La continua carenza di chip e altri materiali di base sta costringendo alcune delle più grandi aziende tecnologiche e automobilistiche del mondo a ridimensionare i loro obiettivi.

Il CEO di Apple, Tim Cook, ha dichiarato la scorsa settimana che l’azienda “non è immune” alle sfide della catena di approvvigionamento, notando come il business dell’iPad abbia avuto “vincoli di fornitura molto significativi” durante il trimestre più recente. Apple ha poi precisato che ci sono diversi ostacoli che devono essere superati nel trimestre in corso, compresi i vincoli di fornitura relativi a Covid-19 che potrebbero ridurre le vendite per una cifra compresa tra 4 e 8 miliardi di dollari.

Il CEO di Nokia, Pekka Lundmark, ha invece riconosciuto che la telco finlandese sarebbe cresciuta più velocemente nell’ultimo trimestre se non fosse stato per i problemi della catena di approvvigionamento. “La situazione si è stabilizzata ma continua ad essere abbastanza seria“, ha detto. “Quando parliamo di semiconduttori, stiamo vedendo miglioramenti qua e là. È abbastanza specifico per i fornitori al momento, ma quando guardiamo all’anno intero e alla seconda metà dell’anno, continuiamo a sperare che le cose comincino a migliorare verso la fine dell’anno”.

I problemi sembrano riguardare pesantemente anche le aziende automobilistiche. Il CEO di Daimler, Ola Källenius, ha detto che le carenze di fornitura in corso, in particolare per quanto riguarda i semiconduttori, sono una delle tre sfide principali nell’attuale ambiente commerciale. Källenius ha aggiunto che i nuovi lockdown per il Covid in Cina, uno dei più grandi mercati di Daimler, potrebbero influenzare le catene di approvvigionamento in tutto il mondo.

Il CEO di Volvo, Jim Rowan, ha poi fatto eco alle preoccupazioni di settore affermando che l’azienda sarà colpita dal problema della carenza dei componenti nel secondo trimestre, ma ha comunque rassicurato sul fatto che l’azienda ha “una fornitura assicurata” che dovrebbe aiutarla nella seconda metà dell’anno.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.