Borsainside.com

Oro, inizio mattinata in rialzo su debolezza del dollaro

oro

Il dollaro statunitense è un po' più debole, e l'oro sembra approfittarne con un balzo in alto.

Mattinata di rimbalzo per l’oro, che nei mercati asiatici ha subito un incremento concomitante all’indebolimento del dollaro statunitense.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La valuta verde ha infatti perso terreno, scendendo al suo livello più basso da maggio 2018, probabilmente sulla scia delle mosse della Federal Reserve, con il presidente Jerome Powell che si è assicurato un più ampio margine di manovra per mantenere i tassi di riferimento più bassi per un periodo più lungo rispetto alle attese iniziali.

Tale atteggiamento ha intuibilmente indotto molti investitori a ritirarsi dal biglietto verde e, di controbilanciamento, l’oro sembra averne guadagnato in slancio.

Nel frattempo, i dati fondamentali che sono stati rilasciati in Cina e in Giappone hanno evidenziato una costante ripresa economica in entrambi i Paesi. Il Caixin Manufacturing Purchasing Managers' Index (PMI) cinese per il mese di agosto è salito a 53,1 punti, mentre e il Manufacturing Purchasing Managers' Index (PMI) giapponese ha registrato un aumento a 47,2 punti in agosto. Sebbene il dato del Giappone sia stato inferiore ai 50 punti (un livello che indica l'espansione economica), è stata la contrazione più lenta dell'indice da febbraio.

Gli investitori stanno anche tenendo d'occhio le crescenti tensioni tra la Cina e gli Stati Uniti, oltre che in Australia.

In particolar modo, le tensioni di Pechino con gli Stati Uniti sono aumentate dopo che lunedì gli USA avevano preannunciato l’intenzione di instaurare un nuovo dialogo economico bilaterale con il Paese, mentre le tensioni con l'Australia sono aumentate in seguito alla detenzione del giornalista australiano Cheng Lei, trattenuto dalle autorità cinesi alla fine di agosto.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS