C’è una recente analisi sulle prospettive di Bitcoin nei prossimi mesi che sta facendo discutere, e neppure poco, i crypto-investitori di tutto il mondo. Autori di questo report molto discusso sono gli analisti di JP Morgan. La nota banca d’affari Usa non è nuova a giudizi spesso contraddittori sul Bitcoin ma l’ultimo parere espresso è davvero singolare.

In pratica, secondo gli esperti Usa, il prezzo del Bitcoin è destinato a salire fino a 150mila dollari nel prossimo futuro ma attualmente le sue quotazioni sono sopravvalutate di ben il 13 per cento. 

Cosa si può dedurre da questa analisi è facile da intuire: nel breve termine il valore del Bitcoin è destinato a scendere poichè l’attuale quotazione non rispecchia i fondamentali. Nel lungo termine, però, i prezzi sono invece destinati a salire portandosi nettamente sopra i massimi storici. Una prospettiva che vede Bitcoin a oltre 100 mila dollari è da ritenersi addirittura migliore rispetto alle stime più ottimistiche oggi in circolazione. 

Come si traduce in termini operativi la previsione di JP Morgan su Bitcoin? Se i prezzi attuali sono superiori a al giusto valore e se stime sul futuro sono così brillanti, allora vuole dire che non è ancora arrivato il tempo di comprare. In poche parole BTC può decresce ancora e solo quando i prezzi saranno più in linea con i fondamentali sarà tempo di comprare. 

A tal riguardo ricordiamo che per fare trading sfruttando l’alta volatilità che caratterizza la criptovaluta è fondamentale scegliere un broker affidabile per operare. Con eToro è possibile avere la demo gratuita e utlizzare tutta una serie di strumenti per sfruttare fino in fondo la potenza del trading online sui crypto-asset.

Impara a fare trading online su Bitcoin con la demo eToro>>>clicca qui, è gratis

eToro Crypto

Perchè JP Morgan è “contraddittoria” su Bitcoin

Da cosa nasce la particolare view formulata dagli analisti di JP Morgan su Bitcoin. Una prospettiva così particolare è frutto proprio dell’alta volatilità che caratterizza la regina della criptovalute. Secondo gli esperti Usa, tali livelli di volatilità sono ben 4 volte più alti rispetto a quelli vantati dall’oro. 

Se tale volatilità si dovesse ridurre a tre volte, il fair value balzerebbe tutto ad un tratto a 50.000 dollari circa. Nella nota della banca d’affari Usa si può leggere che, allo stato attuale dei fatti, la sfida più importante per Bitcoin rappresentata proprio dalla volatilità e dalla presenza dei cicli di boom e bust che rappresentano un’ostacolo sulla strada di una ulteriore adozione istituzionale della criptovaluta. Tale posizone, hanno proseguito da JP Morgna, rivela in primo luogo l’incapacità di comprendere quali sono le ragioni per cui molte persone e molte istituzioni sono sempre più legate alle criptovalute. 

Inutile dire che l’analisi particolare di JP Morgan sulle prospettive di Bitcoin è stata contestata da molti esperti secondo i quali è un grave errore ritenere la volatilità un limite e non una risorsa per le criptovalute.

Da parte nostra non possiamo non ricordare che certamente la volatilità è un alleato importante per chi operare con il trading online. Certo va saputa gestire ma è anche per questo che esistono strumenti come ad esempio la demo di eToro che in più è anche gratis. 

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare trading sulla volatilità

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.