etoro

Investire nelle obbligazioni convertibili nel 2021: tutti i motivi per farlo OGGI!

mirabaud

Ecco per quali motivi le obbligazioni convertibili potrebbero essere uno degli strumenti più utili dell'anno.

Il 2021 potrebbe essere l’anno delle obbligazioni convertibili? Per una nota di Nicolas Cremieux, Portfolio Manager di Mirabaud AM, non ci sarebbero dubbi: la risposta è assolutamente positiva, con una prestazione prevista molto incoraggiante, sostenuta da 5 fattori determinanti. Scopriamoli insieme.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Asset allocation azionaria tradizionale

In primo luogo, l’analista di Mirabaud ci ricorda che grazie alla convessità delle obbligazioni convertibili, questi strumenti sono in grado di rafforzare un'allocazione azionaria tradizionale. Di norma questi strumenti sono infatti in grado di catturare circa il 40-70% dei rialzi dei titoli azionari, e il 20-50% dei ribassi, offrendo così una buona fonte di diversificazione soprattutto nei momenti in cui il contesto di mercato risulta essere più volatile.

Contesto favorevole per gli asset rischiosi

In aggiunta a ciò, Mirabaud ci rammenta come nel 2021 le convertibili si stiano muovendo su una traiettoria positiva, che dovrebbe fornire un contesto favorevole per gli asset rischiosi. È altresì improbabile che le banche centrali si discostino dalle loro politiche accomodanti: proprio per questo motivo ci si attende un incremento delle attività di M&A, che potrebbe determinare un vantaggio per questa asset class.

Aumento dell’inflazione

L’atteso aumento dell’inflazione dovrebbe poi tradursi in un irrigidimento della curva dei rendimenti. Questo potrebbe riflettere la ripresa della crescita e, di conseguenza, non determinare un momento particolarmente favorevole per chi ha intenzione di spostarsi sul risk-off. Le obbligazioni convertibili offrono una protezione duratura in un contesto di tassi crescenti, visto e considerato che hanno una correlazione negativa con i titoli di Stato. Allo stesso tempo, i titoli di questa categoria sono ben posizionati per partecipare ai rialzi del mercato azionario, vista e considerato la loro correlazione positiva con le azioni e con le obbligazioni corporate.

Buone valutazioni

Ad integrazione delle determinanti di cui sopra, sottolineiamo come anche le valutazioni continuano a rimanere forti, sostenute da una maggiore volatilità di mercato attesa, che rimarrà tale fino alla metà dell’anno. Le obbligazioni convertibili sono più convenienti dello 0,9% rispetto al fair value, ancora sotto i livelli massimi di un anno fa, quando erano scambiate con un premio dello 0,4% rispetto al fair value.

Nuove emissioni

Infine, è indubbio che le ondate di nuove emissioni siano state di sostegno per l’asset class, con il 2020 che ha visto nuove emissioni per 138 miliardi di dollari su 269 operazioni, per livelli record assoluti. Le prospettive – conclude l’esperto – rimangono dunque favorevoli perché ci si attende che le aziende accelerino i loro sforzi di raccolta di capitali quest'anno, posizionando al meglio per la pandemia in corso e per pianificare la crescita futura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato