Azioni Tesla previsioni 2023: possibile un recupero a 400$?

Aggiornamento del

Il 2023 di Tesla si è aperto in modo incoraggiante. Grazie al recupero in atto su tutti gli indici azionari, anche i prezzi delle azioni Tesla sono risaliti. Per avere un’idea della progressione compiuta dal colosso dell’auto elettrica è sufficiente considerare che a inizio gennaio ci volevano poco più di 118 dollari per comprare un’azione Tesla mentre a inizio febbraio siamo a quasi 160 dollari. In termini percentuali il rialzo che Tesla ha messo a segno è stato pari ad oltre il 30 per cento.

Nonostante il recupero messo in atto nel primo mese del nuovo anno, Tesla resta molto sottovalutato rispetto al passato. I prezzi attuali, infatti, sono più bassi del 43 per cento rispetto a un anno fa.

Teoricamente, quindi, stiamo parlando di un titolo che tuttora può essere comprato a sconto. Tra l’altro va anche tenuto presente che oggi acquistare azioni Tesla è pure vantaggioso visto che ci sono broker come ad esempio eToro che offrono la possibilità di comprare azioni e partendo da un deposito minimo iniziale di soli 50 dollari.

Se in linea di principio le azioni Tesla sono da comprare perchè ancora a buon prezzo, praticamente si tratta di verificare se ci sono o no i presupposti per una prosecuzione del trend al rialzo. In altre parole, dopo il rally che c’è stato a gennaio, le valutazioni di Tesla possono ancora migliorare o no? Cosa c’è da attendersi dal mercato? Porsi queste domande significa ragionare sulle previsioni Tesla 2023.

Ora vero è che ogni discorso sulle stime va preso con le molle, tuttavia ci sono dei segnali incoraggianti che, lato trading, non possono essere trascurati. Vediamoli assieme.

Azioni Tesla previsioni 2023: la situazione di riferimento

Non si può iniziare a parlare di previsioni sul nuovo anno, se prima non si ha ben chiaro quale è l’eredità di quello precedente. Vediamo allora cosa è successo nel 2022 di Tesla. Come già anticipato in precedenza, il colosso dell’auto elettrica ha perso gran parte del suo valore in borsa proprio nell’anno in cui ha raggiunto il record storico di consegne a quota 1,3 milioni di veicoli. Tutto questo è stato quantomeno singolare (praticamente nell’anno in cui la Tesla reale è andata meglio, la Tesla quotata ha messo a segno una delle sue performance peggiori) e quindi necessità di una spiegazione. Cosa è successo?

La questione è molto semplice: oramai c’è la convinzione che anche Tesla non sia per nulla immune delle sfide a cui il settore automotive mondiale è chiamato e sempre più spesso sarà chiamato. Come gran parte dei suoi concorrenti, anche Tesla ha dovuto fare i conti con l’aumento dei costi e le interruzioni nella catena delle forniture. A causa di questi ostacoli, la società è stata costretta a ridurre i prezzi dei suoi modelli di punta. L’ammiraglia Model 3 (berlina) e il SUV Model Y hanno registrato un calo del prezzo di vendita sia in Cina che in Usa. Le ripercussioni non si sono fatte attendere poichè nel corso del solo quarto trimestre 2022, le quotazioni di Tesla hanno perso ben il 55,4 per cento in più della sua capitalizzazione rispetto alla market cap uomulativa dei 10 principali produttori di veicoli elettrici.

Le cattive notizie, però, non finiscono qui poichè il CEO di Tesla Elon Musk, non è stato in grado di raggiungere gran parte di quelli che erano i suoi obiettivi dichiarati. Le promesse incorporate nel valore di Tesla che non si sono trasformate in realtà sono: il lancio ritardato di CyberTruck, l’assenza del robotaxi sulle strade e il rinvio continuo della guida autonoma sul modello 5.

Oggettivamente il mercato non può che essere dubbioso dinanzi a questa situazione. Quindi vero è che Tesla è andata picco proprio nell’anno in cui è stato raggiunto il record massimo di vendite (e questo nessuno lo può mettere in dubbio), tuttavia a prescindere dalle vendite ci sono stati segnali preoccupanti che il mercato, in un contesto già di suo sfavorevole, ha colto.

Azioni Tesla previsioni 2023: gli scenari possibili

Dopo aver fatto il punto sulla situazione di partenza, vediamo cosa potrebbe succedere a Tesla 2023. La nostra ipotesi di partenza riguarda uno scenario molto particolare: la possibilità che le quotazioni del colosso dell’auto elettrica possano salire a 400 dollari. Ora, facendo due conti, un prezzo delle azioni a 400 dollari, significherebbe un aumento di 240 dollari rispetto ai prezzi attuali. Ipotesi veramente molto suggestiva che implicherebbe il raggiungimento di nuovi massimi storici.

