Dal 1° ottobre aumentano le bollette di gas e luce. Ecco cosa si può fare per pagare di meno

Dal 1° ottobre aumentano le bollette di gas e luce. Ecco cosa si può fare per pagare di meno

L'aumento delle bollette di gas e luce arriva il 1° ottobre 2021 ma famiglie e imprese possono ancora correre ai ripari per pagare di meno, ecco come

L'aumento della spesa dei contribuenti italiani per il pagamento delle utenze domestiche era stato preannunciato da tempo e ormai è alle porte. Con l'arrivo dell'autunno, e per l'esattezza a partire dal 1° ottobre 2021, il costo delle bollette di gas e luce subirà un incremento, motivo per cui è sicuramente opportuno valutare le alternative per pagare di meno.

L'aumento dei costi in bolletta sarà abbastanza sostanzioso, e riguarderà in particolare gas e luce. Al momento il metano costa meno di 50 euro (45/46 euro ad essere più precisi) per mille Kw/h, ma se torniamo indietro ai mesi di aprile e maggio si aggirava intorno ai 20 euro, cioè oltre la metà del prezzo attuale.

Questo naturalmente va ad incidere sia sul costo della fornitura del gas che dell'energia elettrica. Ma cosa possono fare i contribuenti, sia le famiglie che le imprese, per provare a contenere la spesa per il pagamento delle utenze?

Bollette di gas e luce la stangata arriva il 1° ottobre

Le cause cui sono legati gli aumenti in bolletta possono essere tante, a cominciare dal rincaro dei prezzi delle materie prime naturalmente, ma incidono anche l'aumento della domanda di gas che a sua volta è legato all'aumento del prezzo della CO2.

Un aumento quello dei costi in bolletta che riguarderà l'intero Vecchio Continente, basti pensare che la più grande borsa europea del gas, la Ttf (Olanda) è generalmente più conveniente mentre adesso risulta persino più cara di quella italiana.

L'aggiornamento delle tariffe di gas ed energia elettrica avviene in genere ogni tre mesi in Italia e se ne occupa l'ARERA basandosi sui costi di produzione. L'ultimo aumento è stato a luglio quando c'è stato un rincaro del 9,9% circa per la corrente elettrica e del 15,3% per il gas.

Il nuovo aumento, tre mesi dopo appunto, è previsto per il 1° ottobre e considerato che il costo delle materie prime ha subito una simile impennata, ci si aspetta una vera e propria stangata.

Cosa si può fare per pagare meno in bolletta?

L'aumento interesserà tutti i fornitori di energia elettrica e gas, il che significa che mettersi al riparo dai rincari in arrivo non è così facile. L'unica alternativa per provare a risparmiare qualcosa nei prossimi mesi è quella di rivolgersi al mercato libero.

Si tratta di un'opzione valida tanto per i privati cittadini quanto per le imprese e consiste nel cercare fornitori di energia elettrica e gas ad un prezzo fisso. Le offerte di questo tipo possono essere consultate direttamente sul portale dell'ARERA, e non dimentichiamo che una volta trovato un fornitore del mercato libero più vantaggioso effettuare il passaggio non comporta alcun costo aggiuntivo.

Infine ricordiamo che a partire dal 1° luglio 2021 è previsto uno sconto automatico in bolletta per quei nuclei familiari che hanno un ISEE inferiore a 8.265 euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS