eToro

Prezzo oro verso massimi a 2 mesi. Ci sarà un crollo?

Prezzo oro verso massimi a 2 mesi. Ci sarà un crollo?
© Shutterstock

Come investire con il prezzo dell'oro ai massimi da due mesi: l'analisi tecnica e le prospettive del metallo giallo

La notizia è quasi passata in sordina ma il prezzo dell'oro, senza dare tanto nell'occhio, è praticamente arrivato ad un passo dai massimi sui due mesi. Mentre è in corso la redazione del post il metallo giallo è attestato in area 1825 dollari l'oncia.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Siamo molto lontanti dai massimi storici ma è evidente la presenza di un'impostazione rialzista che trova sostegno in alcuni elementi specifici a partire dai rendimenti Usa più bassi e dalla maggiore debolezza del Dollaro. 

Solitamente nel momento in cui un asset raggiunge massimi di medio periodo, il rischio che ci possa essere un ritracciamento tende ad aumentare. La domanda che ci poniamo con questo post è se il prezzo dell'oro, dopo il rally ai massimi degli ultimi due mesi, rischi di crollare.

Prima di scendere nel dettaglio, ricordiamo che, anche nel caso in cui a prevalere fosse uno scenario negativo, sarebbe comunque possibile speculare attraverso lo short trading.

Per investire quando il prezzo dell'oro cala è fondamentale usare strumenti avanzati come ad esempio il Copy Trading eToro grazie al quale è possibile copiare le strategie dei migliori investitori sul gold. Il Copy Trader è particolarmente adatto agli investitori alle prime armi e può essere provato in modalità demo.

Copia i migliori trader sull'oro con il Copy Trading>>>clicca qui per fare pratica con la demo gratis

Prezzo oro crollerà? Le opinioni degli analisti

Secondo Peter Ferting, analista di Quantitative Commodity Research, indicazioni sulla direzione che il prezzo dell'oro potrebbe prendere nel breve termine, arriveranno dalla diffusione del dato sull'inflazione Usa. Il market mover sarà importante per capire con quale velocità la FED ha intenzione di muoversi con tapering e rialzo dei tassi. Se il dato macro dovesse essere superiore alle attese, allora la Federal Reserve potrebbe essere spinta ad adottare un'azione più rapida. 

Analizzando l'andamento del gold dal punto di vista tecnico, Jeffrey Halley, analista di mercato di Oanda, ha affermato che, in caso di rottura al rialzo dell'area di resistenza collocata tra i 1.832 e 1.835 dollari l'oncia, si potrebbe innescare un modello inverso testa e spalle che metterebbe nel mirino un ritorno a quota 2000 dollari l'oncia.

Hallay ha indicato come livello di supporto del gold l'area compresa tra 1.800 e 1.785 dollari l'oncia; avvertendo però che già con una caduta sotto quota 1.810 dollari, sarà possibile aprire la strada alle vendite. Dal punto di vista dell'analisi fondamentale l'analista di Oanda si è detto certo con il calo dei rendimenti obbligazionari Usa e la correzione del Biglietto Verde, il prezzo dell'oro possa salire ancora. Altro che crollo quindi!

Per sfruttare la prospettiva rialzista delineata dall'esperto, è sufficiente comprare CFD con sottostante il valore del gold. Il broker eToro (qui la recensione completa) mette a disposizione dei suoi clienti una demo gratuita da 100 mila euro per imparare a fare trading sulle materie prime senza correre il rischio di perdere soldi reali. 

Impara ad investire sul prezzo dell'oro con la demo eToro>>>è gratis da qui

Prezzo oro e inflazione 

Il fattore che più di tutti condizionata al rialzo l'andamento delle quotazione dell'oro è l'inflazione. Secondo Bert Flossbach, co-fondatore di Flossbach von Storch, l'oro è in grado di guadagnare riesce a compensare la perdita annuale di valore di denaro causata dall'inflazione.

In passato è avvenuto che il prezzo dell'oro sia cresciuto e diminuito a volte più e a volte meno rispetto all'andamento dell'inflazione. L'oro è considerato un classico bene rifugio in momenti che sono caratterizzati da grave incertezza come ad esempio le fasi di tensione geopolitica, quelle di crisi del sistema finanziario e ovviamente durante le pandemie. In realtà, ha poi aggiunto l'esperto, tale caratteristica assume rilevanza solo come potenziale innesco dell'inflazione.

Secondo l'analista oggi ci sono molti elementi che lasciano ipotizzare che il valore dell'oro possa continuare ad essere una protezione a lungo termine contro l'inflazione. Poichè è altamente improbabile che le banche centrali possano decidere di incrementare i modo significativo i tassi di interesse per contrastare l'inflazione, non esiste alcuni rischio significativo su un possibile crollo sostenuto dei prezzi come avvenne negli anni Ottanta e Novanta. 

Clicca qui per iniziare a fare trading sulla quotazione oro con la demo eToro>>>è gratis

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato