Novità IMU 2019: Arriva la fusione tra IMU e TASI

Ancora una volta i contribuenti si trovano a fare i conti con delle nuove imposte. Come spesso accade questo sono frutto dell’unione e della fusione di imposte precedenti. È il caso dell’IMU definita come nuova Imu.

L’obbiettivo è unificare la disciplina dell’Imu e della Tasi per combattere la stratificazione normativa che ha portato a una sovrapponibilità delle due imposte.

Anche se al momento è solo una proposta di legge, depositata alla Camera il 7 dicembre 2018, incardinata in commissione Finanze alla Camera, si parla di una possibile fusione tra Imu e Tasi.

Il tema è emerso alla Camera nel corso dell’esame in sede referente della legge di bilancio con l’obiettivo di semplificare e ricondurre a un unico testo normativo la disciplina dell’imposizione immobiliare diretta locale.

Aumento IMU 2019? Quali i punti della proposta?

Al momento la proposta della nuova IMU prevede un’invarianza di gettito, che definisce a regime l’aliquota massima al 10,6 per mille.

Il tutto dovrebbe puntare ad una riduzione dell’imposta e auna semplificazione del rapporto con tutti i cittadini contribuenti al fine di consentire loro di ricevere a casa bollettini precompilati.

Si mira anche a semplificare le delibere comunali con un modello uniforme per tutte le amministrazioni che favorirebbe anche il ministero dell’Economia nella raccolta dei dati dei comuni.

>>Leggi anche: IMU e TASI 2019: a chi tocca pagarla? Novità sulle aliquote

Nuova IMU: emendamento presentato nella legge di bilancio 2019

Il nuovo emendamento è stato presentato nella legge di bilancio 2019, contenuta nel DL 201/2011 e nella L. 147/2013, per creare LA NUOVA IMU.

Il tributo aumenterebbe dell’aliquota base del 7,6 fino al 11,4 per cento come anche potrebbe essere azzerato nel caso in cui il comune lo decida.

La differenziazione di aliquota viene ufficialmente ammessa per tipologie catastali e usi gratuiti a parenti.

Si parla anche di un aumento dei casi di esenzione, discussi in diversi anni di sentenze.

Nuova IMU 2019: quando si paga?

Al momento l’obbiettivo del governo è quello di ridurre per mezzo della semplificazione il numero di imposte che pesano sui Comuni. Al momento si parla di un progetto di legge, il cui obbiettivo è quello di prevedere una tassazione ferma allo stato attuale e che scongiuri l’aumento.

Il contribuente non deve per nulla pagare di più. deve solo trovare una situazione semplificata! L’obbiettivo è inviare a tutti i contribuenti un unico bollettino, con una sola imposta. Il progetto prevede anche il coinvolgimento di enti locali e Anci al fine di individuare i criteri per la fusione delle due imposte.

Non resta dunque che attendere il nuovo anno per comprendere davvero se aumenterà o no l’IMU e la TASI.

>>Leggi anche: Comodato d’uso gratuito e pagamento IMU e TASI 2019: riduzione e sconto del 50%

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.