Bonus 1.000 euro decreto Ristori: come fare per richiederlo e quando arriva il pagamento

Bonus 1.000 euro decreto Ristori: come fare per richiederlo e quando arriva il pagamento

Il bonus Inps da 1.000 euro destinato ai lavoratori più colpiti dalla crisi dovrebbe essere accreditato entro la fine di dicembre

Con il decreto Ristori sono stati introdotti diversi aiuti per le categorie più colpite dalla crisi economica causata dalla misure restrittive imposte coi vari Dpcm nell'ambito dell'emergenza Coronavirus.

Tra questi troviamo il bonus Inps da 1.000 euro destinato ai lavoratori che hanno subito il danno economico più pesante per via della crisi, come ad esempio coloro che operano nel mondo dello spettacolo o nel settore del turismo.

Le somme previste dal decreto Ristori vengono pagate dall'Inps nei termini che sono stati meglio definiti con la circolare numero 137 del 26 novembre 2020. Nella suddetta comunicazione ufficiale dell'Istituto troviamo tutte le istruzioni che riguardano l'indennità Covid del primo decreto Ristori, e tra le altre informazioni che fornisce vi è quella della data dell'accredito.

Il bonus da 1.000 euro per i lavoratori dovrebbe essere pagato dall'Inps, stando a quanto affermato nella circolare, entro la fine del mese di dicembre. Una data che è anche strettamente connessa alla scadenza entro cui è possibile presentare la domanda per richiedere il bonus, che è attualmente fissata al 18 dicembre 2020 per il primo decreto Ristori, e al 15 dicembre per il decreto Ristori Quater.

Quando arriva il pagamento del bonus da 1.000 euro del primo decreto Ristori?

Alla data del 30 novembre 2020, per la quale era stata fissata inizialmente la scadenza per il bonus da 1.000 euro, l'Inps ha attivato il servizio online per inoltrare la richiesta per il bonus.

La scadenza però è poi slittata fino al 18 dicembre, che attualmente è il termine ultimo per poter presentare la domanda per il bonus Inps. L'Istituto ha provveduto a comunicare la variazione della scadenza con la circolare numero 137 del 26 novembre, nella quale fornisce anche ulteriori dettagli che riguardano il pagamento della tranche prevista dal primo decreto Ristori.

"Per consentire un adeguato tempo all'utenza e agli intermediari per presentare le domande per i nuovi beneficiari" si legge nella circolare dell'Inps "e nello stesso tempo consentire all'istituto il pagamento di queste prestazioni entro la fine dell'anno corrente, sarà possibile presentare la domanda entro la data del 18 dicembre 2020".

Si presume di conseguenza che anche per quei soggetti che riceveranno gli accrediti in maniera automatica, avendo già beneficiato dell'analogo bonus introdotto con il decreto Agosto, ci si atterrà alle stesse tempistiche. Si ritiene anzi che per chi non ha bisogno di presentare domanda per ricevere il bonus i tempi di attesa potranno essere semmai più brevi.

Quando arriva il pagamento del bonus da 1.000 euro del decreto Ristori Quater?

Nel pomeriggio di ieri, 4 dicembre 2020, l'Inps ha fornito le prime informazioni che riguardano il bonus da 1.000 euro destinato ai lavoratori più colpiti dalla crisi tra cui lavoratori dello spettacolo e del turismo, ed in particolare ha fornito preziosi dettagli circa i requisiti necessari per accedere al beneficio, e infine le tempistiche con cui verrà erogato il bonus introdotto con il decreto Ristori Quater.

Vediamo quindi quali sono i requisiti richiesti per ottenere il bonus, i quali naturalmente variano in base alla categoria di lavoratori che ne fa richiesta.

