La crisi di governo italiana non ha certamente mancato di impattare sulle considerazioni degli analisti internazionali, che con note di aggiornamento ai loro utenti hanno ieri sottolineato come l’incertezza politica sia tornata ancora una volta su Roma nella giornata di ieri, con l’esecutivo in un limbo e con il primo ministro italiano Mario Draghi sollecitato a ripensare alle sue dimissioni da diverse parti, dentro e fuori i Palazzi della politica.

La situazione è ben nota: Draghi ha rassegnato le sue dimissioni da Primo Ministro dopo che il Movimento Cinque Stelle, partito politico della sua coalizione di governo, si è rifiutato di partecipare a un voto di fiducia. Il Presidente della Repubblica ha tuttavia respinto le dimissioni invitando Draghi a riferire alle Camere, la prossima settimana, al fine di avere un quadro più chiaro della situazione politica in essere.

Ciò premesso, l’opinione prevalente che si è formata tra gli analisti esteri è che il rifiuto del Movimento Cinque Stelle a prendere parte al voto di fiducia non sia indotto da motivazioni ideologiche, quanto il risultato di dispute interne al partito.

La mossa del M5S è stata in gran parte innescata dalle turbolenze che prevalgono all’interno del partito in difficoltà, piuttosto che da significative differenze politiche con l’esecutivo“, ha ad esempio dichiarato Wolfango Piccoli, co-presidente della società di consulenza Teneo.

Gli analisti ricordano poi come Draghi abbia sempre spinto per un’agenda riformista e che il suo lavoro ha attenuato le precedenti preoccupazioni degli investitori internazionali sulla stabilità dell’economia italiana. Ma questa nuova battuta d’arresto pone a serio rischio gli sforzi per assicurarsi i fondi post-pandemia da parte dell’UE, in un momento in cui – peraltro – l’Europa spinge per staccarsi dagli idrocarburi russi.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.