Borsainside.com

Frazionamento azioni Apple: come funziona. Effetti split azionario su quotazioni

Frazionamento azioni Apple: come funziona. Effetti split azionario su quotazioni
© Shutterstock

Al via oggi 31 agosto il frazionamento azionario Apple: ecco come sfruttare questo evento per fare trading online

Oggi 31 agosto 2020 è il giorno del frazionamento azionario di Apple. Si tratta del quinto split azionario nella storia del colosso di Cupertino. Poichè attorno a questo evento c'è molta cuorisità da parte degli investitori (in tanti si chiedono se il frazionamento azionario possa o no essere un'occasione per investire sul titolo Apple), abbiamo deciso di decisare un post specifico all'argomento.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Due le domande principali: come funziona il frazionamento azionario Apple e quali sono i precedenti storici. Prima di rispondere a questi interrogativi, ricordo che puoi fare trading sulle azioni Apple attraverso i CFD usando un broker autorizzato come eToro (qui trovi la recensione completa)

Frazionamento azionario Apple come funziona

Per definizione, un frazionamento azionario (o split azionario in inglese) è un'operazione che viene eseguita da una società per moltiplicare all'istante il numero delle azioni in circolazione sulla base di un rapporto prestabilito in precedenza. Nel caso dello spit azionario di Apple, tale rapporto è 1 a 4. Concretamente ogni azioni Apple verrà suddivisa in 4 azioni di pari valore. Di conseguenza un azionista che ha in mano 10 azioni Apple, dopo lo split nè avrà 40. Attenzione perchè il prezzo di ogni azione sarà ridotto di un quarto rispetto al prezzo originale lasciando immutato il valore di ogni partecipazione. 

A differenza del raggruppamento azionario, il frazionamento è un evento simultaneo nel senso che inizia e finisce alla data prefissata senza dilungarsi per più sedute. Se è vero che la data del frazionamento di Apple è oggi 31 agosto 2020, è altrettanto vero che, in realtà, lo split di Apple è già avvenuto dopo la chiusura di borsa dello scorso venerdì. Cosa avverrà, quindi, oggi? Semplicemente l'effetto del frazionamento sarà visibile a tutti fin dal momento dell'avvio delle contrattazioni. 

Questo significa che gli azionisti che erano possessori di azioni Apple al 24 agosto 2020, si ritroveranno oggi all'apertura con tre azioni in più ogni titolo posseduto. L'assegnazione è avvenuta dopo la chiusura di venerdì. 

Il prezzo delle azioni Apple oggi (grafico in basso) sarà pari al nuovo prezzo frazionato. 

Concretamente c'è da attendersi per oggi un valore più basso delle quotazioni già in avvio di scambi. Questa flessione, rispetto alla chiusura di venerdì, non dovrebbe però trarre in allarme gli investitori. 

Split azionario Apple: reazione sul titolo oggi 

Secondo quanto ha affermato Marco Bernasconi di Orsoetoro.com su Investing.com, c'è da attendersi che il prezzo delle azioni di Apple sia destinato ad essere inferiore di circa il 75 per cento quando oggi avrà inizio il trading. Se la seduta dello scorso venerdì si è chiusa per Apple con una quotazione pari a 499,23 dollari, oggi il prezzo di apertura potrebbe essere pari a 124,81 dollari.

Secondo Bernasconi, se "alcuni sistemi possono sembrare registrare che le azioni di Apple sono effettivamente diminuite del 75%, lo storico delle azioni sarà alla fine aggiustato in modo che i prezzi precedenti di Apple si riflettano su basi corrette per il frazionamento".

Frazionamento azionario Apple: i precedenti storici

Come detto in precedenza, già in passato Apple aveva fatto ricorso ad uno split azionario. Quello di oggi è il quinto frazionamento azionario per il colosso di Cupertino. 

I primi tre split erano stati caratterizzati da un rapporto 2×1. Il quarto (ultimi prima di quello di oggi) aveva invece un rapporto di 7×1. Quando avvenne il quarto split, le azioni Apple crollarono dall'allora massimo storico a 700 dollari a circa 100 dollari.

Da questi numeri si può dedurre una lezione ben precisa: se Apple non avesse mai fatto alcun frazionamento, il valore delle sue azioni oggi sarebbe pari a 28mila dollari!!!

Questo dato conferma la forza di Apple. Ricordo che se vuoi imparare ad investire in azioni Apple attraverso i CFD puoi usare il conto demo trading che i broker ti mettono a disposizione gratuitamente. Ad esempio con il broker eToro avrai 100.000 euro vituali da usare per imparare a comprare e vendere CFD Azioni senza correre il rischio di perdere soldi veri. Prendi la demo direttamente in basso senza bisogno di lasciare il sito. 

Trading CFD sulle azioni: demo gratis eToro da 100.000€ >>> clicca qui

Frazionamento azionario e effetti sulle azioni Apple

I dati storici ci consentono di fare delle considerazioni sull'andamento delle quotazioni Apple dopo l'operazione. Ad oggi non ci sono elementi per capire in anticipo quali conseguenze può determinare uno split sul prezzo delle azioni di una società. Tuttavia, secondo una ricerca che è stata condotta da Bespoke Investment Group, tra il 2015 e il 2020, tutte le azioni delle società che hanno effettuato un frazionamento azionario, hanno guadagnato circa il 2,3 per cento nel periodo compreso tra lo split e l'esecuzione dello stesso.

E dopo? Ebbene, sempre secondo la stessa ricerca, nell'anno successivo allo split, le azioni hanno incrementato il loro valore con un aumento medio del 9,8 per cento. 

Non ci sono elementi per non dubire del fatto che Apple possa seguire proprio questa strada nei prossimi mesi. 

Oggi le azioni Apple sono ai massimi storici e, come noto, la capitalizzazione di mercato del colosso di Cupertino è pari a 2000 miliardi di dollari, oltre la somma del PIL di Italia e Belgio. Secondo Dan Gallagher del Wall Street Journal, una valutazione di mercato simile sta a significare "che gli investitori di Apple sono ora intenzionati a pagare il doppio per le stesse prospettive sugli utili".

Considerando che le attività di Apple sono sotto attacco e che ci sono tante aspettative sul lancio dell'iPhone 5G, operazione che avverrà in un contesto internazionale non semplice a causa dell'emergenza coronavirus, chi sta scommettendo su un ulteriore rally del titolo, dimostra di credere tantissimo nella forza di Apple. Lo stesso dicasi per i tanti che hanno attive posizioni long su titolo Apple attraverso i CFD (ricordo, a tal riguardo, che se non hai mai investito in azioni Apple attraverso i Contratti per Differenza puoi imparare da casa con il conto demo che broker come IG ti mettono a disposizione). 

Prova la Demo di IG

€30.000 virtuali per testare la piattaforma

Secondo Haris Anwar, analista di Investing.com, Apple ha mostrato di essere un titolo straordinario nel lungo termine e, ad oggi, non ci sono segnali sulla possibilità che la posizione dominante del colosso di Cupertino possa venire meno. Alla stesso tempo, però, ha concluso l'analista di Investing.com, alla luce del rally che ha spinto la capitalizzazione di Apple "al livello più alto del mondo", il colosso tech non può prenderso il lusso di fare neppure un passo falso. 

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS