Google sta chiudendo il Campus londinese dedicato alle start-up. Il gigante tecnologico della Silicon Valley ha annunciato che la decisione è tecnicamente una “non riapertura”, considerato che le attività erano state sospese a causa della pandemia da coronavirus.

Naturalmente, la società statunitense si è anche affrettata a precisare che non si tratta di un abbandono del Regno Unito, ma semplicemente della volontà di “sostenere le start-up di tutto il Paese” senza uno spazio fisico.

Ricordiamo che il Campus London di Google era stato aperto nel 2012 da Eze Vidra, proprio mentre la scena delle start-up di Londra ha iniziato a decollare. Situato nel quartiere di Shoreditch, il Campus è stato spesso pensato come l’epicentro della Tech City di Londra, che secondo alcuni lavoratori del settore tecnologico potrebbe non essere più la stessa.

Il Campus conteneva spazi di co-working, un caffè e uno spazio per eventi. Era usato da una varietà di acceleratori e programmi di start-up tra cui Seedcamp, Entrepreneur First, Code First e Silicon Drinkabout. Ci sono stati migliaia di eventi organizzati nel corso degli anni e i Googler venivano ad offrire un tutoraggio gratuito alle start-up.

Ora, però, il radicale cambio di approccio. Google ha detto che la community di start-up del Regno Unito “non ha bisogno di accedere a un singolo spazio fisico condiviso, quanto di accedere a risorse, mentori e programmi disponibili su scala, ovunque“.

Google gestisce altri campus a Madrid, San Paolo, Seoul, Tel Aviv, Tokyo e Varsavia. Non è tuttavia ben chiaro se la stessa sorte del Campus London verrà seguita anche da altre strutture.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.