Il Bitcoin è un esperimento fallimentare e lo dice il Nobel all'Economia

Il Bitcoin è un esperimento fallimentare e lo dice il Nobel all'Economia

Duro affondo del premio Nobel per l'Economia Rober Shiller sul Bitcoin e le altre altcoin: c'è da credergli?

CONDIVIDI

Le parole di un premio Nobel per l'Economia, non fosse altro che per la taratura del pronunciatore, hanno sempre una certa presa negli ambienti degli investitori. E' per questo motivo che da ieri molti traders guardano a quanto affermato dal Nobel Robert Shiller a propoposito del Bitcoin e, più in generale, di tutte le criptovalute. Le dichiarazioni dell'economista su natura e prospettive del Bitcoin hanno avuto un effetto dirompente. Shiller, con le sue dichiarazioni, si è praticamente collocato al di là del semplice scetticismo. Come certamente saprai c'è da tempo un fronte più o meno eterogeneo di analisti ed economisti che ha una visione pessimista sul Bitcoin. Da mesi quest fronte parla di inevitavile crollo del Bitcoin. Ebbene le parole di Shiller sulle criptovalute vanno oltre questo scetticismo. Secondo il premio Nobel per l'Economia, infatti, l'esperimento Bitcoin è fallimentare. Quando penso al Bitcoin, questo il senso dell'affondo di Shiller, mi vengono in mente tutta una serie di fallimentari esperimenti valutari che sono stati portati avanti nel corso del tempo dall'uomo. Sotto questo punto di vista, quindi, il Bitcoin, non rappresenta una novità ma ha un minimo comun denominatore con molti precedenti storici ch hanno avuto inizio addirittura nell'Ottocento.

L'esempio che il premio Nobel fa forse potrà dirti poco ma è certamente un caso molto citato nei libri di storia dell'economia. Shiller ricorda il caso del Cincinnati Time Store che fece notizia quando iniziò a vendere merce in unità di lavoro riuscendo però a vivere per non più d tre anni prima di sparire dalla storia. Allo stesso filone, senza voler andare troppo nel passato, appartiene anche l'idea rivoluzionaria dell'economista John Pease Norton il quale ebbe il suo spazio di notorietà ai tempi della Grande Depressione Economica. In quell'epoca caratterizzata da un clima di incertezza e di perdita di fiducia nel futuro senza precedenti, Norton ebbe il suo momento di notorietà quando lanciò l'idea di un dollaro elettrico ossia di una valuta che era sostenuta dalla corrente elettrica. Anche il dollaro elettrico di Norton comunque, esaurito il suo momento di notorietà, finì nel dimenticatoio. Il Nobel per l'Economia cita questi esempio storici perchè "ognuna di queste innovazioni monetarie è stata accoppiata con una storia tecnologica unica. Ma fondamentalmente, tutti sono collegati da un profondo desiderio di una qualche forma di rivoluzione nella società". E' oggettivamente impossibile non inserire in questo riferimento anche il Bitcoin e tutte le altre criptovalute.

Accanto a questa componente ve ne è poi un'altra, dalle caratteristice più psicilogiche, che spinge Shiller a manifestare forti dubbi sul Bitcoin. Scrive sempre il premio Nobel per l'Economia che "praticamente nessuno, al di fuori dei dipartimenti di informatica, è in grado di spiegare il funzionamento delle criptovalute e questo mistero crea un’aura di esclusività, concede al nuovo denaro più fascino e riempie di zelo rivoluzionario i devoti". 

Essenza misteriosa e inconscio desiderio di rivoluzionare una realtà che però non può essere modificata sono  due assi nella manica del Bitcoin almeno secondo la spietata analisi di Rober Shiller. 

Chissà se le parole del premio Nobel per l'Economia sortiranno alcun effetto su una quotazione BTC che da giorni sembra essere in difficoltà. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro