Comprare azioni Generali sfruttando conti trimestrali? Gli spunti della trimestrale

Tra le quotate più interessanti nella penultima seduta settimanale di scambi c’è Generali. Il Leone di Trieste, nel pre-market, ha pubblicato i conti del primo trimestre 2022 ed è quindi inevitabile che venga attenzionato dagli investitori. In un contesto generale condizionato dal crollo di Wall Street, individuare specifici titoli su cui puntare può essere una valida strada da seguire per evitare di restare impantanati o, addirittura, farsi prendere dal panico.

Può essere questo il caso di Generali Assicurazioni? In teoria (e questo un investitore attento lo sa bene) nel momento in cui una quotata pubblica i conti trimestrali, finisce immediatamente nel mirino degli investitori i quali tendono a comprare se i risultati ufficiali hanno battuto le attese oppure vendere nel caso in cui invece i conti siano stati peggiori delle stime della vigilia.

Alla luce di tale discorso, è evidente che per capire come posizionarsi sul titolo sia necessario passare in rassegna le singole voci della trimestrale Generali. Prima di scendere nel dettaglio ricordiamo che scegliendo un broker come ad esempio eToro (qui trovi la nostra recensione completa), è possibile operare in entrambe le direzioni (quindi sia al rialzo/long che al ribasso/short) usando la stessa piattaforma (qui il sito ufficiale).

Trimestrale Generale nel dettaglio

Plus500 Trading CTA

Generali ha mandato in archivio il primo trimestre 2022 con un sensibile miglioramento sia dei premi lordi che del risultato operativo. Entrambi questi parametri sono stati migliori delle attese. Viceversa l’utile netto della compagnia ha dovuto fare i conti con le svalutazioni legate alla Russia.

Scendendo più nello specifico, il risultato operativo al 31 marzo 2022 era pari a 1,63 miliardi di euro, rispetto agli 1,61 miliardi messi a segno nel trimestre del 2021. A spingere la voce è stato lo sviluppo positivo dei segmenti Vita, Danni, Holding e altre attività. L’utile netto, invece, è sceso a 727 milioni di euro, in ribasso rispetto agli 802 milioni di euro che erano contabilizzati nei primi tre mesi dell’anno precedente. Il Leone di Trieste ha specificato che ad impattare sono state le svalutazioni sugli investimenti russi per complessivi 136 milioni di euro. Senza questo impatto (quindi senza l’esposizione in Russia) l’utile netto della società sarebbe stato pari a 863 milioni di euro, un dato migliore rispetto a quello di un anno fa.

Scendendo nel conto economico, i premi lordi complessivi hanno evidenziato una progressione del 6,1 per cento salendo a 22,32 miliardi di euro, grazie al positivo sviluppo del segmento Vita, che è cresciuto del 6 per cento, e al rilancio del segmento Danni che invece ha evidenziato alla fine del trimestre un rialzo del 6,4 per cento.

Sul fronte patrimoniale, il patrimonio netto di Generali a fine trimestre ammontava a 25,64 miliardi di euro, in ribasso del 12,5 per cento rispetto ai 29,31 miliardi di inizio anno.

Sempre a fine marzo, il Solvency Ratio si era attestato al 237 per cento contro il 227 per cento di inizio anno. Rammentiamo i lettori che il Solvecy Ratio è basato sull’utilizzo del modello interno unicamente per le compagnie che hanno ottenuto la relativa approvazione da parte dell’IVASS, e sulla standard formula per le altre compagnie.

Tutti i parametri che abbiamo messo in evidenza possono essere sfruttati per fare trading sulle azioni Generali. A tal riguardo ricordiamo che scegliendo il broker eToro è possibile investire in azioni senza pagare commissioni. Con eToro, inoltre, il deposito minimo iniziale per poter operare è pari a 50 dollari e quindi il trading online è accessibile a tutti.

Vai sul sito eToro e scopri il trading online senza commissioni sulle azioni>>>clicca qui

0 commissioni broker 3

Generali outlook 2022 e previsioni

Oltre ad aver approvato i conti del primo trimestre 2022, il consiglio di amministrazione di Generali ha anche fornito delle indicazioni sull’intero esercizio e anche sui prossimi. Confermato l’obiettivo di una crescita annua composta 2021-2024 degli utili per azione compresa tra il 6 e l’8 per cento. Il management ha anche confermato l’indicazione di creare flussi di cassa netti disponibili nel periodo 2022-2024 pari ad oltre 8,5 miliardi di euro. Per quello che riguarda la remunerazione degli azionisti è stata confermata la volontà di distribuire cumulati nel triennio 2022-2024 per un ammontare compreso nel range tra 5,2 e 5,6 miliardi.

La conferma dei target per i prossimi esercizi è una buona notizia che, dal punto di vista dell’investitore, fa passare in secondo piano il calo degli utili generato dall’impatto della svalutazioni degli investimenti in Russia.

Probabilmente è proprio questo aspetto a consentire alle azioni Generali di muoversi in rialzo nonostante l’intonazione negativa del Ftse Mib. Il titolo del Leone di Trieste, infatti, evidenzia una progressione dello 0,4 per cento a 18,07 euro contro un paniere di riferimento di Piazza Affari che invece lascia sul parterre l’1,4 per cento. Grazie al rialzo in atto oggi, le quotazioni di Generali Assicurazioni su base mensile evidenziano adesso un ribasso più contenuto al 6,18 pe cento.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Generali Assicurazioni

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.