Come si può vedere dal grafico in alto, infatti, le azioni Tesla scambiavano a oltre 300 dollari nell’ottobre 2021 e poi anche nell’aprile 2022. Quindi con un apprezzamento a 400 dollari, il titolo arriverebbe ai nuovi massimi. Questo scenario è possibile?

Dal punto di vista grafico, l’impressione è che Tesla sia ancora sopravvalutata nonostante il forte deprezzamento messo a segno nel 2022. Si può ipotizzare un faire value nel range tra gli 80 e i 95 dollari. Tuttavia va anche tenuto in considerazione che Tesla ha dalla sua alcuni elementi di tipo fondamentale che non sono da snobbare. Ad esempio la società è oramai vicina all’inaugurazione del Tesla Megapacks Power ossia il più grande sistema di accumulo di energia a batteria in Europa. Non è da escludere che questo evento possa moltiplicare di 10 volte il reddito attuale di Tesla che deriva dallo stoccaggio di energia con un conseguente aumento delle entrate compreso tra i 10 e i 15 miliardi. Tuttavia il management della società ha anche annunciato che i semirimorchi e il cybertruck non verranno rilasciati prima del 2024-2025.

Alla luce di queste premesse, i 400 dollari di target possono essere un obiettivo più da 2025-2026 che non da 2023. Quindi tutto lascia intendere che nonostante le aspettative positive è difficile che il 2023 possa portare Tesla a nuovi record. Il target più plausibile per l’anno in corso è tra i 130 dollari e i 140 dollari.

Questa è la nostra ipotesi a riguardo ma vediamo adesso cosa pensano gli analisti in merito alle previsioni Tesla 2023.

Previsioni Tesla 2023: le opinioni a confronto

Nell’elenco puntato citeremo quale è il giudizio degli analisti di tutto il mondo in merito alle previsioni Tesla 2023.

  • Joseph Nagle – Responsabile dello sviluppo aziendale presso Orange Charger: ritiene che le azioni Tesla continuino ad essere sopravvalutate e che il mercato stia semplicemente reagendo a questa situazione. Secondo l’esperto Tesla viene considerata solo una casa automobilistica e questo rappresenta un limite. Alla luce di tale concezione, Nagle ritiene che i 400 dollari di target price nel 2023 siano improbabili. Tuttavia se i prezzi dovessero riuscire a tornare al livello entry-level, non è da escludere che le prospettive possano cambiare. Tra i fattori che possono fare la differenza ci sono ordini e consegne.
  • Adam Pippington – CFO di Freedom Dividend: non esclude che i prezzi delle azioni Tesla possano raggiungere i 400 dollari nel 2023. Secondo l’esperto la quotata nei prossimi anni potrebbe riuscire ad aumentare la produzione e le consegne. Pippington ritiene che affinchè il prezzo delle azioni Tesla possa raggiungere i 400 dollari nel 2023 si debbano verificare alcuni eventi chiave come ad esempio il boom della produzione e la crescita delle consegne ma anche l’espansione in nuovi mercati, un lancio di successo della Model Y e il miglioramento dei margini. Difficile ma non impossibile.

–SFRUTTA LE PREVISIONI PER INVESTIRE SULLE AZIONI TESLA CON ETORO (SITO UFFICIALE)>>

demo eToro

Comprare azioni Tesla nel 2023 conviene?

A questo punto siamo arrivati alla conclusioni. Come si può vedere dai paragrafi precedenti, le opinioni sulle previsioni Tesla 2023 non sono convergenti. Per alcuni esperti i prezzi di Tesla potrebbero effettivamente arrivare a 400 dollari mentre per altri questo target è plausibile si ma non durante questo anno.

Secondo gli algoritmi di intelligenza artificiale è da escludere che la quotazione di Tesla possa arrivare molto vicino a 400 dollari già quest’anno fermo restando che un rialzo ci sarà comunque. Di quanto? Ecco le stime di medio e lungo termine:

AnnoMetà annoFine annoPercentuale di rialzo
2023194$346$+101%
2024273$329%+169%

Come si può vedere dalle previsioni in tabella, le azioni Tesla sono viste si crescere e questo rappresenta un dato fondamentale.

–CLICCA QUI PER COMPRARE AZIONI CON ETORO>>

E gli analisti pensano che convenga o no comprare azioni Tesla adesso? Ecco quale è la situazione in atto a Wall Street a inizio febbraio:

  • 45 buy
  • 12 hold
  • 4 sell

Non ci sono dubbi su quale sia l’indicazione prevalente: comprare azioni Tesla. Anzi possiamo dire anche qualcosa in più perchè ben 24 di questi 45 consigli di acquisto sono uno strong buy ossia comprare forte!

Per quello che riguarda i target, alla luce delle valutazioni azionarie degli analisti che hanno copertura sul titolo di Musk, la previsione per il prossimo anno è 216,12 dollari. Si tratta di un obiettivo che implica un rialzo del 72,52 per cento rispetto al suo prezzo attuale. Molto interessante constatare che l’obiettivo più alto per il 2023 è di 436 dollari mentre quello più basso di 85 dollari!

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading