Skin ADV

Investire nei metalli preziosi, previsioni positive sull’argento

lingotto

Merian Global ci spiega perchè potrebbe essere un buon momento di lancio per le quotazioni dell'argento.

Sono positive le previsioni sull’argento da parte di Ned Naylor-Leyland, il gestore del fondo Merian Gold & Silver, di Merian Global Investors.

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Secondo l’esperto, se è vero che “l’argento è sempre stata la moneta della gente comune, mentre l’oro la moneta dei re”, è anche vero che contrariamente al lingotto, asset class molto “pubblicizzata”, l’argento è percepito meno come segmento su cui investire, e quindi i suoi flussi reagiscono più “lentamente” rispetto all’oro.

Considerato come una sorta di valuta, oltre che di commodity, l’argento è utilizzato in tanti modi e in tanti settori, con un beneficio ben evidente: il suo profilo di rendimento è circa doppio rispetto a quello dell’oro, e dunque aumenta di valore in maniera molto più rapida rispetto all’oro quando i prezzi dei metalli preziosi aumentano, anche se può vedere al tempo stesso un declino più veloce quando i prezzi sono in diminuzione.

Chiarito ciò, il rapporto oro/argento (che misura la quantità di argento necessaria per acquistare un’oncia di oro) è al momento a circa 88:1 Quando l’oro ha intrapreso la sua traiettoria di crescita a fine maggio 2019, il rapporto era a un livello simile ma si è poi mosso al rialzo, raggiungendo il picco di 93:1 il 12 luglio. Dunque, l’argento inizialmente ha sofferto rispetto al metallo giallo, ma ora sta iniziando a sovraperformare.

Al di là dei rapporti tra le due materie, l’esperto afferma come con le banche centrali che sembrano voler scartare qualsiasi ipotesi di rialzo dei tassi per quest’anno, l’attuale contesto macroeconomico sia di evidente sostegno per l’oro e per l’argento che, in quanto asset che possono “sconfiggere” l’inflazione, performano bene in periodi di debolezza valutaria.

Non mancano però i problemi. Il principale è che, dopo anni in cui le banche centrali hanno seguito una strategia di tightening, potrebbe volerci un po’ di tempo prima che gli investitori si convincano che si è verificata una vera e propria inversione a U – afferma ancora il gestore. Pare che il mercato stia finalmente iniziando ad accettare la nuova “realtà” dei fatti, e che il rapporto oro/argento ha già iniziato a scendere, ponendo le basi per buone prestazioni da parte dell’argento.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro