Assistenza sanitaria rifugiati Ucraina: per chi non lavora è gratis

rifugiati che camminano in gruppo

Con la recente ordinanza numero 895 del 24 maggio 2022, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 30 maggio, il dipartimento della protezione civile della presidenza del Consiglio ha predisposto alcune misure a tutela dei rifugiati provenienti dall’Ucraina.

Al fine di potenziare le misure già introdotte, il governo di Mario Draghi ha infatti deciso di stanziare ulteriori 5 milioni di euro, ed è proprio con la suddetta ordinanza che vengono indicati gli ambiti su cui si andrà ad intervenire.

In particolare il documento redatto dal dipartimento della Protezione Civile della presidenza del Consiglio spiega che le ulteriori risorse stanziate andranno a perfezionare l’organizzazione delle attività prima di tutto attraverso l’istituzione del Comitato per il coordinamento dell’attuazione delle misure di accoglienza diffusa e del contributo di sostentamento.

L’ordinanza prevede che si istituisca un comitato composto da rappresentanti delle Regioni e Province autonome degli enti locali e altri soggetti privati e pubblici con il capo del dipartimento che partecipa a titolo gratuito. Questo comitato sarà composto da due commissioni il cui compito sarà quello di gestire l’accoglienza e l’assistenza dei rifugiati provenienti dall’Ucraina.

Rifugiati Ucraina: organi di vigilanza e di accoglienza

L’ordinanza stabilisce che il dipartimento riconosca alle prefetture un contributo forfettario del 5 per cento dell’importo complessivo dei servizi di accoglienza diffusa effettivamente attivati nell’ambito del rispettivo territorio di competenza.

Le attività di controllo e monitoraggio sono affiancate da attività di vigilanza ad opera del Corpo della Guardia di Finanza oltre che da unità di ispezione di cui fanno parte sia unità del personale della Protezione civile che rappresentanti di enti e amministrazioni interessate.

Per quanto riguarda le attività di accoglienza dei rifugiati di guerra, l’ordinanza prevede la sottoscrizione di una convenzione con la rappresentanza italiana dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (ACNUR – UNHCR) che potrà raccogliere informazioni nei Paesi limitrovi all’Ucraina per quel che riguarda le intenzioni di viaggio verso l’Italia, in modo da pianificare le attività di assistenza e accoglienza.

Inoltre, al fine di valutare l’impatto delle misure sui beneficiari e sugli enti interessati, il Dipartimento della protezione civile è autorizzato a stipulare, ricorrendo a misure di urgenza, apposite convenzioni con il proprio centro di competenza SDA Bocconi School of management, entro il tetto massimo di spesa di 200 mila euro.

L’ordinanza prevede infine che i Commissari delegati delle Regioni e i presidenti delle province autonome di Trento e Bolzano rendano disponibili al Dipartimento della Protezione Civile tutti i nominativi e i codici fiscali dei rifugiati ospitati nelle strutture con sistemi informatici in grado di assicurare l’interoperabilità dei dati al cui coordinamento è incaricato lo stesso dipartimento della protezione civile.

Per rifugiati Ucraina assistenza sanitaria gratuita

L’ordinanza n. 895 del 24 maggio 2022 dispone che ai fini dell’acquisizione di lavori, servizi e forniture riguardanti le attività di emergenza, i Commissari delegati e i presidenti delle Province rispettino la procedura di cui all’articolo 36 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici), anche senza aver preventivamente provveduto alla consultazione di operatori economici, rispettando la procedura fissata dall’articolo n. 63, comma 2, lettera c) del medesimo decreto legislativo, in deroga al comma 6 dell’articolo 63, verificando il possesso dei requisiti, secondo le modalità indicate dall’articolo 163, comma 7, vale a dire la “procedura di somma urgenza per interventi di protezione civile”.

Per quanto riguarda infine l’assistenza sanitaria per i rifugiati provenienti dall’Ucraina, l’ordinanza prevede che i soggetti destinatari delle misure di protezione temporanea a partire dal momento in cui viene presentata la domanda di permesso di soggiorno, abbiano diritto all’assistenza sanitaria offerta dal servizio sanitario nazionale in regime di esenzione alla partecipazione alla spesa sanitaria, quindi gratuita, ma solo nel caso in cui non svolgono alcuna attività lavorativa.

Ogni rifugiato proveniente dall’Ucraina riceve l’esenzione nel momento in cui gli viene attribuito il medico di medicina generale oppure il pediatra di libera scelta, ed ha validità a partire dal 4 marzo fino al 31 dicembre 2022.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.