Verbali FED luglio 2021: come investire dopo la loro pubblicazione

Lo scorso 7 luglio la FED ha pubblicato i verbali dell’ultima riunione del FOMC (tenutasi nel mese di giugno). L’appuntamento era molto atteso dai trader anche perchè questo genere di documenti di politica monetaria è sempre in grado di provocare un certo impatto sia sul Forex (a partire dal cambio Euro Dollaro) che sugli indici della borsa di Wall Street. 

Quali sono le indicazioni contenute nei verbali dell’ultimo FOMC FED? Per rispondere a questa domanda è sufficiente dare un occhia alla performance di ieri della borsa Usa. Se Wall Street non solo non ha ritracciato ma anzi ha aggiornato i suoi record (indice S&P 500 ma anche il Nasdaq) è perchè la FED nel summit di giugno non ha aperto la porta ad alcuna stretta monetaria futura come messo in evidenza proprio nei verbali. 

Logicamente, dinanzi ad una scelta simile, gli investitori hanno reagito con euforia comprando azioni e permettendo così alla borsa Usa di raggiungere nuovi record. Tale situazione può essere sfruttata anche operando con i CFD sui principali indici di Wall Street. Per imparare ad investire in borsa attraverso i Contratti per Differenza è consigliabile usare il conto demo gratuito che viene offerto da broker autorizzati come ad esempio eToro (qui trovi la nostra recensione).

Inserisci gli indici Usa nel tuo portafoglio CFD>>>eToro ti offre la demo gratuita per imparare a fare trading online

cfd trading eToro

Verbali FOMC FED luglio 2021: ecco cosa dicono 

Ma cosa affermano nello specifico i verbali dell’ultima riunione della Federal Reserse? In sostanza la banca centrale americana ha ammesso di non essere pronta ancora a ridurre lo stimolo monetario poichè i progressi che sono stati fatti in ambito economico, continuano ad essere considerati insufficienti. Per quanto ci possa essere stato un rilancio dell’economia, la FED nutre ancora preoccupazioni sull’andamento del mercato del lavoro.

Premesso questo, la banca centrale Usa ha dichiarato di essere comunque pronta ad intervenire nel caso in cui ci dovessero essere dei rischi, a partire dall’aumento dell’inflazione, che potrebbero mettere a repentaglio la stabilità finanziaria.

Nel complesso i verbali del FOMC FED hanno evidenziato la presenza di una banca centrale che è divisa tra i timori per l’inflazione e la preoccupazione sulla necessità di avere pazienza per poter vedere i frutti dell’azione accomodante fin qui condotta. 
Ad ogni modo sempre dalla lettura dei verbali si evidenzia una certa convergenza in merito alla possibilità che la riduzione degli acquisti da parte della FED possa avere inizio prima di quanto anticipato in passato.  

Secondo alcini osservatori, però, tutto questo non rappresenta un buon segnale. Se fino a poco tempo fa c’era il timore che le politiche sui tassi potessero causare una forte inflazione costringendo la FED ad attualre una stretta monetaria anticipata, adesso la paura è che i tassi in caduta possano essere il segnale di un rallentamento dell’economia. 

Queste preoccupazioni, però, non vanno ingigantite perchè nella realtà i capitali si allocano su asset sicuri al 100% come ad esempio i Treasury americani che hanno il pregio di rendere ancora qualcosa rispetto ad altri asset. 

Dai verbali della riunione FED di giugno, per finire, emerge come i partecipanti abbiano giudicato che, nell’ambito di una pianificazione all’insegna della prudenza, sia fondamentale iniziare a pensare di posizionarsi su un possibile rallentamento del ritmo degli acquisti di titoli, “se si rivelasse appropriato, in risposta a inattesi sviluppi economici, come progressi più veloci di quanto anticipato nel conseguimento degli obiettivi (di inflazione) o l’emersione di rischi che possano impedire il conseguimento degli stessi obiettivi“. 

E’ questo il messaggio più realistico che è possibile leggere nei verbali dell’ultima riunione della FED. Certamente i trader che volessero intendere altro dai toni usati nel FOMC e poi riportati nei verbali, sarebbero liberi di farlo ma la loro interpretazione sarebbe comunque una forzatura. 

Concludiamo questo post, ricordando che, in attesa della prossima riunione della FED, è possibile cavalcare i contenuti dei verbali FED per investire attraverso i CFD con il broker eToro (qui il sito ufficiale). 

>>>Investi in azioni con i CFD: apri un conto demo eToro, è gratis>>>clicca qui

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Americana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.