ETH

L’aggiornamento Shanghai sull’ecosistema Ethereum non ha impattato soltanto sul prezzo delle seconda crypto a più alta market cap al mondo ma ha anche determinato una svolta storica per tutte le criptovalute.

A seguito della realizzazione dell’importante upgrade, infatti, almeno Ethereum ha compiuto un passo significativo nella sua stessa evoluzione dicendo addio al mining.

Si è trattato di un evento storico le cui conseguenze saranno visibili soprattutto nel prossimo futuro. Non c’è quindi da stupirsi se molti esperti del settore hanno affermato che l’impatto dell’upgrade Shanghai è secondo solo a quello del famoso Merge.

Ma vediamo cosa è avvenuto concretamente a quali saranno le novità più importanti che il nuovo upgrade comporterà.

Shanghai Upgrade Ethereum: cosa è avvenuto

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi (anche essere perfettamente sfruttabili in ottica investimento su Ethereum come abbiamo evidenziato in questo articolo), è quindi arrivata l’ufficialità. Alle ore 18:30 ET, l’aggiornamento è stato completato e le trasformazioni sono attive.

Tecnicamente l’hard fork ha effettuato l’implementazione della Ethereum Improvement Proposal (EIP) 4895. Si tratta di un passaggio decisivo che adesso permetterò agli utenti e ai validatori di ritirare i loro Ether (ETH) in staking sulla rete. Nei prossimi giorni sarà compito degli sviluppatori procedere al monitoraggio dell’operazione segnalando eventuali problemi con il completamento dell’aggiornamento. Per la cronata l’upgrade Shanghai è avvenuto sulla sulla mainnet all’altezza del blocco 6.209.536. 

Shanghai Upgrade Ethereum: ecco le conseguenze

Ma lasciamo perdere il tato tecnico dell’operazione e vediamo invece quali sono le conseguenze dell’upgrade. Gli effetti, infatti, sono la questione che più di tutte interessa gli investitori.

Prima di analizzarli ricordiamo che per sfruttare l’upgrade avvenuto su Ethereum ci sono tantissimi modi. Chi non volesse comprare criptovalute può operare con strumenti derivati come i CFD che riflettono l’andamento del cross ETH/USD. Un broker che permette una esposizione di questo tipo è eToro che ha anche il vantaggio di offrire la demo gratuita da 100 mila euro con la quale imparare ad operare senza correre il rischio di rimetterci soldi veri.

–CREA UN ACCOINT SU ETORO E OTTIENI IL CONTO DEMO GRATUITO>>

Dicevamo della conseguenze. Tanto per iniziare grazie a Shanghai non è stata solo ottimizzata la proceduta di prelievo ma anche le tariffe del gas della rete per determinate transazioni.

Soprattutto l’evento segna un cambio radicale sullo sviluppo di Ethereum a causa del suo impatto sull’ecosistema a partire dallo sblocco di fondi che precedentemente erano inaccessibili. Infatti, grazie proprio all’abilitazione dei prelievi, la rete ha del tutto ultimato la sua transizione verso il consenso. 

Ma non so tratta solo di questo. In realtà l’upgrade ha anche introdotto due tipologie di prelievo per gli ETH in stake: una parziale e una totale. I primi distribuiranno in modo automatico ETH ai validatori, verificando sempre che il saldo resti almeno sui 32 ETH che sono necessari per mantenere lo stato di validatore. I secondo, invece, comportano la chiusura del validatore e di conseguenza l’esecuzione del prelievo.

La conseguenza più importante dell’aggiornamento è la fine del legame tra la blockchain e il mining di criptovalute. Si tratta di un evento storico. Ma cosa significa?

Nel vecchio sistema del mining Proof-of-Work (PoW), la possibilità di elaborare transazioni e quindi guadagnare una ricompensa in criptovalute scaturisce da una specie di competizione. Ad avere magigori possibilità di successo sono i minatori che sono capaci di operare una potenza di calcolo più forte. Con il nuovo Proof-of-Stake (PoS) che Ethereum ha adottato non c’è più alcuna competizione e alcun bisogno dei minatori.

Il vincitore è semplicemente frutto di una lotteria: più alta è la quantità di Ether che sono depositati sulla rete, più alte sono le possibilità di vincere. Tutto molto semplice, quindi, e addio mining.

E’ per questo che Shanghai è molto di più di un semplice upgrade ma è un passo storico nel cammino di Ethereum.

Ricordiamo che è possibile scambiare Ethereum e tante altre criptovalute usando uno dei migliori exchange oggi presenti in circolazione. Ad esempio scegliendo Binance (qui la nostra recensione completa) si può accedere a tante funzionalità aggiuntive per sfruttare fino in fondo il potere delle crypto. Aprire un account Binance (qui il sito ufficiale) è semplicissimo e gratuito. Le commissioni, poi, sono molto basse.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.