Pensionati all’estero, parte l’accertamento esistenza in vita per il periodo 2022-2023. Cosa bisogna fare

Con il messaggio numero 4659 del 24 dicembre 2021 l’Inps ha comunicato tempistiche e modalità per l’accertamento 2022 dell’esistenza in vita per alcune categorie di pensionati che riscuotono il trattamento previdenziale dall’estero.

L’istituto che esegue i pagamenti, Citibank, a partire dal 7 febbraio 2022 invierà i moduli per la comunicazione di esistenza in vita ai pensionati residenti:

  • nell’intero continente americano
  • in Scandinavia
  • negli Stati dell’Europa dell’Est e Paesi limitrofi
  • nell’intero continente asiatico

I moduli di richiesta inviati da Citibank dovranno poi essere accuratamente compilati e restituiti entro il 7 giugno 2022. Poi, a partire dal 14 settembre 2022, la banca si occuperà di inviare i moduli anche ai pensionati che riscuotono il trattamento previdenziale da:

  • Europa
  • Africa e Oceania con esclusione dei Paesi Scandinavi e dell’Europa dell’Est

In questo caso i moduli dovranno essere restituiti compilati entro il 12 gennaio 2023.

Come funziona l’accertamento di esistenza in vita dei pensionati all’estero

Si tratta di una procedura che viene avviata annualmente dall’Inps, e che riguarda tutti i pensionati che riscuotono il trattamento previdenziale dall’estero. La campagna di accertamento di esistenza in vita viene effettuata a partire dal mese di febbraio 2022 per la sua prima fase, e a partire dal 14 settembre 2022 per la sua seconda fase.

Non sono tuttavia obbligati a comunicare l’esistenza in vita alcune categorie di pensionati. Sono pertanto esentati dall’obbligo di inviare il modulo:

  • i pensionati che riscuotono una pensione il cui importo annuale non supera i 10 euro
  • i titolari di trattamento pensionistico che risiedono nei Paesi che hanno stabilito particolari accordi di scambio di informazioni con l’Italia. Tra questi citiamo la Svizzera, la Polonia e la Germania
  • i pensionati che hanno riscosso la pensione italiana presso gli sportelli della Western Union nonché quelli che hanno comunicato l’esistenza in vita direttamente tramite il sito dell’Istituto di credito Citibank nei tre mesi precedenti la data di inizio della campagna di accertamento di esistenza in vita
  • i beneficiari di pensione all’estero cui sono stati sospesi i pagamenti per non aver inviato il modulo dovuto nell’ambito della precedente campagna di esistenza in vita dell’Inps.

Campagna esistenza in vita 2022-2023: cosa si deve fare

A partire dal 7 febbraio 2022 e dal 14 settembre 2022, i pensionati che risiedono all’estero riceveranno il modulo di richiesta per l’accertamento di esistenza in vita nel quale potranno trovare il seguente materiale:

  • un plico contenente le istruzioni per compilare il modulo della certificazione dell’esistenza in vita per le pensioni estere che dovrà essere poi rispedito al mittente compilato
  • la richiesta di documenti supplementari tra cui la fotocopia del documento d’identità in corso di validità del pensionato ed una sua foto recente

Il pensionato interessato dalla campagna di accertamento di esistenza in vita dovrà fornire tra le altre informazioni personali anche un contatto telefonico e un indirizzo e-mail valido.

Il plico recapitato al pensionato residente all’estero conterrà anche le modalità per contattare il servizio clienti di Citibank NA riservato specificamente ai pensionati residenti all’estero.

Una volta compilato il modulo i pensionati dovranno seguire una delle seguenti procedure:

  • recarsi presso il Consolato italiano o presso gli uffici del rappresentante dell’Ambasciata italiana
  • rivolgeri ad un’autorità locale che sia in grado di attestare l’esistenza in vita del pensionato
  • rapportarsi con gli uffci del Consolato tramite il nuovo servizio di videochiamata
  • inviare una copia digitale del modulo comprensiva di documento d’identità valido del pensionato all’indirizzo di posta elettronica del locale ufficio consolare del Paese di residenza. Quest’ultimo contatterà il pensionato utilizzando l’indirizzo e-mail riportato nel modulo ed effettuerà una videochiamata utilizzando alcuni dei programmi maggiormente diffusi come ad esempio Skype, Zoom, Microsoft Teams, Webex o Whatsapp (se il numero di telefono è presente nel modello).

Inoltre a partire dal 2022 in seguito alla convenzione stipulata tra Inps e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, i pensionati residenti all’estero potranno adempiere all’accertamento di esistenza in vita fruendo di un servizio di videochiamata con gli uffici del Consolato.

Accertamento di esistenza in vita 2022, l’ultimo passaggio

Vi è ancora un ultimo passaggio da rispettare per completare la procedura richiesta dall’Inps nell’ambito della campagna di accertamento di esistenza in vita dei pensionati residenti all’estero.

Una volta compilato correttamente il modulo e avendolo firmato, dopo aver effettuato la videochiamata, i pensionati residenti all’estero dovranno spedire attraverso posta ordinaria (riportando il seguente destinatario: casella postale PO Box 4873, Worthing BN99 3BG, United Kingdom) i seguenti documenti:

  • modello compilato, con data e firma dell’interessato entro la scadenza indicata
  • documentazione di supporto prevista
  • modello controfirmato da un testimone attendibile

  Per i pensionati che risiedono in:

  • Australia
  • Canada
  • Regno Unito
  • Stati Uniti

esiste la possibilità di presentare l’attestazione di esistenza in vita attraverso i patronati all’estero che sono indicati dalla stessa Citibank e che, in base alla normativa, rientrano tra quelli abilitati ad inviare la comunicazione per via telematica.

La Citibank dovrà ricevere i modelli spediti entro la data del 19 luglio 2022, in caso contrario provvederà alla sospensione della pensione dal mese di Agosto 2022 per i pensionati che hanno la residenza:

  • nel Continente americano
  • in Scandinavia
  • negli Stati dell’Europa dell’Est e Paesi limitrofi
  • nel Continente asiatico

Invece nel caso dei pensionati che risiedono in Europa, Africa, Oceania, con esclusione dei Paesi della Scandinavia e dei Paesi dell’Europa dell’Est, i moduli dovranno essere ricevuti entro il 19 febbraio 2023, onde evitare la sospensione del pagamento del trattamento pensionistico a partire dal marzo 2023.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Fisco

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.