i conti dei primi 9 mesi del 2019, il consiglio di amministrazione della Bicocca ha anche fornito un aggiornamento sulla guidance. I vertici di Pirelli prevedono di chiudere l’esercizio 2019 con ricavi pari a 5,3 miliardi di euro, in rialzo del 2,5 per cento rispetto al 2018. La stima è migliorativa della precedente indicazione che puntava su ricavi compresi tra l’1,5 per cento e il 2,5 per cento. Previsioni aggiornate anche su volumi e Ebit Adjusted. Le stime sui volumi sono per un ribasso del 2 per cento su base annua mentre l’Ebit dovrebbe collocarsi tra il 17 e il 17,5 per cento contro una precedente stima della Bicocca che poneva questo indicatore tra il 18 e il 19 per cento. 

Il prezzo delle azioni Pirelli su Borsa Italiana oggi parte da 5,45 euro. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Pirelli

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.