Come sfruttare supporti e resistenze per fare trading online

volatilità mercati

In molti articoli pubblicati sul nostro sito sono presenti termini come “livelli di supporto” e “livelli di resistenza”. Il trader che è abituato a fare analisi tecnica non ci bada neppure alla presenza di queste espressioni che fanno parte del bagaglio di conoscenze indispensabili per operare sui mercati. Diverso è invece il caso del trader che è alle prime armi.

Ammettiamo per esempio che il prezzo del petrolio sia al centro di una forte volatilità che ha determinato un forte incremento della visibilità informativa. Una situazione simile potrebbe l’attenzione anche di un aspirante investitore che però non hai mai operato su questo mercato. Spinto dall’interesse, il nostro trader alle prime armi inizierà a raccogliere quante più informazioni possibili per capire come posizionarsi sul greggio e sicuramente si imbatterà in termini come “supporti” e “resistenze”. Ora, alla luce di quella che è la nostra esperienza nel settore, possiamo tranquillamente dire che chi non conosce concetti come supporti e resistenze ma anche chi non ha pratica con l’utilizzo di questi parametri, dovrebbe pensarci 1000 volte prima di iniziare a fare trading. Il miglior broker al mondo si rivela completamente inutile se non si ha dimestichezza con l’analisi tecnica e quindi con concetti come supporti e resistenze.

Proprio perchè consapevoli di tutto questo, abbiamo pensato ad un articolo che, partendo dalle definizioni, passi poi alla pratica ossia a come sfruttare i livelli di supporto e di resistenza per fare trading online.

Iniziamo però dalle basi. Per portarci avanti con l’argomento, invitiamo i lettori che volessero provare ad usare supporti e resistenze per fare trading online, a dotarsi già ora di un conto simulato dove poter far pratica con l’analisi tecnica senza correre il rischio di perdere soldi veri. Un broker che mette a disposizione una demo gratuita completa per esercitarsi senza rischi è eToro. Si può aprire l’account dimostrativo eToro direttamente dal link in basso.

Apri un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro virtuali, clicca qui

demo etoro

Cosa sono i livelli di supporto e di resistenza

Teoricamente il concetto di supporto e resistenza è molto semplice. I due livelli rappresentano l’area di prezzo in cui avviene lo scontro tra acquirenti e venditori finalizzato ad assumere il controllo del mercato.

Parliamo di supporto se i prezzi di un asset qualsiasi (il petrolio nell’esempio che abbiamo fatto ad inizio articolo), arrestano la loro discesa e rimbalzano. Il valore su cui avviene il rimbalzo è il livello di supporto. Ora il rilancio avviene per un motivo ben preciso: gli ordini di acquisto sono diventati più consistenti rispetto agli ordini in vendita. Proprio questa prevalenza spinge verso su i prezzi dell’asset.

Viceversa parliamo di resistenza quando i prezzi dell’asset, indirizzati al rialzo, non riescono a superare un certo livello di prezzo e quindi interrompono la loro salita. Il valore su cui avviene l’interruzione diventa il livello di resistenza. Se le quotazioni resistono e non vanno oltre è perchè gli ordini di vendita immessi sono più forti rispetto agli ordini di acquisto. In poche parole ci sono pochi compratori al livello di resistenza e di conseguenza l’apprezzamento fino ad allora in atto, non può che bloccarsi.

Come riconoscere i livelli di supporto e di resistenza

Se teoricamente i concetti di supporto e resistenza possono sembrare di facile comprensione, dal punto di vista pratico è tutto più complesso. Anche i trader più esperti, infatti, possono avere delle difficoltà per riconoscere i livelli di supporto e di resistenza. E se non si riesce a riconoscerli, allora diventa difficile anche poter sfruttare questi concetti nelle normale attività di trading online.

In questo paragrafo proveremo ad aiutare i lettori a capire come riconoscere supporti e resistenze poi poi, nel paragrafo successivo, occuparci della parte più operativa (trading online).