  • Lavoratori dello spettacolo: per beneficiare dell'indennità prevista dal decreto Ristori Quater dovranno risultare iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con almeno sette contributi giornalieri nel 2019 e con un reddito derivante che non ecceda la soglia dei 35.000 euro, o con un minimo di 30 contributi giornalieri nel 2019 e con un reddito derivante che non ecceda la soglia dei 50.000 euro
  • Lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali: per ricevere il bonus da 1.000 euro devono aver involontariamente cessato il rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e la data in cui è entrato in vigore il decreto Ristori Quater, con una prestazione di un minimo di 30 giornate. Inoltre non devono risultare beneficiari di trattamento pensionistico, né di indennità di disoccupazione Naspi e non devono avere in essere un contratto di lavoro dipendente
  • Lavoratori in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali: Per accedere all'indennità prevista dal decreto Ristori Quater devono aver cessato involontariamente il rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e la data in cui è entrato in vigore il decreto Ristori Quater, inoltre devono aver svolto la prestazione lavorativa per un minimo di trenta giorni nel suddetto periodo
  • Lavoratori intermittenti: per ricevere il bonus da 1.000 euro devono aver esercitato l'attività lavorativa per un minimo di 30 giornate tra il 1° gennaio 2019 e la data in cui è entrato in vigore il decreto Ristori Quater
  • Lavoratori autonomi occasionali senza partita Iva, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie: per accedere al bonus da 1.000 euro devono risultare essere stati titolari di contratti autonomi occasionali riconducibili alle disposizioni di cui all'articolo 2222 del codice civile nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e la data in cui è entrato in vigore il decreto Ristori Quater. Inoltre non devono avere in essere alcun contratto di lavoro, ed essere già iscritti alla data del 17 marzo 2020 alla Gestione separata con accredito di almeno un contributo mensile
  • Incaricati delle vendite a domicilio: devono avere un reddito per l'anno 2019 derivante dall'attività svolta di almeno 5.000 euro, essere titolari di partita Iva attiva e regolarmente iscritti alla Gestione separata, e non devono risultare iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
  • Lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali: per aver diritto al bonus da 1.000 euro dell'Inps devono stati titolari, per il periodo di tempo che va dal 1° gennaio 2019 alla data in cui è entrato in vigore il decreto Ristori Quater, di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali di durata complessiva di almeno trenta giorni. Devono inoltre risultare titolari per l'anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale nel settore del turismo e degli stabilimenti termali di durata complessiva di almeno trenta giorni.

E sempre alla data del 30 novembre, che ha decretato il via libera per le richiesta di accesso al bonus da 1.000 euro, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 157 del 2020, con il quale è stata introdotta una nuova tranche del bonus Covid che si va ad aggiungere a quella prevista a fine ottobre.

Quando verrà accreditato il bonus da 1.000 euro dei decreti Ristori?

Abbiamo visto che la data ultima per presentare le richieste per accedere al bonus da 1.000 euro del decreto Ristori Quater è quella del 15 dicembre 2020.

Inoltre con il messaggio numero 4589 del 4 dicembre 2020, l'Inps non solo ha fornito le prime indicazioni circa la nuova misura, ma ha anche provato a fare il punto della situazione per quel che riguarda le date di scadenza, confermando tra le altre cose quella del 15 dicembre per la presentazione delle domande di accesso all'indennità.

L'Istituto ha ribadito la riapertura dei termini delle domande dell'indennità del decreto Agosto, quindi si ritiene sia possibile applicare la medesima regola valida per le richieste in scadenza al 18 dicembre 2020, vale a dire la partenza del pagamento entro la fine del mese.

In poche parole osserviamo che il termine ultimo per il bonus per i lavoratori introdotto con il decreto Ristori Quater è più breve rispetto a quello stabilito per il bonus introdotto già dalla fine di ottobre, per il quale il servizio online per presentare la domanda risulta già attivo e funzionante.

Proviamo quindi a fare una sintesi delle informazioni relative alle tempistiche per fare domanda e per ricevere l'accredito del bonus da 1.000 euro pagato dall'Inps ai lavoratori, in base al decreto con cui viene introdotto.

  • Articolo 9 del dl numero 104 del 2020, decreto Agosto: la scadenza per presentare domanda è fissata al 15 dicembre 2020 ma non vi sono delle tempistiche ufficiali per quanto riguarda l'accredito effettivo del bonus. Si ritiene però che sarà in linea con le altre indennità
  • Articolo 15 del dl numero 137 del 2020, decreto Ristori: la data inizialmente fissata entro cui presentare domanda era quella del 30 novembre ma è stata spostata al 18 dicembre. Il pagamento del bonus da parte dell'Inps dovrebbe avvenire entro la fine di dicembre
  • Articolo 9 del dl numero 157 del 2020, decreto Ristori Quater: la domanda deve essere presentata entro il 15 dicembre 2020, ma il servizio non è ancora attivo. Quanto alla data per il pagamento del bonus, non è stata ancora confermata.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS