Previsioni e analisi del mercato per il primo trimestre 2019

Previsioni e analisi del mercato per il primo trimestre 2019

Scenari, idee di investimento e opportunità settoriali per il T1 2019. Un'analisi dettagliata con le previsioni su tutti i mercati

CONDIVIDI

Prospettiva Globale

Recessione imminente e borse bearish? Affrontiamo 2 domande di base, il resto è accessorio. La prima, determina se noi ci troviamo di fronte a una recessione economica o no. Difendiamo che né le circostanze, né gli eccessi nelle variabili chiave facilitano il percorso verso una recessione, questo non significa che è impossibile che accada, ma che gli argomenti in per favore che ciò accada sono, almeno ora, insufficienti e incoerenti.

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

La curva dei tassi americani non si è ancora invertita e essere sicuro che lo farà è equivale a commettere errore di sottovalutare la capacità delle banche centrali di agire.

La seconda domanda è sapere se il mercato, cioè i mercati azionari, hanno già sofferto abbastanza come per dire che sono già sottovalutati. Se l'incertezza continua ad aumentare, le borse potrebbero cadere nella tentazione di capitolare. La Fed eviterebbe questo se diventasse di più "Dovish" o soft per il 2019, qualcosa che non ha fatto finora e che viene interpretato come un messaggio solido riguardo al ciclo economico americano.

Gli ostacoli sono gli stessi, ma la loro capacità di far male è in diminuzione. Almeno 2 dei 3 ostacoli immediati affrontati sia dal mercato che dall'economia globale tendono a perdere importanza, essendo incertezza e inazione dei Paesi europei che probabilmente resteranno in vita più a lungo. Gli altri 2 sono le relazioni commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina e l'indebolimento di quelle emergenti.

Rispetto al primo, anche se alla fine è una guerra aperta dalla leadership tecnologico, la dipendenza è reciproca, quindi l'accordo arriverà presto (finale dal primo trimestre del 2019?). Non dovremmo aspettarci un accordo formale e ben strutturato, ma una progressiva cessazione delle ostilità basata su accordi parziali che faranno diluire la questione poco a poco. Per quanto riguarda la vulnerabilità del economie emergenti, stanno già dirigendo la loro situazione, sebbene in selettivo, essendo più chiara e affidabile in India e in Brasile rispetto al resto.

L’Equity vale di più, ci occuperemo di una stabilizzazione dei tassi di interesse prima dei processi di aumenti e l'apprezzamento del dollaro si sta consolidando e vi sarà una parzialmente inversione del trend.

Pensiamo che le borse siano eccessivamente penalizzate in termini generali, anche se molto rischioso difenderlo. Nonostante questo, abbiamo rivisto le nostre valutazioni del Scambi principali per 2 motivi

  • I rischi sono aumentati, quindi i premi per il rischio dovrebbe essere più alti
  • I benefici aziendali attesi sono rivisti al basso, che costringe le valutazioni nella stessa direzione. 

Nonostante questo e come come risultato della severa punizione inflitta in borsa da ottobre, otteniamo valutazioni che offrono ancora un potenziale positivo, ma che sono sufficienti attraente nel caso dell'S&P500. Stimiamo 3.051 punti per questo indice (potenziale circa. + 19%), 3.343 per Euro Stoxx-50 (idem + 10%), 9.181 per Ibex-35 (idem + 5%) e 23.510 per il Nikkei-225 (idem + 11%). Negli ultimi 10 anni - dalla crisi Finanziaria - non ci sono state battute d'arresto diffuse nei mercati azionari per 2 anni consecutivi (tranne Ibex-35), quindi la probabilità che nel 2019 sia peggiore del 2018 è molto bassa. Ecco perché riduciamo l'esposizione raccomandata solo -5% in modo lineare a tutti i profili di rischio fino a: 70% Aggressivo, 55% Dinamico, 40% Moderato, 20% Conservativo e difensivo del 10%.

Prova il trading con una DEMO GRATUITA su XTB.IT >>

Pensiamo di concentrare l'esposizione negli Stati Uniti, India e Brasile, così come le obbligazioni americane non appena il TIR del T-Note ritorna vicino al 3%. Riteniamo che il recente apprezzamento del dollaro sia un'anomalia e stimiamo che ritornerà verso 1,15 / € non appena la Fed adotterà un approccio più "accomodante" o soft - (1Q 2019?) - e il mercato assuma che in Europa, entrambi politica monetaria come deficit di bilancio (entrambi intimamente correlati) miglioreranno un pò. Passiamo da un'espansione sincronizzata ad una decelerazione asimmetrica, quindi anche il nostro posizionamento deve modificarsi. Per questo è importante posizionarsi ed avere pazienza.

Gli Scenari Alternative

  1. Scenario Centrale 65%

Contesto Macro

Il ciclo globale è ancora espansivo e non perde slancio. L'Europa è disaccoppiata negativamente e gli Stati Uniti positivamente. Non c'è posto posto per una recessione, ma entriamo in una fase di stabilizzazione che offre più dubbi di previsto.

Fattori Diretti

Relazioni commerciali USA / Cina, incertezza politica in Europa, ripensare la strategia di uscita delle banche centrali.

Conseguenze del mercato

Borse pericolose, soggette a forti incertezze. Scetticismo con rispetto alle valutazioni. Difficoltà nell'identificazione di attività con rendimenti positivi a breve termine. Le obbligazioni americane iniziano ad essere un'alternativa complementare alle borse.

Reazione del mercato

Le borse hanno difficoltà ad avanzare, anche se il suo tono è migliore rispetto al 2018. La borsa americana si evolve differenzialmente in modo diverso. Bond più supportati del previsto in virtù dall'aumento di incertezza.

Strategia

Ridurre leggermente l'esposizione al rischio e rimanere concentrati sulla borsa americana. Software, Servizi Web, Consumo ciclico, Rinnovabili e Farma. Posiziona e aspetta.

 

  1. Scenario Avverso alternativo 35%

Contesto Macro

I sintomi dell'esaurimento sono confermati, che porta ad accettare che non possiamo scartare la recessione. Il tono degli indicatori e la macro si deteriora. Si smesso di creare l'occupazione.

Fattori Diretti

I benefici aziendali sono rivisti gravemente al ribasso. Non solo non raggiungono nessun accordo Stati Uniti e Cina, ma intensificano la loro belligeranza. Cadono le Materie prime rilevanti, Petrolio incluso, che colpisce anche i paesi emergenti.

Conseguenze del mercato

Il ciclo economico espansivo è frustrato a livello globale. Le banche centrali devono tornare ad agire per riattivare il ciclo, ma il mercato è scettico riguardo al risultato effettivo.

Reazione del mercato

Obbligazioni, oro, yen e franco svizzero tornano ad agire come beni rifugio. Si preferiscono posizioni in liquidità all’equity.

Strategia

Cerca rifugio nelle obbligazioni, in particolare ai "core" dei paesi sovrani. Ridurre l'esposizione ad attività a rischio. Favorire la liquidità.

Grafico SP500 sulla XStation5

Idee e opportunità settoriali

Asset allocation

Abbiamo lasciato un trimestre davvero difficile in borsa. I segnali di rallentamento economico e una tendenza molto piatta nella curva dei tassi degli Stati Uniti ha scatenato la paura che siamo nel momento di una recessione. Nessun dato oggettivo punta in questa direzione. Siamo nella fase finale di un ciclo economico espansivo. In realtà ciò che ci preoccupa non è una contrazione del crescita ma mancanza di catalizzatori futuri.

Per tutto questo, abbiamo optato per prudenza e riduciamo le percentuali di esposizione nelle azioni. Vale la pena ricordare che sono ancora aperti importanti fronti di rischio, sia in Europa che negli Stati Uniti, che continueranno a segnare il corso del mercato nei prossimi mesi. Detto questo, manteniamo la nostra strategia di investimento pro-USA. Con la notizia che abbiamo iniziato a raccomandare la costruzione di un portafoglio obbligazionario americano una volta che l'IRR raggiunge livelli di circa il 3,0%. Abbiamo impostato a raccomandazione neutrale in Europa e in Giappone e raccomandiamo di nuovo in India e Brasile. Naturalmente, a condizione che le circostanze accompagnino e solo per i profili dinamici / aggressivi.

Oltre le azioni, continuiamo a scommettere su fondi a rendimento assoluto e, nel momento della fase finale del ciclo, pensiamo che i fondi monetari potrebbero iniziare ad essere un'alternativa di investimento da considerare nei prossimi mesi.

Abbiamo chiuso un trimestre davvero difficile per le borse. Solo a ottobre, l'indice S&P500 era in calo di quasi il -7,0%, l'Euro Stoxx 50 a -6,0% e l'Ibex 35 -5,3%. Questa svendita è stata prodotta come conseguenza di:

  • la perdita di trazione riflessa in alcuni indicatori macro,
  • paura delle conseguenze della tensione commerciale tra gli Stati Uniti e Cina e, soprattutto,
  • una tendenza estremamente piatta, anche invertito in qualche tratto intermedio, della curva dei tassi negli Stati Uniti, difatti quest'ultimo punto ha scatenato la paura di che siamo nel momento antecedente ad una recessione.

Prova il trading sugli indici azionari con una DEMO GRATUITA su XTB.IT >>

Non è questo lo scenario che stiamo considerando nel 2019. Né la macro né il micro indicano un'involuzione nel ciclo economico. La crescita globale è rallentata ma non contratta e gli utili aziendali si continuano espandendo ad un buon ritmo.

Siamo nella fase finale di un ciclo economico che continua essere espansivo. Il grosso problema in futuro non sarà una contrazione il PIL delle principali aree economiche a livello globale. La crescita si normalizzerà. Niente di più l'ostacolo principale in prossimi mesi sarà la mancanza di catalizzatori in uno scenario in cui l'obiettivo sarà ottenere rendimenti positivi, anche se ridotto. La volatilità continuerà ad essere elevata e il mercato si muoverà in molte occasioni sulla base di diverse notizie che relegheranno le basi su un secondo piano.

Opportunità

#. Short Tesla, Inc. (TSLA)

Questo è lo stock del mercato azionario statunitense che soffrirà particolarmente. Tesla è un'azienda che ha sempre perso denaro (ad eccezione dei trucchi contabili che hanno forzato un profitto nel terzo trimestre di quest'anno). Tutte le grandi case automobilistiche stanno entrando nel business delle auto elettriche e hanno le dimensioni per produrre, qualcosa che Tesla non potrebbe mai raggiungere. Tesla è la versione automobilistica di Enron.

Grafico Tesla sulla XStation5

#. Short iShares iBoxx $ High Yield Corp Bd ETF (HYG).

Questo è probabilmente uno dei trades più semplici e più ovvi per il prossimo anno. È scommettere che il debito aziendale di qualità inferiore perderà valore. Dopo un pool di debiti presi per fare acquisizioni e condividere programmi di riacquisto, il tipico investitore avverso al rischio dovrebbe pensare di essere short di un asset come quest, invece di cercare di capire cosa comprare.

Scopri come il debito BBB è cresciuto all'interno dell'universo considerato "Investment Grade". Nel momento in cui soffrono di downgrade e cessano di essere considerati "Investment Grade", ci sarà una massiccia vendita di questi titoli (perché ci sono fondi che possono avere solo obbligazioni di categoria "Investment Grade").

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
+