Il fintech è un mondo in continua evoluzione. E, per non perdere di vista le novità che arriveranno, giova cercare di fare il punto con Frank Jan Risseeuw, CEO di Yolt, che ha anticipato come nel corso del 2019 assisteremo a 3 grandi cambiamenti. Ecco quali.

Apertura alle partnership cross-industry e stabile mercato della sharing economy

Per Risseeuw siamo in un momento cruciale per l’industria del fintech, visto e considerato che il mix tra la tecnologia e la legislazione più innovativa sta aprendo i margini di una più accentuata partnership tra i settori industriali e un’economia della condivisione più consolidata. Una combinazione positiva, considerato che pone le necessità dei consumatori al centro dello sviluppo del prodotto.

Per il CEO di Yolt, inoltre, iniziative europee come la PSD2 stanno favorendo una parità di condizioni tra fintech e banche, e continueranno a trainare il settore nel suo complesso per l’intero 2019. A mano a mano che queste normative faranno più presa, e il numero dei provider aumenterà in maniera costante, l’intero settore ne gioverà in termini di crescita generale.

Mercato delle money app

Il secondo punto di riferimento per il 2019 è l’evidenza secondo cui, man mano che la tecnologia nel settore continua a svilupparsi, le money app diventeranno sempre più sofisticate.

Grazie alla ricerca di un migliore livello di personalizzazione, queste app sono in grado di comprendere e di reagire alle esigenze individuali dei consumatori. Su tutte l’open banking permetterà alle piattaforme finanziarie di poter fornire analisi avanzate e approfondimenti specifici sulle abitudini degli utenti lgate al denaro, e agli utenti di beneficiare di una comprensioni più accurata dell’intero mondo finanziario, rendendo le loro scelte finanziarie più semplici.

Il mercato è complessivamente ancora all’inizio, e man mano che diventerà più maturo, si inizierà a vedere strumenti più rivoluzionari che potranno trasformare meglio le vite dei consumatori.

Creazione di un ecosistema digitale personalizzato

Passiamo dunque al terzo punto di riferimento per l’anno: l’open banking consente già oggi ai consumatori di poter condividere facilmente i propri dati finanziari con terze parti autorizzate per poter gestire al meglio il proprio denaro.

Con l’incremento dell’uso di tali strumenti, le money app avranno l’opportunità di espandersi con maggiore vigore, e sempre più persone si rivolgeranno a queste app come una sorta di “aggregatore” per poter visualizzare i propri conti bancari in un unico posto.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.