Meglio comprare azioni Tesla o NIO? Un confronto sui multipli

volatilità mercati

Alcuni nostri lettori ci hanno chiesto se, in questa fase molto particolare dei mercati, sia meglio comprare azioni Tesla o azioni NIO. Le due quotate attive nel segmento dell’auto elettrica sono state tra le protagoniste dei mercati finanziari fino a poco meno di un anno fa. Il radicale cambio di contesto causato dalla decisione della FED di alzare il costo del denaro per contrastare l’inflazione, ha poi determinato un offuscamento dell’appeal sui due titoli.

I numeri non lasciano spazio a dubbi interpretativi: rispetto ad un anno fa, oggi le azioni Tesla valgono il 56 per cento meno mentre il titolo NIO, adottando sempre lo stesso frame temporale, ha lasciato sul parterre ben il 75 per cento.

Una prima constatazione si può subito fare alla luce di questi dati: stiamo parlando di due quotate fortemente deprezzate che oggi è possibile comprare a sconto.

Fin qui non ci sono problemi ma si tratta di capire se sia conveniente avventurarsi su questo sentiero. E soprattutto, tra Tesla e NIO cosa è meglio comprare?

Il problema è prettamente strategico anche perchè le due azioni, assieme a migliaia di altri titoli azionari, sono entrambe presenti nelle liste degli asset disponibili sulle migliori piattaforme trading. Ad esempio sia Tesla e sia NIO si possono tradare con il broker eToro.

Inizia a fare trading sulle azioni con eToro>>>vai da qui sul sito del broker

Comprare Azioni Tesla o NIO? Il confronto

Nonostante l’ultimo anno si stato molto complicato sia per Tesla che per NIO, le attuali prospettive dei due colossi dell’auto elettrica sono molto differenti tra loro. Da un lato abbiamo Tesla che nell’ultimo mese si è deprezzata di ben il 20 per cento del suo valore. Secondo alcuni analisti il recente nuovo crollo di Tesla ha un responsabile ben preciso: Elon Musk. Lo storico CEO della quotata appare troppo preso dalla sua nuova recente acquisizione (il riferimento è a Twitter) e troppo distratto dalle implicazioni che la sua mossa sta avendo. La preoccupazione è che Musk non sia più concentrato su Tesla come invece la delicatezza della situazione attuale richiederebbe.

Un problema soprattutto se dall’altra parte, ossia in caso NIO, la concentrazione dei dirigenti è invece massima. Stando ad alcune voci di corridoio, il management di NIO sarebbe pronto a cavalcare subito il cambio di politiche sanitarie anti-covid che il governo cinese starebbe per varare. Fino ad ora in Cina ha imperversato il covid-zero con conseguenze gravissime dal punto di vista economico. Nel caso di NIO la politica zero covid a significato grandi difficoltà nell’approvvigionamento di chip e componenti nelle fabbriche. Tra l’altro negli ultimi trimestre propria a causa di questi problemi, NIO non è stata in grado di soddisfare la forte domanda per i suoi modelli e nello specifico per i SUV. Adesso però tutto potrebbe cambiare e ciò spiega il moderato ottimismo che si respira in casa NIO:

Insomma le prospettive di Tesla e NIO sono molto diverse. Da un lato che Musk che pensa ad altro e da parte cinese c’è invece un management attento.

Azioni NIO o Tesla? Confronto dei multipli

Ma vediamo cosa dicono i multipli di borsa. Su questo ambito è NIO ad uscire con le ossa rotte. Francamente nulla di sorprendente visto che Tesla attualmente è una potenza industriale con una struttura ben consolidata mentre la quotata cinese è ancora alla ricerca di una sua identità ben precisa. Tra l’altro, a causa dei problemi che sono emersi nel corso dell’anno corrente, a NIO sono state tagliate le gambe nel senso che la società cinese non è in grado di offrire alcuna garanzia circa la sua capacità di riuscire a raggiungere il pareggio di bilancio nell’immediato futuro.

I multipli di borsa sono lo specchio di questa situazione. Appena due anni fa NIO e Tesla potevano vantare un multiplo molto simile per il rapporto EV/Sales. Oggi tutto è cambiato. Nonostante il sentiment molto negativo dell’ultimo anno e il forte deprezzamento subito in borsa, le azioni Tesla valgono sempre 6,5 volte i ricavi dell’anno in corso. Dall’altro lato c’è invece NIO che vale appena 1,8 volte i ricavi previsti nel 2022.

Il verdetto dei multipli di borsa è quindi chiarissimo: le azioni Testa battono le NIO.

E tu dove vorresti investire per sfruttare il trend dell’auto elettrica? Come abbiamo già detto in precedenza, su piattaforme come eToro è possibile fare trading online su tantissimi asset tra cui molte azioni. Se sei interessato vai sul sito del broker eToro e valuta la proposta.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Le ultime news su Tesla

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.