Le azioni STM sono state al centro di un report della sim milanese Equita che ne ha analizzato le prospettive e i principali catalizzatori di medio termine. Prima di scendere nell’analisi di Equita, può essere utile fare il punto sull’andamento in borsa della quotata italo-francese. In un contesto generale che vede molti titoli del Ftse Mib subire una discreta volatilità, STMicroelectronics si presenta invece abbastanza stabile. Questa mattina (grafico in basso) il titolo scambia a 35,77 euro, in rialzo dello 0,22 per cento rispetto alla chiusura di ieri. Su base mensile le quotazioni hanno subito un deprezzamento del 3,6 per cento mentre su base annua il calo è di appena il 6 per cento. Insomma questi numeri sembra suggerire che il titolo STM sia una dei più tranquilli nelle turbolenze del Ftse Mib.

Nell’ultimo periodo una certa visibilità sulla quotata dei semiconduttori è stata garantita da alcune indiscrezioni sull’appeal del nuovo iPhone14 della Apple. Stando a quanto riportato dall’agenzia Bloomberg le prevendite dell’iPhone presentato appena una settimana fa (precisamente lo scorso 7 settembre) e in uscita sul mercato il prossimo 16 settembre, dovrebbero essere molto forti. In particolare, a causa del boom di richieste, per il modello Pro Max si sarebbero allungati anche i tempi di conoscenza. e che dovrebbe essere disponibile dal 16 Settembre, sono molto forti. Sempre secondo Bloomberg la forte domanda non sarebbe solo sostenuta dal mercato domestico ma anche e soprattutto da quello cinese.

Cosa centra tutto questo con STM? Come messo in evidenza dagli analisti di Equita, le vendite di STM sono per il 20 per cento rivolte ad Apple. Di conseguenza le indiscrezioni lanciate da Bloomberg sulle prevendite del nuovo iPhone14 non possono che essere positive per la quotata italiana.

Inoltre Equita ha anche posto l’accento sulla recente notizia secondo cui Intel avrebbe ridotto la valutazione di Mobileye, la divisione dedita alla produzione di sistemi di guida assistita, scendendo da 50 a 30 miliardi di dollari (l’IPO della società è ufficialmente posticipata al 2023).

Secondo la sim milanese questa notizia non è positiva per STM anche se va tenuto conto che la valutazione di Mobileye resta molto elevata se si considera quello che è il fatturato atteso per il 2023 (le stime parlano di 2,2 miliardi di dollari). Cosa centra Mobileye con STM? La società Usa è partner di STM per il prodotto EyeQ.

In questo contesto, gli analisti di Equita hanno ribadito il rating hold sulle azioni STM con target price a 45 euro. Il prezzo obiettivo è più alto di ben 10 euro rispetto a quelle che sono le valutazioni attuali della quotata dei micro-chips. C’è quindi un discreto potenziale di rialzo.

Ricordiamo che oggi è possibile fare trading online sulle azioni senza commissioni grazie al broker eToro. Per saperne di più si può visitare il sito del broker cliccando sul link in basso.

Vai sul sito eToro e scopri il trading online >>>clicca qui

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.