Tanto per iniziare, i livelli di supporto e di resistenza possono essere orizzontali ma possono anche essere ascendenti o discendenti. In questo secondo caso saranno individuati mediante delle linee di tendenza o trendline. Graficamente quando le linee di tendenza hanno al loro interno l’andamento dei prezzi allora si forma un canale.

Il problema è che non sempre le aree di supporto e di resistenza sono rilevanti ossia possono essere utili per tracciare la potenziale direzione del grafico. Affinchè lo diventino è necessario che nel momento in cui i prezzi entrano a contatto con la zona, si sviluppi una loro reazione significativa. Per farla breve i prezzi devono risalire se hanno toccato un supporto e devono scendere se invece hanno testato una resistenza. Se non si verificano questi movimenti, allora si dinanzi a falsi segnali.

Per stabilire quanto è importante un supporto o una resistenza, si possono usare vari strumenti di trading e indicatori tecnici come ad esempio:

Ovviamente è impensabile imparare ad usare questi strumenti in un batter d’occhio e quindi diventare perfettamente in grado di individuare i livelli di supporto e di resistenza. Proprio per questo la pratica con un conto demo come quello offerto da eToro può essere di aiuto (anche perchè l’account dimostrativo è gratis). Tra l’altro proprio questo broker mette anche a disposizione uno degli strumenti più apprezzati dai trader alle prime armi e non: il Copy Trading. Grazie a questa funzionalità è possibile copiare i traders più bravi replicando le loro strategie.

Scopri il Copy Trading eToro>>>clicca qui per aprire un conto dimostrativo, è gratis

copytrading etoro

Concludiamo questo paragrafo che è dedicato ai livelli di supporto e di resistenza con un consiglio. Uno dei presupposti alla base dell’analisi tecnica è il precedente storico. Nei grafici la storia tende a ripetersi sempre e ciò significa che un livello di supporto o di resistenza tende a diventare sempre più significativo a seconda delle volte in cui viene testato. Ad esempio se l’area tra 1 e 1,05 funge spesso da resistenza, allora la sua importanza tende a crescere e ciò significa che sarà sempre necessario considerare questo intervallo quando si effettua l’analisi tecnica.

Come usare supporti e resistenze nel trading online

Dopo aver chiarito cosa sono e come riconoscere i livelli di supporto e di resistenza nel trading online, possiamo passare alla parte più propriamente operativa: come si possono sfruttare queste aree per fare trading?

Le tecniche a disposizione degli investitori sono tante. Soffermeremo però la nostra attenzione su due in particolare:

  • utilizzo di supporti e resistenza per effettuare ingressi e uscite dal mercato
  • operatività in breakout

Nel primo caso si tratta di aprire posizioni long sui supporti e posizioni short sulle resistenze per sfruttare quello che è un comportamento standard dei prezzi i quali, nel momento in cui raggiungono i supporti e le resistenze più importanti, invertono la loro direzione.

La tecnica del breakout è più complessa. In questo caso, infatti, i prezzi non cambiano la direzione ma sfondano livelli di supporto (o di resistenza) e rafforzano quello che è il loro trend (crescita o deprezzamento). Il breakout si verifica nel momento in cui la tendenza è robusta e i volumi di scambio sono su livelli importanti. Cosa può fare il trader in questa situazione? Fermo restando che tutto dipende dal profilo di rischio dell’investitore, si può entrare prima che il breakout si verifichi (e in questo caso si anticipa il successo rally dei prezzi) oppure si può attendere una chiusura che sia su livelli superiori alla resistenza oppure inferiori al supporto.

Usare queste due tecniche per fare trading online sfruttando supporti e resistenze non è semplice. Pratica ed esperienza possono però dare una mano. In precedenza abbiamo indicato un primo broker che mette a disposizione la demo gratuita per tradare. C’è anche una alternativa, altrettanto valida: Plus500. Stiamo parlando di un broker CFD che presta molta attenzione alla proposta grafica. Anche Plus500 mette a disposizione un conto demo gratuito per esercitarsi. Si può attivare seguendo il link in basso.

Clicca qui per aprire un conto demo Plus500>>>

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Trading Online

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.