Crypto Market Index 10: come investire nel settore delle cripto con un indice

Quando si sceglie di investire in criptovalute, di norma i trader puntano su alcuni singoli asset sperando che dalla loro selezione possano arrivare le adeguate soddisfazioni in termini di rendimenti.

Tuttavia, alcuni broker come AvaTrade (qui la nostra recensione) hanno fatto qualcosa in più, mettendo a disposizione degli indici di settore che permetteranno all’investitore di prendere posizione sull’intero settore criptovalutario o, almeno, su una buona parte di questo.

Oggi parleremo proprio di questo: vedremo insieme cos’è e come funziona il Crypto Market Index 10 e in che modo investire sul settore delle criptovalute in maniera professionale attraverso questo strumento del broker.

Cos’è Crypto Market Index 10

Cominciamo con il sottolineare che il Crypto Market Index 10 è un indice che comprende le prime 10 criptovalute o token per capitalizzazione di mercato.

Considerato che questo indice replica i principali asset criptovalutari, può ben considerarsi come un indice di riferimento per il mercato delle criptovalute: con questo indice gli investitori possono dunque avere un’idea del sentimento del mercato generale delle criptovalute.

L’indice è nato il 31 dicembre 2016 ad opera di Crypto Finance AG con la finalità di seguire in maniera affidabile il rendimento delle criptovalute e dei token più importanti e liquidi, mettendo così a disposizione un benchmark su cui investire per il mercato delle criptovalute.

All’epoca, l’indice fu lanciato con un valore di base standardizzato di 1000 punti: da quel momento in poi, il suo valore ha rispecchiato l’andamento del mercato delle criptovalute nel suo complesso.

Da cosa è composto l’indice Crypto Market Index 10

L’indice Crypto Market Index 10 è misurato in punti e monitora i prezzi delle prime dieci criptovalute e token sul mercato in termini di capitalizzazione (ovvero, prezzo del token moltiplicato per il numero di unità in circolazione). Sono anche i volumi di trading a determinare o meno l’inclusione degli asset nell’indice.

Stando al regolamento dell’indice, affinché un asset sia incluso nel suo paniere deve soddisfare queste condizioni:

  • Capitalizzazione di mercato media di almeno 1 miliardo di euro nei 30 giorni precedenti
  • Volume di trading giornaliero di 5 miliardi di dollari negli ultimi 30 giorni.

In questo modo l’indice evita di monitorare l’andamento di criptovalute che hanno poco mercato o, comunque, volumi di trading poco significativi, tali da renderle illiquide.

consigli diario di trading

Quali criptovalute compongono l’indice?

Ad oggi, sono queste le 10 criptovalute che compongono l’indice negoziabile sulla piattaforma di trading id AvaTrade:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Ripple
  • Litecoin
  • Bitcoin Cash
  • EOS
  • Binance Coin
  • Tether
  • Bitcoin SV
  • Tron.

Naturalmente, ricordiamo con l’occasione che il peso delle criptovalute all’interno dell’indice non è uguale, ma segue un criterio di ponderazione di ogni asset che dipende proprio dal suo prezzo e dal numero di unità in circolazione.

I vantaggi di fare trading su Crypto Market Index 10

Ma per quali motivi conviene fare trading sul Crypto Market Index 10? Quali sono i principali benefici di ricorrere a questo indice?

Abbiamo provato a riepilogare i principali:

  1. Liquidità: l’indice è molto liquido, considerato che punta solamente sugli asset a maggiore circolazione sul mercato per volume di trading
  2. Minore volatilità: l’indice di criptovalute contribuisce a ridurre la volatilità rispetto a un investimento su singoli asset
  3. Diversificazione: l’indice offre agli investitori un ottimo modo di diversificare il proprio portafoglio di criptovalute senza dover aumentare l’esposizione al rischio
  4. Copertura di notizie: replicando l’andamento dei primi 10 asset criptovalutari al mondo, l’indice riesce a beneficiare di un’ampia copertura e di un vasto interesse da parte del pubblico di investimento a livello globale.
perche fare forex trading con avatradey 1

Perché scegliere AvaTrade per fare trading sull’indice

Come abbiamo anticipato in apertura di questo approfondimento, l’indice è a disposizione per la sua negoziazione su AvaTrade, uno dei broker online preferiti da tutti i trader italiani.

Ma perché scegliere AvaTrade per fare trading su questo indice?

Anche in questo caso ci è sembrata cosa utile riepilogare alcuni dei principali vantaggi che questo broker è in grado di offrire alla sua clientela italiana:

  • Regolamentazione: il broker è regolamentato e premiato, in costante espansione in tutto il mondo
  • Piattaforme di trading: AvaTrade propone diverse piattaforme di trading intuitive, come MT4 e MT5, o ancora l’app AvaTradeGO, il sistema di social trading DupliTrade e AvaOptions
  • Gamma di asset: oltre all’indice di cui abbiamo parlato oggi, AvaTrade propone alla propria clientela una vasta gamma di asset negoziabili tra criptovalute, Forex, materie prime, azioni, indici, obbligazioni, ETF.

Come investire sull’indice con AvaTrade

Per sfruttare tutte le potenzialità dell’indice sulle criptovalute con AvaTrade è dunque sufficiente apri qui un conto di trading gratis e accedere gratuitamente alla piattaforma di trading.

In pochi minuti la procedura di registrazione verrà portata a compimento permettendo a chiunque di effettuare il primo versamento e sottoscrivere la posizione sull’indice criptovalutario. Buon trading!

>> Clicca qui per aprire gratis un conto di trading con AvaTrade <<

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading