Revisione auto, a partire da novembre aumentano i prezzi. Ecco quanto costerà ora fare il collaudo

Revisione auto, a partire da novembre aumentano i prezzi. Ecco quanto costerà ora fare il collaudo

Aumentano i costi per la revisione dei veicoli. Da novembre le tariffe subiranno un rincaro del 22% ma arriva anche il bonus Veicoli sicuri

L'aumento del costo della revisione dei veicoli era già previsto dalla Legge di Bilancio 2021, ma la sua entrata in vigore è slittata e gli effetti si vedranno solo a partire dal mese di novembre prossimo.

Si tratta di un aumento del 22% del costo del collaudo dei veicoli, il che significa che fare la revisione costerà 9,95 euro in più rispetto a prima. Il prezzo infatti subisce un rincaro che lo porta dagli attuali 45 euro a 54,95.

Aumenta il costo per la revisione auto

L'aumento del costo per la revisione dei veicoli a motore e dei rimorchi, che era contenuto già nella Legge di Bilancio 2021, diventerà effettivo a partire dal 1° novembre 2021, con l'emanazione del decreto attuativo del ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili, di concerto con il ministero dell'Economia e delle Finanze.

Si tratta del primo adeguamento delle tariffe sulla base delle tabelle Istat da 13 anni a questa parte. Per gli effetti di questa misura contenuta nella manovra economica dell'anno scorso avremo quindi:

  • costo della revisione in Motorizzazione pari a 45 euro più il 22% che porta la tariffa a 54.90 euro
  • costo della revisione presso un Centro revisioni autorizzato pari a 45 euro più il 22% più l'Iva al 22%, a cui si vanno a sommare altri 10,20 euro come diritti di Motorizzazione e infine 1,78 euro per il bollettino postale per un totale di 78,96 euro.

Come ottenere uno sconto sulla revisione del veicolo

Il decreto attuativo che rende effettivo l'aumento delle tariffe per la revisione dei veicoli a motore e dei rimorchi prevede anche la possibilità di ottenere, in alcuni casi specifici, uno sconto sugli importi da pagare.

Per compensare l'aumento delle tariffe per il collaudo dei veicoli è stato quindi introdotto il cosiddetto bonus veicoli sicuri, che però è riservato solo a chi ha acquistato una nuova auto. In questo caso è lo Stato a farsi carico degli oneri con il risultato che per il proprietario del veicolo si prospetta un risparmio sulla spesa da sostenere.

Il bonus veicoli sicuri resterà in vigore fino al 2023 ma avrà dei limiti e sarà riservato ai veicoli con determinate caratteristiche. Prima di tutto sarà possibile usare il bonus una sola volta, vale a dire per un solo collaudo nel suo periodo di validità. Se si possiede più di un veicolo il bonus può essere usato solo per uno di essi mentre per gli altri si dovrà pagare il prezzo pieno del collaudo comprensivo di aumento.

Inoltre lo Stato ha stanziato per il bonus Veicoli sicuri un totale di 4 milioni di euro soltanto il che significa che a beneficiare di questa agevolazione potranno essere una ristretta minoranza degli automobilisti.

Quando costano le sanzioni per mancata revisione dei veicoli

Ma cosa succede se non si fa il collaudo alla scadenza del periodo di due anni? Le sanzioni sono piuttosto salate infatti si va da un minimo di 173 ad un massimo di 694 euro.

A stabilire il meccanismo sanzionatorio per la mancata revisione del veicolo è l'articolo 80 comma 14 del Codice della Strada per chi viene trovato a circolare alla guida di un veicolo che non risulta sottoposto a regolare revisione.

In caso di recidiva, cioè se il veicolo è risultato circolare con revisione scaduta più di una volta, allora il codice della strada prevede la sanzione accessoria della sospensione che vieta la circolazione del veicolo in questione.

Se il veicolo circola durante il periodo di sospensione disposto si incorre in una multa che può andare da un minimo di 1.998 fino ad un massimo di 7.993 euro ai quali si devono poi aggiungere 90 giorni di fermo amministrativo finanche la confisca del veicolo nel caso in cui si commette nuovamente la violazione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS