Bitcoin è teoria degli sciocchi: il lupo Jordan Belfort demolisce il BTC

Bitcoin è teoria degli sciocchi: il lupo Jordan Belfort demolisce il BTC
© iStockPhoto

Si allunga la lista delle personalità che sono molto scettiche nei confronti del Bitcoin: ora è il turno di The Walf of Wall Street

CONDIVIDI

Il Bitcoin è una occasione di investimento e quindi investire in BTC oggi conviene? Oppure il Bitcoin è solo una bolla che è anche mezza esplosa visto l’andamento delle quotazioni da gennaio a oggi? Queste due opinioni hanno sempre circoscritto il ventaglio di pareri illustri sul Bitcoin. Da oggi a questo lungo elenco su cosa pensa questa o quella celebrità (finanziaria o economica) sul BTC va aggiunto anche il parere di Jordan Belfort meglio noto con il soprannome di The Wolf of Wall Street. Secondo il noto investitore/ speculatore, che in passato ha legato il suo nome ad alcune truffe che hanno fatto storia e sono poi costate galera al suo ideatore, la maggiore criptovaluta per capitalizzazione di mercato sarebbe un fenomeno basato unicamente sulla Great Fools Theory - la più grande teoria degli sciocchi. Sentire queste parole direttamente da un lupo che di truffe qualcosa ne saprà, fa venire più di un dubbio a chiunque.

Ma cosa è la Teoria degli Sciocchi? Con questo termine si indica quel processo per il quale il prezzo di un asset, in questo caso il Bitcoin, non è legato al suo valore intrinseco, ossia ai fondamentali, ma è bensì condizionato solo da credenze e aspettative irrazionali del mercato. Per farla breve, quindi, Jordan Belfort ritiene che il Bitcoin abbia gonfiato il suo valore solo a causa di credenze irrazionali del mercato. Di solido e reale, quindi, non c’è nulla e questo è un tutto dire sulle capacità che il BTH avrebbe per consolidarsi.

Non esistono fondamentali economici con i Bitcoin, è tutto basato sul parere di un altro investitore, poi di un altro investitore ancora e così via. Escine se non vuoi perdere tutti i tuoi soldi, perché ci sono buone possibilità che crollino. E quando il crack sarà vero, non sarai più in grado di vendere, non ci sarà liquidità” ha sentenziato il Lupo.

La Great Fools Theory è molto familiare negli studi di The Wolf of Wall Street ed è per questo motivo che è il caso di prendere sul serio le parole di Belfort. La truffa che il Lupo aveva ideato, e per la quale ha comunque pagato il suo debito con la legge degli Stati Uniti, si basava, almeno in parte sulla teoria degli sciocchi. E’ stato grazie a questa teoria se la Stratton Oakmont ha permesso al Lupo di guadagnare 200 milioni di dollari tra il 1989 e il 1998 prima di finire in gattabuia. Ecco a The Wolf of Wall Street, la situazione in cui si muove il Bitcoin sembra ricordare quella in cui si muoveva la società Stratton Oakmont quindi zero fondamentali (o comunque poche certezze) e tanta credulità. “Ho già vissuto una cosa simile, ma io ero quello dall’altra parte. So cosa sta succedendo e questo è solo l’inizio della fine” sono state le parole di questo volto illustre, sia pure per motivi alternativi, della finanza.

C’è da avere paura per quello che ha affermato Jordan Belfort? La risposta è libera ma di sicuro non si può ammettere che Tha Wolf of Wall Street non sappia quello di cui sta parlando quando fa riferimento alla teoria degli scicchi. Intanto la quotazione BTC oggi oscilla in area 6700 dollari, in ribasso dello 0,8% rispetto alla rilevazione precedente. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro