Morgan Stanley lancia la consulenza finanziaria con intelligenza artificiale (ma non è per tutti)

Morgan Stanley sigla un accordo con OpenAI - BorsaInside

Morgan Stanley prova a recuperare il terreno perso sull’intelligenza artificiale lanciando un progetto con cui punta ad offrire una nuova esperienza di consulenza finanziaria ma solo ai suoi clienti facoltosi. La celebre banca d’affari americana ha avviato una collaborazione con Open AI, la società diventata famosa per aver lanciato, ChatGPT, al fine di sviluppare un chatbot dotato di IA che ascolta le conversazioni tra i clienti e i consulenti finanziari per migliorare l’esperienza per entrambe le parti. Si tratta di un progetto decisamente avanzato che terrà impegnata Morgan Stanley a lungo.

I test di questa innovativa soluzione sono durati diversi mesi e hanno coinvolto 1.000 consulenti finanziari. Il risultato positivo è stato reso possibile grazie alla solida partnership tra la banca d’investimenti e l’azienda della Silicon Valley.

Tra l’altro la collaborazione ha permesso a Morgan Stanley di ottenere un accesso privilegiato allo sviluppo di prodotti per la gestione patrimoniale. Grazie a questa partnership, la banca sta sviluppando una tecnologia che, con il consenso dei clienti, può creare un riassunto delle conversazioni, redigere e-mail di follow-up suggerendo i passi successivi, aggiornare il database delle vendite della banca, programmare appuntamenti e imparare come aiutare i consulenti a gestire le finanze dei clienti in aree come le tasse, i risparmi per la pensione e le eredità.

Nonostante l’intelligenza artificiale abbia un ruolo sempre più importante, Morgan Stanley ha comunque chiarito che la consulenza sugli investimenti rimarrà di competenza degli esseri umani. Il chatbot a chi si sta lavorando, infatti, fornirà approfondimenti e supporto amministrativo ai consulenti finanziari ma sarà la componente umana a restare al centro di tutto il processo.

I primi riscontri sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella consulenza finanziaria sembrano essere positivi. I ricavi netti della banca americana sono aumentati del 16 per cento nel secondo trimestre del 2023 mentre le attività dei clienti sono cresciute di 90 miliardi di dollari.

Non solo Morgan Stanley: anche Goldmam Sachs punta sui clienti facoltosi

Se Morgan Stanley prova a prendere il treno dell’intelligenza artificiale mettendolo a disposizione dei clienti facoltosi, la rivale Goldman Sachs, sembrerebbe essere pronta a vendere una parte della sua attività di wealth managemen. L’obiettivo, però, è lo stesso: specializzarsi sempre di più sui clienti super-ricchi.

In quest’ottica la celebre banca d’affari sta prendendo in considerazione la possibilità di cedere parte della sua divisione di consulenza sugli investimenti, precedentemente conosciuta come United Capital Financial Partners, che ha in gestione circa 29 miliardi di dollari e che, a suo tempo (nel 2019), era stata acquisita per 750 milioni di dollari.

La decisione presa dal management di Goldman Sachs riflette il desiderio di ridefinire la sua strategia nel settore della gestione patrimoniale. Inizialmente, l’acquisizione di United Capital Financial Partners aveva l’obiettivo di diversificare la base clienti della banca al di fuori dell’ambito dei clienti ultra-ricchi. Tuttavia, nonostante questa acquisizione, la divisione è rimasta relativamente piccola rispetto all’ampio portfolio di gestione patrimoniale di Goldman Sachs, che ammonta complessivamente a 1.000 miliardi di dollari in asset per clienti ultra-ricchi.

Il punto è che l’amministratore delegato di Goldman Sachs, David Solomon, si trova sotto pressione per migliorare la redditività della banca dopo che i profitti hanno subito un calo del 60 per cento nel secondo trimestre del 2023. La flessione viene in parte attribuita alle svalutazioni nelle attività di credito al consumo e agli investimenti immobiliari.

La decisione di concentrarsi maggiormente sui clienti ultra-ricchi riflette anche il desiderio di Goldman Sachs di competere efficacemente con le banche rivali. L’istituto finanziario è determinato a recuperare terreno e a garantire una posizione competitiva nel settore della gestione patrimoniale. Questo è particolarmente rilevante considerando che altre banche, come la citata Morgan Stanley, hanno avuto successo nell’espandere la propria divisione di gestione patrimoniale attraverso acquisizioni strategiche che generano entrate costanti dalle commissioni.

Insomma, come si può vedere dai casi di Morgan Stanley e Goldman Sachs, le grandi banche d’affari, chi ricorrendo all’intelligenza artificiale e chi attraverso operazioni di cessione oculate, sembrano puntare ad offrire servizi sempre più specializzati alla grande (e ricca) clientela.

I trader comuni non risentiranno minimamente di questa trasformazione visto che, già da tempo, possono investire in borsa comodamente da casa usando le piattaforme messe a disposizione dai broker. Grazie a queste piattaforme è possibile eliminare i costi tradizionali legati alle consulenze e quindi avere più margine di guadagno.

Tra i migliori broker per fare trading sui mercati finanziari globali citiamo:

logo broker etoro
  • eToro: broker che permette di investire su tantissimi asset di tutto il mondo (comprese migliaia di azioni) attraverso i CFD senza il possesso del sottostante. Grazie ai CFD si può operare a leva e incrementare la portata del proprio investimento (ma salgono anche i rischi). Ma eToro comprare azioni reali senza commissioni (attenzione perchè sono applicate altre fees). Il broker ha milioni di clienti in tutto il mondo grazie anche al celebre servizio di copy trading attraverso il quale si possono copiare le strategie dei traders più bravi. Molto competitivo il deposito minimo previsto per iniziare ad operare che è pari a 50 dollari, tra i più bassi del settore.

Inizia ad affinare le tue competenze finanziarie aprendo un account eToro virtuale da $100.000 > più informazioni sul sito eToro <

azioni FinecoBank
  • FinecoBank: si tratta della piattaforma Fineco è la NR 1 e consente di speculare su tantissimi mercati sia in modo diretto che attraverso i CFD. Con Fineco poi c’è anche la possibilità di usare uno strumento esclusivo come i super CFD. Fineco propone un piano di commissioni molto interessante: quanto più aumenta l’attività di trading, tanto più le commissioni si abbassano.

Scegli la piattaforma NR 1 in Italia per fare tradingMaggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo NO
Fino al 3,6% annuo per depositi in EUR
Broker quotato al NASDAQ
Ampia selezione di azioni, ETF e opzioni su azioni
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Borsa Americana Oggi in Tempo Reale - Wall Street

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.