Le banche centrali di tutto il mondo hanno adottato delle misure straordinarie per poter cercare di fornire un congruo supporto contro gli effetti economico – finanziari della pandemia da coronavirus.

È evidente che, in tale scenario, non mancano i condizionamenti per gli obbligazionari, con gli investitori in bond che hanno ricevuto poche ore fa un ghiotto suggerimento da parte di JP Morgan AM: conviene investire in attività per le quali c’è una forte domanda da parte delle banche centrali, compresi i titoli di Stato e i bond corporate di alta qualità.

Insomma, è prematuro tornare a operare a pieno ritmo nel mercato del rischio. Ma, in attesa che le economie dimostrino di poter tornare ai normali livelli di attività, si può comunque cercare di adottare una strategia selettiva per poter individuare i titoli più utili per le nostre finalità di trading.

I consigli di JP Morgan AM

Quanto sopra è lo spunto principale che JP Morgan AM ha offerto nel suo Bond Bullettin settimanale curato dal proprio team Global Fixed Income, Currency and Commodities Group. Che, ben inteso, nel suo dossier sottolinea anche che dopo le misure monetarie delle banche centrali, e fiscali dei governi, sarà la volta di comprendere come e quando le economie saranno in grado di riaprire i battenti senza che il contagio – ora in rallentamento – riprenda vigore.

Per il momento tutti i principali indicatori macroeconomici non sembrano confortanti: dal tasso di default aziendale a quello della disoccupazione, è lecito attendersi un drastico peggioramento.

Leggi anche -> Obbligazioni convertibili: convengono nell’attuale scenario?

I mercati finanziari sono (quasi) ripartiti

Peraltro, i mercati finanziari sono praticamente ripartiti. I listini hanno colto l’opportunità di monetizzare il contributo dei sostegni fiscali e monetari per poter rinvigorire le proprie prestazioni. Secondo JP Morgan AM lo spread dei titoli high yield su scala globale si è ridotto, e i differenziali dovrebbero continuare a restringersi ancora, in maniera lineare, in assenza di un catalizzatore a livello di fondamentali.

Ad ogni modo, lo stimolo monetario e fiscale sta generando delle ripercussioni non irrilevanti sul quadro tecnico del mercato obbligazionario. Il motivo è semplice: gli acquisti delle Banche centrali hanno determinato una domanda senza precedenti di bond governativi e corporate di alta qualità, soddisfatta da un’offerta ampia.

Non è un caso che marzo è stato il mese record per le nuove emissioni di bond nel mercato USA corporate IG, con 260 miliari di dollari di offerte. Il risultato è stata la possibilità di ottenere dei vantaggi dagli sconti sulle nuove emissioni, anche di 50 – 100 punti base nel mercato corporate e di oltre 10 punti base nel Treasury.

Pertanto, per JP Morgan AM gli investitori devono continuare a privilegiare gli attivi per cui c’è una domanda vigorosa da parte delle Banche centrali, compresi titoli di Stato e obbligazioni corporate di alta qualità, investment grade.

Ricordiamo, con tale occasione, che chi vuole effettuare degli investimenti sulle obbligazioni può farlo in maniera conveniente attraverso i migliori broker in circolazione, come eToro (qui trovi la nostra recensione).

eToro ti permetterà infatti di investire sui mercati finanziari senza commissioni e, peraltro, anche senza esplicite conoscenze finanziarie: con il suo servizio di copytrading (che puoi provare gratis qui), ti basterà individuare uno o più trader esperti da seguire, e il broker copierà per te, in maniera automatica, tutte le loro operazioni!

CLICCA QUI PER APRIRE UN CONTO DI TRADING CON ETORO GRATIS

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.