etoro

Quali azioni comprare con la variante Omicron? I titoli più resistenti

Quali azioni comprare con la variante Omicron? I titoli più resistenti
© Shutterstock

Report di UBS sui settori azionari che performano meglio rispetto ad un mercato in balia della variante Omicron

Negli ultimi giorni le borse sono state in balia delle notizie, spesso contrastanti, sulla reale minaccia che la diffusione della variante Omicron potrebbe comportare. A prevalere, come spesso avviene nelle fasi di panico, è stato un sentiment fortemente negativo. Molti investitori hanno preferito vendere rimanando ad una fase successiva l'analisi sui possibili scenari in ballo. 




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Considerando che, con quella di oggi, sono 4 le sedute condizionate dalle news su Omicron, ci sentiamo di affermare che è arrivato il momento di lasciar perdere l'irrazionalità e iniziare a guardare alle prospettive dei mercati nell'era di Omicron con maggiore consapevolezza. 

In un precedente articolo abbiamo messo in evidenza la necessità di non abbandonarsi alla logica disfattista del disinvestimento. La stessa BlackRock ha esortato a mantenere un approccio lucido continuando a tenere aperti i propri investimenti.

Con questo post, invece, vogliamo rispondere ad un'altra domanda che sarebbe finalmente il caso di porsi dopo 4 giorni di irrazionalità: ci sono delle azioni da comprare nel contesto imposto della variante Omicron? Contrariamente alla vulgata imposta da molti media secondo i quali a causa della paura per la variante sudaficana, in borsa è crollato tutto, non tutti i titoli hanno in realtà reagito allo stesso modo. Se è infatti vero alcuni settori sono stati fortemente bersagliati dai segni negativi, è altrettanto vero che altri comparti hanno invece registrato ribassi molto contenuti sovraperformando gli stessi indici di riferimento. 

Proprio da questi settori che hanno retto meglio alla variante Omicron, si può pensare di ripartire. Prima di elencare i comparti capaci di reagire con maggiore lucidità al pessimismo dilagante, ricordiamo che, essendo la situazione in costante evoluzione, è comunque sempre consigliabile esercitarsi ad investire in modalità demo prima di iniziare ad impiegare soldi reali.

Il broker eToro (qui la recensione completa) può essere molto di aiuto poichè mette a disposizione un account dimostrativo da 100 mila euro virtuali per fare pratica. Per attivare la demo eToro è sufficiente seguire il link in basso. 

Impara ad investire su indici di borsa e azioni con la demo eToro>>>clicca qui per attivarla gratis

E veniamo adesso alla risposta alla domanda che abbiamo sollevato che abbiamo sollevato in precedenza. Ci sono azioni da comprare nonostante i timori per la variante Omicron? Gli analisti di UBS hanno rivelato (analizzando i dati di performance) che nell'ultima settimana il settore della difesa ha registrato un ribasso decisamente più ridotto rispetto a quello dei ciclici. Il primo,  infatti, ha perso il 2 per cento mentre per il secondo il ribasso è stato di oltre il 5 per cento. 

Anche all'interno degli stessi titoli ciclici, le flessioni non sono state tutte uguali: mentre difesa, tabacco e food retail hanno registrato cali compresi tra il -0,2 per cento e il -0,4 per cento, semiconduttori e auto hanno perso, rispettivamente, il 9,5 per cento e l'8 per cento. 

Insomma, come abbiamo anticipato in precedenza, non è affatto vero che sia crollato tutto in borsa. Investitore lungimirante è chi sfrutta i dati giustamente messi in evidenza da UBS, per orientarsi nella composizione del proprio portafoglio di investimento. 

Azioni da comprare con variante Omicron: le prospettive

Secondo Legal & General Investment Management (Lgim), è innegabile che, nel giro di pochi giorni, le prospettive sui mercati siano profondamente cambiate. Vero è che il trend della pandemia in Europa non era particolarmente incoraggiante (basti pensare alla situazione in Germania) ma era prevalsa la convinzione che, grazie alle vaccinazioni, il covid19 e le sue varianti fossere destinati a diventare endemici. 

Con l'irruzione di Omicron, lo scenario è cambiato anche se non c'è stato una vero e proprio capovolgiomento di fronte: semplicemente le possibilità che il virus possa diventare endemico in breve tempo si sono ridotte. 

A questo punto, hanno affermato gli analisti, diventa fondamentale esaminare la reazione dei policymaker. Le banche centrali, in fin dei conti, non hanno tante carte a loro disposizione. Nel caso in cui dovesse essere confermato l'aumento del profilo di rischio (scenario possibile se si dovesse arrivare alla conclusione che i vaccini non riescono a contenere Omicron), gli istituti centrali non dovrebbero far altro che mantenere al livello attuale (praticamente zero) i tassi di riferimento. 

Parallelamente anche i governi hanno già in armeria gli strumenti da usare in caso di intensificazione dell'emergenza. Per gli esperti di LGIM, infatti, si tratterebbe semplicemente rinnovare il supporto fiscale. La vecchia ricetta di sostegni per compensare gli effetti negativi di eventuali lockdown di contenimento di Omicron, resterebbe quindi la strada maestra. 

In una situazione fortemente in divenire, una sola cosa è certa: nelle prossime settimane i mercati e le borse saranno molto sensibili a tutte le notizie riguardanti la variante Omicron. Una situazione che, lato operativo, può essere sfruttata grazie al CFD Trading.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare ad investire su tanti mercati, è gratis

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X